European Ladies’ Amateur Championship, Fagersten in testa. La Nobilio è 5/a

  21 Luglio 2021 In primo piano
Condividi su:

Al Royal Park I Roveri (par 72) di Fiano Torinese grande inizio per la svedese. La milanese è la migliore tra le azzurre dopo il primo round

Dopo il 3/o posto al Roma Alps Letas Open ancora una ottima prova per Alessia Nobilio che, al Royal Park I Roveri (par 72) di Fiano Torinese (Torino) chiude il primo round dell’European Ladies’ Amateur Championship (21-24 luglio) al 5/o posto. La milanese, con un parziale di 69 (-3), è a tre colpi dalla vetta occupata dalla svedese Ester Fagersten, da sola in testa con 66 (-6) grazie a una prova avvalorata da 7 birdie e macchiata da un bogey.

Il campionato europeo individuale femminile, arrivato alla 34esima edizione, in Piemonte è iniziato all’insegna dello spettacolo e dell’equilibrio. Al secondo posto, con un parziale di 68 (-4), ecco la svedese Sara Kjellker, la tedesca Paula Kirner e la ceca Jana Melichova. Stesso score della Nobilio, tra le altre, per la svedese Linn Grant (prima nell’European Amateur Golf Ranking e tra le favorite della vigilia) e per la tedesca Paula Schulz-Hanssen, campionessa in carica.

Dodici le azzurre convocate –  assistite da Anna Roscio, Team Manager della Squadra Nazionale Femminile Dilettanti, Roberto Zappa, Commissario Tecnico della Squadra Nazionale Femminile Dilettanti, e dall’Allenatore federale Stefano Soffietti – su un totale di 18 in gara (sei partecipano a titolo individuale). E se la Nobilio fin qui è stata la migliore, realizzando 4 birdie (con un bogey), l’European Ladies’ Amateur Championship è cominciato bene pure per Giulia Bellini, 11/a con 70 (-2) e protagonista di 4 birdie con due bogey. Mentre è 16/a con 71 (-1) Carolina Melgrati che precede in classifica Matilde Innocenti Angelini, 26/a con 72 (par). Charlotte Cattaneo, Alessandra Fanali, Clara Manzalini e Francesca Santoni, tutte 37/e con 73 (+1), hanno un colpo di vantaggio su Caterina Don, medaglia di bronzo nel 2019, Benedetta Moresco e Anna Zanusso, 50/e con 74 (+2).

I successi italiani – Dal 1986 (anno della prima edizione) quattro i successi italiani, tutti arrivati consecutivamente dal 1996 al 1999, firmati da Silvia Cavalleri (a segno nel 1996 e nel 1997), Giulia Sergas (1998) e Sophie Sandolo (1999). Ventidue anni dopo l’ultima volta le azzurre sognano l’impresa. Nell’ottobre 2020 a Lubiana (Slovenia), Nobilio e Fanali, entrambe 13/e, sono state le migliori italiane in gara. Mentre nel 2019 la Don ha sfiorato l’impresa a Boone (Inghilterra) conquistando la medaglia di bronzo davanti alla Bossi, quinta.

Nella foto, Alessia Nobilio