fbpx

Junior Ryder Cup: Emilie A. Paltrinieri e Alessia Nobilio nel team europeo

  21 Agosto 2018 In primo piano
Condividi su:

Emilie Alba Paltrinieri e Alessia Nobilio faranno parte del team europeo nella Junior Ryder Cup, la sfida fra i 12 migliori under 18 europei e i 12 migliori under 18 americani in programma dal 24 al 25 settembre al Golf Disneyland di Parigi. Mentre cresce l’attesa per l’ufficializzazione dei componenti delle due squadre che giocheranno la Ryder Cup al Le Golf National di Parigi dal 28 al 30 settembre, la Junior Ryder Cup si tinge d’azzurro e dà nuovo impulso al momento d’oro del golf italiano.

Dopo le imprese di Francesco Molinari – tra i protagonisti più attesi a Parigi – la presenza di due giocatrici italiane nella selezione europea e la nomina come Vice Capitana di Anna Roscio, Coordinatrice delle Squadre Nazionali Femminili Dilettanti, sono motivo di orgoglio per la Federazione Italiana Golf.

Si conferma così l’ottimo lavoro intrapreso da tutto il Settore Tecnico federale, a testimonianza della grande attenzione della FIG verso i giovani lungo il cammino che porta alla Ryder Cup 2022.

Il bis di Emilie e il debutto di Alessia – Per le due dilettanti italiane, campionesse d’Europa 2018 con la Squadra Girls, la partecipazione alla Junior Ryder Cup sarà un’esperienza che accrescerà ulteriormente il loro livello di competitività. Emilie Alba Paltrinieri, nata a Parigi nel 2001 e tesserata per il circolo veneto Villa Condulmer, sarà alla seconda presenza nella manifestazione, dopo la prima nel 2016. Alessia Nobilio, milanese classe 2001 tesserata per il Golf Club Ambrosiano, farà invece il suo esordio nella sfida Europa-USA.

I due team – Insieme alle due azzurre, saranno nel team continentale, affidato alla capitana Maïtena Alsuguren, l’austriaca Emma Spitz, l’inglese Annabell Fuller, le svedesi Amanda Linner e Ingrid Lindblad, gli spagnoli David Puig e Eduard Rousaud Sabate, gli inglesi Conor Gough e Robin Williams e i gemelli danesi Nicolai e Rasmus Hojgaard. Sarà la seconda volta di due gemelli in campo dopo la partecipazione nel 2008 delle irlandesi Lisa e Leona Maguire.

La formazione statunitense, diretta da Allen Wronowski, sarà composta dai Boys Akshay Bhatia, Canon Claycomb, Michael Thorbjornsen, Ricky Castillo, William Moll e Cole Ponich e dalle Girls Lucy Li, Yealimi Noh, Rose Zhang, Rachel Heck, Erica Shepherd e Alexa Pano.

Europa in cerca di rivincita – Dopo cinque vittorie consecutive degli Stati Uniti, l’ultima per 15,5-8,5 all’Interlachen GC in Minnesota nel 2016, l’Europa proverà a invertire la tendenza. Il bilancio, dopo dieci edizioni, è di sei successi degli Stati Uniti, due dell’Europa e due pareggi. Si giocherà con un format ispirato alla Ryder Cup: sei foursomes nella prima giornata, tre con coppie di ragazzi e tre con coppie di ragazze e altri sei match fourballs con sei coppie miste. Nella seconda giornata dodici singoli. La competizione, che negli anni ha visto esibirsi, tra gli altri, Rory McIlroy, Sergio Garcia, Jordan Spieth, Justin Thomas e fra le donne Lexi Thompson e Suzann Pettersen, metterà a confronto i campioni del futuro.