Italian Pro Tour: Campionato Nazionale Open, Manassero in testa dopo il 1/o round

  08 Aprile 2021 In primo piano
Condividi su:

In Abruzzo, al Miglianico Golf & Country Club, l’atleta veneto parte forte nella prima gara 2021 del circuito nazionale e internazionale della FIG. Bene gli amateur: Bregoli è secondo. Abbà, Fallotico e Romano terzi al fianco del pro Cianchetti

Al Miglianico Golf & Country Club (par 71) di Miglianico (Chieti) il Campionato Nazionale Open è iniziato nel segno dell’uomo più atteso: Matteo Manassero (nella foto). L’atleta veneto, con un parziale di 66 (-5) colpi, ha chiuso il round d’apertura del primo evento stagionale dell’Italian Pro Tour – il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG, arrivato alla 15esima stagione – al comando della classifica.

La classifica dopo il primo giro, brillano gli amateur – Manassero, 27enne (ne festeggerà 28 il 19 aprile) di Negrar (Verona), dopo 18 buche giocate (su un totale di 72) ha un colpo di vantaggio sul giovane amateur Riccardo Bregoli, secondo con 67 (-4). Davvero un ottimo inizio per i dilettanti: Francesco Abbà, Lucas Nicolas Fallotico (vincitore quest’anno dello Spanish International Amateur Championship) e Andrea Romano condividono la terza posizione (68, -3) al fianco del pro Luca Cianchetti. Settima piazza (69, -2) per otto giocatori: Ludovico Addabbo, Nicola Maestroni, Filippo Bergamaschi (vincitore nel 2016), Aron Zemmer, Riccardo Baldissoni e gli amateur Massimiliano Campigli, Manfredi Manica e Flavio Michetti.

Per Castagnara, campione in carica, inizio in salita – Nell’81/a edizione del torneo inizio in salita per Giulio Castagnara. Campione in carica, il 26enne nato a Pordenone è 70/o con 76 (+5).

Perrino in gara, il golf sport sempre più inclusivo – In ritardo anche il dilettante Gregorio De Leo che, dopo il successo ai Campionati Internazionali d’Italia e due Top 10 in altrettante gare sull’Alps Tour 2021, è 79/o (77, +6) al fianco, tra gli altri, di Tommaso Perrino, golfista paralimpico che, nel 2020, ha partecipato al 77° Open d’Italia. Coronando un sogno cullato fin da bambino e confermando la forza inclusiva di uno sport, il golf, che va oltre ogni barriera.

Le dichiarazioni del leader, Manassero – “Sono contento. E’ stato un bel giro con qualche errore all’inizio ma alla fine ho portato un buon score e questo mi rende soddisfatto. Dalla buca 3 in poi ho giocato un ottimo golf senza farmi influenzare da un avvio complicato. Il vento non è stato facile da affrontare, questo è un campo delicato dove devi prestare molta attenzione e stare sempre sul pezzo. E’ solo l’inizio e adesso guardo già a domani, sarei ovviamente felice di iscrivere il mio nome sull’albo d’oro ma la strada è ancora lunga”. Queste le dichiarazioni di Manassero che, nelle prime gare del 2021, ha ottenuto due secondi posti sull’Alps Tour che gli hanno permesso di diventare il leader dell’ordine di merito del terzo circuito europeo.

Formula di gioco e montepremi – L’evento si disputa sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 40 classificati, più i pari merito al 40/o posto, e i dilettanti il cui punteggio non sarà superiore a quello del 40/o professionista classificato. Il Campionato Nazionale Open mette in palio un montepremi di 50.000 euro (con prima moneta di 7.250).

La sicurezza al primo posto, il torneo a porte chiuse – Il Campionato Nazionale Open, visto il perdurare dell’emergenza sanitaria, si gioca a porte chiuse, rispettando il distanziamento sociale e le norme di sicurezza emanate dalla Federazione Italiana Golf per fronteggiare il Coronavirus.

Gli Sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto di DS Automobiles (Main Sponsor); Fideuram (Official Bank); Kappa, Eureco (Official Supplier); Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Official advisor: Infront.

Social Partner – Il circuito sostiene Sport Senza Frontiere Onlus che da anni porta avanti un progetto di inclusione sociale attraverso il golf.

Il percorso di gara – Il tracciato di 18 buche, lungo 5.875 metri, che si snoda tra uliveti, vigneti, bunker e laghi artificiali, conferisce al campo del Miglianico Golf & Country Club una personalità unica. Progettato da Ronald Kirby, uno dei più famosi architetti americani del golf, il percorso è di notevole interesse, sia dal punto di vista tecnico che per quanto riguarda la godibilità dell’atmosfera. Ha già ospitato negli anni, oltre ai Giochi del Mediterraneo nel 2009, gare dell’Alps Tour. E dal 22 al 24 aprile accoglierà l’Abruzzo Alps Open (Alps Tour e Italian Pro Tour). Per la prima volta il Campionato Nazionale Open si gioca al Miglianico Golf & Country Club.