fbpx

Qualifying School: Roberta Liti conquista la ‘carta’ per il LPGA Tour 2023

  12 Dicembre 2022 In primo piano
Condividi su:

In Alabama, nella finale disputata in due fasi sulla distanza di 144 buche, la proette toscana – con doppia laurea in Arizona – si è classificata 38ª. Successo della coreana Hae Ran Ryu

Roberta Liti si è classificata 38ª con 562 (-12) colpi nelle LPGA Q-Series e nella prossima stagione giocherà sul LPGA Tour. La finale, vinta con 545 (-29) dalla coreana Hae Ran Ryu, 21enne di Suwon, si è disputata sulla distanza di 144 buche, divise in due frazioni di 72. La prima fase si è svolta sui percorsi del Falls Course (par 71) e del Crossings Course (par 72) al Magnolia Grove GC di Mobile in Alabama, dove la Liti, con il 60° posto, è entrata tre le 75 ammesse alla seconda fase che si sono confrontate sui tracciati dell’Highland Oaks Golf Course (percorso ibrido ricavato da nove buche dell’Highlands e da nove del Marshwood, par 72) a Dothan, sempre in Alabama.

Dopo aver terminato il quinto round in 61ª posizione, la stessa da cui aveva cominciato gli otto giri, la Liti ha cambiato passo. Con un 68 (-4) nel sesto si è portata nella zona giusta della graduatoria (42ª) e con un 67 (-5) nel settimo ha consolidato la posizione (31ª). A quel punto le è bastato un 73 (+1, tre birdie, due bogey, un doppio bogey) per raggiungere l’ambito traguardo. L’azzurra ha iniziato la Qualifying School dallo Stage 2, superandolo con la 25ª piazza. Avrà la ‘carta’ categoria 15 per il tour maggiore e la categoria C (tempo pieno) nell’Epson Tour – dove ha giocato nelle ultime stagioni – come tutte le giocatrici che sono terminate tra il 21° e il 45° posto. Le prime 20 riceveranno la ‘carta’ categoria 14 per il LPGA Tour.

Roberta Liti, 27enne di Colle Val d’Elsa (Siena) con una doppia laurea in Business e Management conseguita in Arizona, si è messa in evidenza anche nelle edizioni del 2021 e del 2022 del Ladies Italian Open, classificandosi settima in entrambe le occasioni.

Hae Ran Ryu ha superato di due colpi Bailey Tardy, seconda con 547 (-27), la colombiana Valery Plata e la tedesca Aline Krauter, terze con 549 (-25). Tra le promosse a tempo pieno sul circuito 2023 la tedesca Isi Gabsa (9ª con 554, -20), la spagnola Laura Sobron Galmes e la marocchina Ines Laklalech, 12.e con 555 (-19), quest’ultima prima della sua nazione, ma anche del Nord Africa e delle regioni arabe ad approdare sul LPGA Tour, dopo essere stata anche la prima a vincere in stagione sul Ladies European Tour.

Nella foto, Roberta Liti