fbpx

European Tour: a Dubai Collin Morikawa si prende tutto

  21 Novembre 2021 In primo piano
Condividi su:

Il californiano conquista il DP World Tour Championship e diventa il primo statunitense a vincere la Race to Dubai, l’ordine di merito del circuito

Nell’ultimo torneo della stagione Migliozzi si piazza 37/o. Laporta chiude 46/o

Un anno indimenticabile per Collin Morikawa, che chiude una stagione memorabile mettendo la ciliegina sulla torta grazie alla vittoria al DP World Tour Championship, quarto torneo delle Rolex Series e quarantesimo ed ultimo appuntamento dell’European Tour 2021. L’evento si è svolto a Dubai, sul percorso del Jumeirah Golf Estates (Earth Course, par 72) e lo statunitense si è imposto con un totale di 271 (68 68 69 66, -17) colpi davanti al campione in carica Matt Fitzpatrick (vincitore anche nel 2016) e ad Alexander Bjork, secondi con 274 (-14). Il 24enne di Los Angeles ha cambiato marcia dopo il secondo round e grazie agli ultimi due giri ‘bogey free’ ha ribadito la sua leadership e conquistato l’ordine di merito dell’European Tour aggiudicandosi così la “Race to Dubai” diventando il primo americano a riuscire in questa impresa. In seconda posizione della ‘money list’ si è piazzato un altro statunitense: Billy Horschel. Terzo posto per lo spagnolo Jon Rahm, numero uno del ranking mondiale e grande assente del torneo. 

Due gli azzurri che hanno partecipato all’ultima gara stagionale del principale circuito europeo maschile: Guido Migliozzi e Francesco Laporta. Il vicentino, grazie ad un ultimo round ‘bogey free’, ha risalito dieci posizioni chiudendo al 37/o posto con lo score di 283 (73 73 70 67, -5). Il pugliese, invece, si è piazzato 46/o con 287 (71 74 72 70, -1). La stagione sull’European Tour (che dal 2022 verrà sostituito dal DP World Tour) dei due italiani si è conclusa con il 16/o posto nell’ordine di merito per Migliozzi e il 41/o per Laporta. 

Collin Morikawa, grazie a questo successo, incassa un assegno di 2.640.975 euro su un montepremi complessivo di 9.000.000 dollari, il più alto nella storia della competizione. Anno straordinario per il californiano, che non è più solo il primo ed unico giocatore ad aver vinto al debutto il PGA Championship (nell’agosto del 2020) e l’Open Championship (nel luglio del 2021), ma è anche il primo americano ad essere incoronato quale miglior giocatore sull’European Tour. 

EDGA DUBAI FINALE, PERRINO CHIUDE 5/O – A Dubai è andato in scena anche l’EDGA Dubai Finale, evento riservato a otto tra i migliori golfisti diversamente abili nella classifica WR4GD che si è svolto con la formula Stroke Play sulla distanza di 36 buche. A vincere è stato l’irlandese Brendan Lawlor con un totale di 143 (70 73, -1) colpi davanti al canadese Kurtis Barkley, secondo con 147 (+3), e ai britannici Kipp Popert e Mike Brown, terzi con 150 (+6). Tommaso Perrino, unico azzurro in gara, ha chiuso con un buon 5/o posto e uno score di 152 (73 79, +8). Il livornese, Commissario Tecnico della Squadra Nazionale Paralimpica Maschile e Femminile della FIG, quest’anno è stato il trionfatore assoluto dell’Open d’Italia Disabili Sanofi Genzyme dove s’è confermato campione, conquistando anche il titolo italiano. Il toscano nel 2020 e nel 2021 ha giocato anche l’Open d’Italia al fianco dei migliori giocatori dell’European Tour, dimostrando l’inclusività del golf.

Nella foto, Collin Morikawa (Credit: Getty Images)