fbpx

Progetto “Golf è Donna”: al GC Margara la tavola rotonda “Golf, largo alle donne!”

  03 Giugno 2022 In primo piano
Condividi su:

Le opportunità professionali e le esperienze in campo dell’universo golf al femminile

La crescita del movimento femminile verso la Ryder Cup, i sogni dei talenti emergenti e le esperienze internazionali delle proette. E ancora: la programmazione tecnica della FIG, gli approfondimenti degli esponenti LET, DP World Tour e R&A, e tanti altri spunti di riflessione per la tavola rotonda “Golf, largo alle donne! Viaggio alla scoperta del Golf al femminile”.

Un meeting, ospitato dal Golf Club Margara durante il secondo round del Ladies Italian Open presented by Regione Piemonte e trasmesso in diretta sulla pagina facebook della Federazione Italiana Golf, che ha acceso i riflettori sul green “in rosa”.

La tavola rotonda, moderata dalla giornalista di GOLFTV Isabella Calogero, ha visto la partecipazione delle proette Virginia Elena Carta e Roberta Liti. Con loro anche le giovani azzurre della Squadra Nazionale Femminile Dilettanti: Benedetta Moresco, Francesca Fiorellini e Alessandra Fanali. Per la FIG presenti il Segretario Generale, Marta Maestroni e lo staff tecnico femminile con Matteo Delpodio, Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali FIG; Roberto Zappa, Commissario Tecnico della Squadra Nazionale Femminile Dilettanti; Diana Luna, Team Manager della Squadra Nazionale Femminile Professionisti; Anna Roscio, Team Manager della Squadra Nazionale Femminile Dilettanti. In rappresentanza del Ladies European Tour, è intervenuto Davide Lantos, Director of Tournament Operations LET. Per il DP World Tour e per R&A ha raccontato la propria esperienza Gaia Zonchello, Referee del DP World Tour.

Dalle proette alle amateur azzurre, le protagoniste si raccontano – Tra aneddoti, curiosità e consigli, Virginia Elena Carta e Roberta Liti hanno sfogliato il loro album golfistico soffermandosi sulle difficoltà di affrontare circuiti internazionali molto impegnativi come l’Epson Tour (il secondo circuito femminile statunitense dove la Liti ha collezionato numerose gare) e il Ladies European Tour (il più importante circuito femminile europeo che ha visto debuttare da pro Virginia Elena Carta proprio nel Ladies Italian Open di un anno fa). Benedetta Moresco, Francesca Fiorellini e Alessandra Fanali hanno svelato i propri sogni da amateur, con Junior Solheim Cup e Junior Ryder Cup tra i grandi obiettivi a breve termine.

La programmazione tecnica FIG, come scoprire e far crescere i talenti – I risultati sul campo in ambito internazionale sono il frutto di un lavoro che parte da lontano, con la FIG che ha impostato una programmazione tecnica mirata a far crescere la competitività delle azzurre. Diana Luna ha raccontato le sue esperienze vincenti da professionista (cinque successi sul LET, con il primato azzurro di due titoli consecutivi, e prima italiana a disputare la Solheim Cup nel 2009) e ha spiegato come è riuscita a portare avanti l’attività agonistica da mamma di due bambine. Anna Roscio, dopo aver condiviso la gioia per la nomina a vicecapitano del Team Europe del marito Edoardo Molinari, ha ripercorso il suo cambio di ruolo da giocatrice a Team Manager trasformando così la passione in una professione. Matteo Delpodio ha fatto il punto tecnico sulle squadre nazionali FIG, sottolineando anche lo sviluppo del settore paralimpico. Roberto Zappa ha caratterizzato il suo intervento con un focus sulla metodologia di allenamento in continua evoluzione sia per golfiste agoniste sia per giocatrici amatoriali.

LET, DP World Tour e R&A, il dietro le quinte del green – Non solo campo, il golf raccontato anche da una prospettiva istituzionale. Davide Lantos ha esposto la strategia di rilancio del LET e la soddisfazione per il raggiungimento di traguardi e trionfi come la Solheim Cup. Gaia Zonchello, grazie alle sue molteplici esperienze nel DP World Tour e nella R&A, ha messo in risalto come il golf possa offrire tante opportunità di lavoro anche fuori dalle corde.

Lo sviluppo del golf rosa attraverso progetti inclusivi e iniziative promozionali – La tavola rotonda si è chiusa con l’intervento di Marta Maestroni, Segretario Generale FIG, che ha esposto i numeri in rialzo relativamente ai tesseramenti (85.086 al 31 maggio 2022, + 4,63% rispetto a un anno fa). I dati parziali parlano di una crescita anche per quanto riguarda le donne (21.581 tesserate al 31 maggio 2022, + 6% rispetto alla stessa data del 2021) che rappresentano il 25,9% dei tesserati complessivi. Tante le iniziative FIG in atto, dal Progetto “Golf è donna” a”Golf4Autism” fino a “Prova il golf”, con quest’ultima che offre l’opportunità di una lezione gratuita nei circoli aderenti e il tesseramento al costo di 10 euro.