fbpx

RIO 2016: Inbee Park ancora leader, Lydia Ko a ridosso

iNBEE pARK
  19 Agosto 2016 In primo piano
Condividi su:

La coreana Inbee Park (202 – 66 66 70, -11) ) fa faticato, ma ha mantenuto il comando nel terzo giro del torneo femminile di golf all’Olympic Golf Course (par 71) nella Reserva de Marapendi a Rio de Janeiro. Inizierà il quarto con due colpi di vantaggio sulla statunitense Gerina Piller e sulla neozelandese Lydia Ko (204, -9), numero uno mondiale, che si è messa in corsa per una medaglia con un gran 65 (-6) confezionato con l’ausilio di una “hole in one” (buca 8, par 3, metri 141), risalendo dal 22° posto. Nella lotta per le tre medaglia ci sarà anche la cinese Shanshan Feng, quarta con 205 (-8), mentre sembrano tagliate fuori tutte le altre.

Sono rimaste nelle posizioni di coda le due azzurre  Giulia Sergas, 54ª con 228 colpi (77 74 77, +15), e Giulia Molinaro, 57ª con 230 (78 78 74, +17), che non sono riuscite a trovare il passo giusto su un percorso piuttosto difficile, anche se ridotto a 5.711 metri (6.516 metri per gli uomini), e dove il vento è arrivato a spirare fino a 40 kmh.

Sebbene siano in quinta posizione con 208 (-5) difficilmente potranno rientrare nella corsa alle medaglie la britannica Charlie Hull e le coreane Hee Young Yang e In Gee Chun, perché sei colpi sono veramente tanti da recuperare. La giornata ha messo probabilmente fine anche alle speranze della canadese Brooke M. Henderson, numero tre al mondo, della statunitense Stacy Lewis, della norvegese Suzann Pettersen e della svedese Anna Nordqvist, ottave con 209 (-4). E’ stata costretta al ritiro la thailandese Ariya Jutanugarn, numero due del Rolex ranking, che al momento di usciredopo 14 buche aveva assommato un “+12”.

Nella giornata c’è stata un’altra “buca in uno” realizzata dalla cinese Xi Yu Lin nel contesto di un 74 (+3) e il 46° posto (220, +7). Le donne hanno così pareggiato il conto con gli uomini che ne hanno ottenute due con l’inglese Justin Rose (buca 4), vincitore dell’oro, e con il sudafricano Jaco Van Zyl (buca 8).

Inbee Park (nella foto), numero cinque della graduatoria mondiale, ha iniziato con tre birdie in cinque buche, poi è divenuta molto altalenante e rimesso in corsa le sue avversarie proseguendo con tre birdie e cinque bogey per il 70 (-1).

Lydia Ko è partita a manetta e nelle prime nove buche ha aggiunto all’ace quattro birdie per un passaggio a metà percorso in 29 (-6). Nel rientro ha infilato nove par, ma il 65 è stato comunque lo score migliore del turno. Presumibile un suo nuovo attacco nel giro finale in cui sarà sicuramente la rivale più pericolosa per Inbee Park.

Gerina Piller a un certo momento è arrivata ad affiancare in vetta la Park, ma il vento le ha fatto poi perdere la posizione. Per lei 68 (-3) colpi con cinque birdie e due bogey. Stesso score per Shanshan Feng con quattro birdie e un bogey.

Giulia Sergas ha lasciato tre colpi sulle prime quattro buche con un birdie, due bogey e un doppio bogey. Non si è più ripresa ed è arrivata a 77 (+6) colpi aggiungendo altri quattro bogey e un birdie.

Brutta partenza anche per Giulia Molinaro con un triplo bogey alla seconda buca. Resto del tracciato in par con tre birdie e tre bogey e 74(+3) colpi da aggiungere allo score.

Il torneo sulla RAI – La giornata finale della gara femminile sarà teletrasmessa dalla Rai con collegamento dalle ore 12 alle ore 21. Sul sito di Raisport ci sarà streaming integrale con la telecronaca di Maurizio Losa, mentre sui canali RAI (Rai 2, Raisport 1, Raisport 2) la trasmissione verrà alternata con gli altri avvenimenti della giornata.

 

I RISULTATI