fbpx

QS Eurotour: buon avvio di Bergamaschi, a metà classifica Manassero e Migliozzi

Filippo Bergamaschi
  10 Novembre 2018 In primo piano
Condividi su:

Sui due percorsi del Lumine GC (Hills Course par 72, Lake Course par 71), a Tarragona, in Spagna, è iniziata la finale della Qualifying School dell’European Tour. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei due campi. Tre gli italiani in campo. Filippo Bergamaschi, 33° con “meno 4” (67, LC), Matteo Manassero, 76° con “meno 2” (70, HC) e Guido Migliozzi, 98° con “meno 1” (70, LC).

Al vertice con “meno 9” il tedesco Max Schmitt e l’inglese Daniel Gavins (entrambi 62, LC). In terza posizione con “meno 8” il dilettante norvegese Kristoffer Reitam e on quarta con “meno 7” il sudafricano Zander Lombard e l’inglese Chris Hanson (64, LC), l’australiano Deyen Lawson, il tedesco Bernd Ritthammer e lo spagnolo David Borda (65, HC).

Matteo Manassero, vincitore di quattro tornei in nove stagioni sull’European Tour, è terminato 122° nell’ordine di merito ed è stato costretto alla sua prima Qualifying School, esaurita l’esenzione che aveva ricevuto dopo l’ultimo dei suoi successi, quello nel BMW PGA Championship (2013). Nel suo score quattro birdie e due bogey. Filippo Bergamaschi (quattro birdie senza bogey) ha effettuato la stagione precedente sul Challenge Tour e Guido Migliozzi (cinque birdie, due bogey e un doppio bogey) sull’Alps Tour, dove si è imposto in due occasioni.

Si gioca sulla distanza di 108 buche: i primi 25 classificati avranno accesso all’European Tour 2019 con la categoria 17, mentre gli altri che supereranno il taglio dopo 72 buche riceveranno la categoria 22 per il Challenge Tour.

I RISULTATI