fbpx

Il premio “Pietro Calabrese” a Franco Chimenti e Gian Paolo Montali

  08 Giugno 2022 In primo piano
Condividi su:

 

Il Presidente FIG e il Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2023 hanno ricevuto a Soriano nel Cimino
il prestigioso riconoscimento dedicato allo sport e alla cultura

Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf e Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2023, hanno ricevuto a Soriano nel Cimino (Viterbo) il premio “Pietro Calabrese”, prestigioso riconoscimento – in memoria del compianto giornalista, Direttore de Il Messaggero, Panorama e la Gazzetta dello Sport – per le personalità di spicco del panorama sportivo italiano.

L’onorificenza conferita a Franco Chimenti e Gian Paolo Montali è motivo di orgoglio per la Federazione Italiana Golf, che è impegnata in un percorso di crescita e sviluppo del movimento verso la Ryder Cup 2023, la sfida Europa-Usa in programma al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma) dal 29 settembre al primo ottobre 2023.

L’evento, ideato da Antonio Agnocchetti e promosso in partecipazione con il Comune di Soriano nel Cimino e con L’ANCos Confartigianato, ha il patrocinio di CONI, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Calcio Serie A, Lega Calcio Serie B, Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti e della Regione Lazio, i cui presidenti fanno parte del comitato d’onore.

L’undicesima edizione del Premio dedicato a sport e cultura, condotta dai giornalisti Giuseppe Di Piazza del Corriere della Sera e Valentina Caruso di Sky Sport, ha visto premiati anche Paolo Mieli, saggista e opinionista, i direttori Massimo Martinelli del Messaggero e Andrea Pucci di TGCOM 24, la scrittrice Susanna Tamaro, il prefetto Francesco Tagliente, il generale Vincenzo Parrinello, la giornalista di Sky sport Vanessa Leonardi e Francesco Rutelli politico e scrittore, presidente Anica.
Premiati pure il tecnico del Sassuolo Calcio, Alessio Dionisi, i campioni olimpionici Antonella Palmisano, Francesca Lollobrigida, Giorgia Bordignon e Domenik Fischnaller e, quale riconoscimento alla carriera il giornalista, l’ex attaccante della Lazio, Tommaso Rocchi, e l’opinionista e scrittore, Franco Melli.