fbpx

PGA Tour-DP World Tour: 4 azzurri al Barracuda Championship

  13 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

In California scenderanno in campo Renato Paratore, Nino Bertasio, Francesco Laporta e Andrea Pavan

Quattro italiani al Barracuda Championship. Sono Renato Paratore, Nino Bertasio, Francesco Laporta e Andrea Pavan, in gara dal 14 al 17 luglio al Tahoe Mt. Club (Old Greenwood) di Truckee in California. Un fatto inusuale che nasce dalla collaborazione iniziata tra PGA Tour e DP World Tour e che apre scenari nuovi soprattutto ai giocatori del circuito continentale con 44 nel field in tale occasione. Insieme agli azzurri, tra gli altri, lo svedese Alex Noren, il danese Rasmus Hojgaard, il cinese Ashun Wu, il sudafricano Justin Walters, il portoghese Ricardo Gouveia e i tedeschi Matti Schmid e Hurly Long.

Tra i golfisti del tour americano ve ne sono alcuni con un buon palmarès come Brandt Snedeker e Jay Haas  (per entrambi una FedEx Cup) e Jason Dufner (un major). Con loro Sean O’Hair, Charles Howell III, Kevin Tway, Trey Mullinax, vincitore del precedente Barbasol Championship, il canadese David Hearn e i coreani Sangmoon Bae e Sung Kang.

Nel torneo giunto alla 24ª edizione il primo a firmare l’albo d’oro nel 1999 è stato Notah Begay III, noto soprattutto per essere di origine navajo, poi nel 2019 Collin Morikawa ha siglato il primo successo in carriera. E’ assente il sudafricano Erik van Rooyen, campione in carica e impegnato nel 150° The Open, ma vi saranno nove past winner: Richy Werenski (2020), Andrew Putnam (2018), Chris Stroud (2017), gli australiani Greg Chalmers (2016) e Geoff Ogilvy (2014), J.J. Henry (2012-2015), che ha ricevuto un invito dello sponsor, Scott Piercy (2011), Parker McLachlin (2008) e Vaughn Taylor (2004-2005, unica doppietta consecutiva).

Paratore proverà a riscattare l’uscita al taglio della scorsa settimana. Ha già fatto apparizioni negli Stati Uniti, in particolare in due US Open (31° nel 2020 e out nel 2019), così come ha partecipato ad altri eventi Andrea Pavan. Sarà, comunque, una bella esperienza per Nino Bertasio e Francesco Laporta.

Il torneo si svolge con una formula stableford modificata. Saranno assegnati otto punti per un albatross, cinque punti per un eagle, due per un birdie, nessuno per il par, mentre verranno tolti un punto per il bogey e tre per il doppio bogey o altro.

Il montepremi è di 3.700.000 dollari, con prima moneta di 666.000 dollari, notevolmente più basso della media statunitense, ma è l’unica differenza con le altre gare, perché in caso di successo i benefici saranno gli stessi con, in particolare, l’esenzione su entrambi i tour.

Il torneo in diretta su GOLFTV e su Eurosport 2 – Il Barracuda Championship verrà trasmesso in diretta su GOLFTV e su Eurosport 2 per tutte le giornate di gara dalle ore 24:00 alle 3:00.  Commento tecnico di Matteo Delpodio e Alessandro Bellicini.

Nella foto, Francesco Laporta