fbpx

Italian Challenge Open by Cashback World: Soderberg solitario

Sebastian Soderberg (Foto Bellicini)
  13 Luglio 2018 In primo piano
Condividi su:

Lo svedese Sebastian Soderberg è rimasto da solo al comando con 131 (64 67, -11) colpi nell’Italian Challenge Open presented by Cashback World, torneo in calendario nel Challenge Tour europeo e nell’Italian Pro Tour Banca Generali Private che si sta svolgendo sull’impegnativo percorso del Circolo Golf Is Molas a Pula (CA). Sono rimasti in gara Filippo Bergamaschi (67 73) e Francesco Laporta (73 67) 48.i con 140 (-2), mentre sono usciti al taglio gli altri italiani.

Sodergerg ha due colpi di margine sull’inglese Jack Senior e sullo svedese Niklas Lemke (133, -9). Al quarto posto con 134 (-8) il norvegese Eirik Tage Johansen e al quinto con 135 (-7) il francese Victor Perez, l’irlandese Ruaidhri McGee, il portoghese José Filipe Lima e il finlandese Antti Ahokas. Tra i nove azzurri usciti ricordiamo Enrico Di Nitto e Guido Migliozzi, 64.i con 141 (-1) e fuori per un solo colpo, Luca Cianchetti e Alessandro Tadini, 77.i con 142 (par) due colpi oltre il limite di qualifica.

Il taglio ha lasciato in gara 63 concorrenti che nei due giri finali si contenderanno il montepremi è di 300.000 euro con prima moneta di 48.000 euro. Ingresso libero per il pubblico.

L’intervista – Francesco Laporta ha tenuto bene il campo e ha rimontato 69 posizioni con cinque birdie e un bogey per il 67 (-4). “E’ andata abbastanza bene. Ieri – ha dichiarato – ho faticato un po’ e anche oggi sulle prime nove buche le cose non sono andate al meglio, poi tutto è cambiato. Nel finale si è alzato il vento e ha complicato il gioco, ma il ‘meno 4’ non è certo da disprezzare. Il campo si sta indurendo e nei prossimi giorni sarà un problema pe tutti”. Sebastian Soderberg (nella foto di Bellicini), 28enne di Eksjo con un successo datato 2016, ha girato con lo stesso 67 frutto di sei birdie e di due bogey.

Gli sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto del title sponsor Banca Generali Private; del main sponsor BMW; degli Official Sponsor Casa Vinicola Errico, Cashback World. Official Supplier: Kappa, Frecciarossa, WindTre, Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale. Charity partner: Fondazione Tommasino Bacciotti Title sponsor del torneo: Cashback World. Official Advisor: Infront.

Italian Pro Tour Banca Generali Private – Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022 – con la collaborazione di Infront Sport & Media, Official Advisor della FIG – la stagione dell’Italian Pro Tour Banca Generali Private, il circuito delle gare nazionali e internazionali della FIG, è caratterizzata da sette tornei. L’Italian Challenge Open presented by Cashback World è il quarto di un percorso che, dopo aver toccato in precedenza l’Emilia Romagna (Campionato Nazionale Open), il Friuli (Senior Italian Open by Villaverde H&R), la Lombardia (Memorial Giorgio Bordoni by AON) e ora la Sardegna, farà tappa successivamente in Piemonte, Valle d’Aosta e Abruzzo, dimostrando come il cammino del golf italiano verso la Ryder Cup 2022 coinvolgerà tutta la nazione.

Progetto Is Molas Resort – Per poter sfruttare e godere maggiormente lo splendido scenario nel quale è inserito, all’interno dell’Is Molas Resort è stato avviato un nuovo importante progetto di sviluppo immobiliare. Il progetto comprende la realizzazione di un nuovo percorso da golf disegnato dal celebre campione e architetto di campi da golf, Gary Player, una nuova club house, oltre a un progetto residenziale disegnato dagli architetti di fama mondiale Massimiliano e Doriana Fuksas, il tutto promosso e sviluppato da IMMSI S.p.A., holding industriale con un giro di affari di oltre un miliardo di euro, attiva nel settore industriale, nella cantieristica navale e nel real estate.

Il progetto residenziale Is Molas Resort prevede la realizzazione di quattro differenti tipologie di ville, ideate come “sculture abitate”, perfettamente inserite nel paesaggio della splendida cornice del parco montano che insiste sulla costa con una vista panoramica unica che si estende dal campo da golf al mare. Le ville saranno costruite su una superficie di oltre 150 ettari e sono anch’esse un esempio di bioarchitettura: per la loro realizzazione sono infatti impiegati prevalentemente materiali di origine naturale e di produzione locale che contribuiscono al corretto inserimento del costruito nel particolare contesto naturale. Ad oggi è stato già completato il primo lotto di 15 unità.

 

I RISULTATI