Monday news: Eurotour, Migliozzi 15/o alle Canarie. LPGA: Molinaro 42/a a Los Angeles

  26 Aprile 2021 In primo piano
Condividi su:

Eurotour: Higgo vince alle Canarie, Migliozzi 15/o

LPGA: Henderson festeggia, Molinaro 42esima a Los Angeles

Sudafricani protagonisti, sul Challenge Tour Stone la spunta al play-off. Sottotono gli azzurri

Symetra; ad Hurricane titolo a Tardy, Liti out al taglio

Il successo di Garrick Higgo a Las Palmas (Spagna) nel Gran Canaria Lopesan Open chiuso al 15/o posto da Guido Migliozzi, il migliore tra gli azzurri nel torneo dell’European Tour. E poi l’exploit di un altro giocatore sudafricano, Brandon Stone, che ha vinto in casa il Limpopo Championship, evento d’apertura del Challenge Tour – in combinata con il Sunshine Tour – dove sono tutti usciti al taglio i quattro italiani in gara. Quindi il trionfo in volata della canadese Brooke Mackenzie Henderson che, in California, ha fatto suo l’Hugel-Air Premia LA Open, appuntamento del LPGA Tour che ha visto Giulia Molinaro stanziarsi al 42/o posto. E infine il Copper Rock Championship che, ad Hurricane (Stati Uniti), ha evidenziato il primo titolo sul secondo circuito statunitense femminile di Bailey Tardy e l’uscita di scena, a metà gara, di Roberta Liti.

Dall’Eurotour al Challenge Tour, dal LPGA Tour al Symetra Tour, questi i risultati ottenuti dai professionisti azzurri e dalle proette azzurre sui quattro, differenti, circuiti internazionali.

EUROPEAN TOUR, MIGLIOZZI IL MIGLIORE TRA GLI AZZURRI – Runner up al Qatar Masters Migliozzi (nella foto) ha sfiorato un’altra Top 10 chiudendo il Gran Canaria Lopesan Open al 15/o posto con 265 (70 64 62 69, -15) colpi. Il vicentino ha pagato a caro prezzo un primo round sottotono. Poi, dopo una bella rimonta nel secondo e nel terzo (settimo), nel quarto giro ha realizzato un birdie (alla 4) con 17 buche in par. Dietro di lui il bresciano Nino Bertasio, 38/o con 268 (69 63 68 68, -12) davanti a Francesco Laporta, 30enne di Castellana Grotte (Bari), 62/o con 272 (66 68 69 69, -8). Non hanno invece superato il taglio Edoardo Molinari, 100/o con 137 (69 68, -3), Lorenzo Gagli, 133/o con 140 (67 73, par), e Andrea Pavan, 150/o con 146 (78 68, +6).

Per Higgo è la seconda vittoria sull’European Tour – A sua insaputa Higgo al Gran Canaria Lopesan Open ha fatto la storia facendo registrare la 500esima vittoria sull’European Tour da parte di ex giocatori del Challenge. Al Meloneras Golf (par 70) il 21enne di Johannesburg con un parziale finale bogey free (con cinque birdie e un eagle) chiuso in 63 (-7) su un totale di 255 (65 64 63 63, -25) colpi, ha respinto gli assalti di Maximilian Kieffer, ancora una volta runner up con 258 (-22). Già la settimana scorsa il tedesco aveva chiuso l’Austrian Open al secondo posto (dopo un play-off con John Catlin). Mentre s’è piazzato terzo (259, -21) il danese Jeff Winther.

Per Higgo è il secondo titolo in carriera sull’European Tour dopo quello di settembre 2020 nell’Open de Portugal. Nel palmares per il sudafricano anche due successi sul Sunshine Tour e uno sul Big Easy Tour. L’exploit alle Canarie ha permesso a Higgo di entrare nella Top 100 del ranking mondiale passando dalla 110/a alla 65/a posizione e di incassare un assegno di 230.500 euro a fronte di un montepremi complessivo di 1.500.000.

ANCHE SUL CHALLENGE SUCCESSO (E DOMINIO) SUDAFRICANO – Da Garrick Higgo a Brandon Stone. Non solo sull’Eurotour, anche sul Challenge è arrivato il successo di un giocatore sudafricano. Con Stone che, all’Euphoria GC (par 72) di Modimolle, ha vinto il torneo con 280 (72 69 69 70, -8) colpi dopo un play-off a quattro che ha visto coinvolti solo giocatori locali. E alla fine a spuntarla è stato Stone che ha superato con un birdie Hennie Du Plessis, Daniel Van Tonder e Oliver Bekker. E’ il primo titolo sul Challenge Tour per il 28enne di Rustenburg, tra i favoriti della vigilia, che già ne aveva collezionati tre sull’Eurotour.

Gli italiani sottotono – Torneo da dimenticare in fretta per i 4 italiani in gara, tutti out al taglio. Sfortunato Enrico Di Nitto, 65/o con 144 (71 73, par) e fuori per un solo colpo. Niente da fare neanche per Aron Zemmer, 89/o con 146 (+2), Federico Maccario, 124/o con 149 (76 73, +5), ed Edoardo Raffaele Lipparelli, 147/o con 159 (82 77, +15).

LPGA TOUR, HENDERSON TRIONFA AL FOTOFINISH – A Los Angeles Brooke Mackenzie Henderson ha conquistato in rimonta, con 268 (69 65 67 67, -16) colpi, l’Hugel-Air Premia LA Open. Per la canadese è il decimo titolo (cifra comprensiva di un Major) sul LPGA Tour. La 23enne di Smith Falls ha superato al fotofinish l’americana Jessica Korda, seconda (dopo essere stata in testa alla classifica nei primi tre round) con 269 (-15). Terzo posto (270, -14) per la sudcoreana Jin Young Ko (numero 1 mondiale) e l’australiana Hannah Green. Per la Henderson, che ha rappresentato il Canada alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 (settimo posto), è la prima vittoria dal giugno 2019 (Meijer LPGA Classic).

Molinaro 42/a dopo un bel finale – Con un totale di 284 (70 70 75 69, par) colpi, sul percorso del Wilshire Country Club (par 71), ha ottenuto un 42/o posto Giulia Molinaro, che ha concluso la sua gara in crescendo, con un parziale di 69 (-2) avvalorato da 4 birdie e macchiato da due bogey.

SYMETRA TOUR, LA PRIMA VOLTA DI BAILEY TARDY – Ad Hurricane (nella contea di Washington, Stato dello Utah), nel Copper Rock Championship, Bailey Tardy ha festeggiato il primo titolo in carriera sul Symetra Tour. La 24enne di Norcross (Georgia, Stati Uniti) con uno score di 206 (66 70 70, -10) ha superato la concorrenza della connazionale Samantha Wagner e della canadese Maude-Aimee Leblanc, entrambe 2/e con 209 (-7). Non è andata oltre il 17/o posto (219, +3) la cinese Ruixin Liu – per lei già due successi in stagione – crollata nel giro finale.

E’ finita dopo 36 buche la gara di Roberta Liti, out al taglio – Dopo il sesto posto nel Casino Del Sol Classic è uscita al taglio Roberta Liti, 79/a con 150 (76 74, +6). Nel secondo round la 25enne toscana ha realizzato anche un eagle (con due birdie), ma sono stati sei i bogey commessi.