fbpx

DP World Tour: South African Open e Australian Open con quattro azzurri

  30 Novembre 2022 In primo piano
Condividi su:

Nel primo dei due tornei di lunga tradizione saranno in gara Edoardo Molinari, Renato Paratore e Francesco Laporta e nel secondo Andrea Pavan

Edoardo Molinari, Renato Paratore e Francesco Laporta saranno nel field dell’Investec South African Open Championship (1-4 dicembre), evento organizzato in collaborazione tra DP World Tour e Sunshine Tour che avrà luogo al Blair Atholl Golf & Equestrian Estate, a Lanseria, nei pressi di Johannesburg.

L’Investec South African Open Championship è un torneo di grande tradizione, nato nel 1903 e giunto alla 112ª edizione, che tutti i giocatori di casa vorrebbero avere nel loro palmarès. E non è un caso se il campione simbolo del Sudafrica, Gary Player, lo abbia vinto per ben 13 volte, tra il 1956 e il 1981, e se altri due grandi lo seguano nell’albo d’oro, Bobby Locke con 9 successi, tra il 1935 e il 1955, e Sid Brews con 8, tra il 1925 e il 1952.

Difenderà il titolo, e sicuramente lo farà con grande determinazione, Daniel Van Tonder, 31enne di Soweto, otto vittorie sul Sunshine Tour e una sul DP World Tour, che avrà tra i più agguerriti avversari proprio i suoi connazionali tra i quali ricordiamo Charl Schwartzel, Branden Grace (suo il titolo nel 2020), Dylan Frittelli, Dean Burmester, Thriston Lawrence, Hennie Du Plessis, Zander Lombard e Louis De Jager, per citarne alcuni. Proveranno a sovvertire le previsioni della vigilia, che sono tutte in chiave sudafricana, gli spagnoli Jorge Campillo e Adrian Otaegui, lo scozzese Scott Jamieson, gli inglesi Marcus Armitage e Dale Whitnell, lo statunitense Sean Crocker e il cinese Ashun Wu. Da seguire il 23enne neopro inglese Dan Bradbury che domenica scorsa si è imposto nel Joburg Open, la sua terza gara disputata sul DP World Tour dove è entrato a pieno titolo. Oltre a Van Tonder e a Grace vi saranno altri quattro past winner: l’inglese Graeme Storm (2017) e i sudafricani Brandon Stone (2016), Hennie Otto (2011), due Open d’Italia per lui (2008, 2014), e Richard Sterne (2008).

Molinari è alla prima gara nel circuito continentale 2023, iniziato come di consueto con anticipo sull’anno solare. Vice capitano nel Team Europe, con Thomas Bjorn e con Nicolas Colsaerts per la Ryder Cup 2023, proverà a dare seguito alle buone prove della stagione precedente. Laporta, entrato nel field con il secondo posto nella qualifica, e Paratore hanno debuttato la scorsa settimana con un buon esito, classificandosi rispettivamente al 13° e al 33° posto. Il montepremi è di 1,500,000 dollari (circa 1.440.000 euro).

Il torneo su Discovery Plus – L’Investec South African Open Championship sarà teletrasmesso su Discovery Plus con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 1° dicembre e venerdì 2, dalle ore 11 alle ore 16; sabato 3 e domenica 4, dalle ore 10,30 alle ore 15,30. Commento di Silvio Grappasonni e di Isabella Calogero.

 

ANDREA PAVAN ALL’AUSTRALIAN OPEN – Seconda gara consecutiva in Australia per Andrea Pavan che prende parte all’ISPS HANDA Australian Open, la prestigiosa gara, giunta alla 105ª edizione, in calendario nel DP World Tour 2023 e organizzata in collaborazione con la PGA of Australia dal 1° al 4 dicembre. Sui percorsi del Victoria Golf Club e del Kingston Heath GC, a Melbourne, difende il titolo conquistato nel 2019 (nei due anni successivi stop per la pandemia) l’australiano Matt Jones, 42enne di Sydney a segno anche nel 2015, che vanta pure due successi sul PGA Tour dove svolge prevalentemente la sua attività.

Fari puntati, però, su Cameron Smith, numero tre mondiale e dominatore la scorsa settimana dell’Australian PGA Championship, che si propone nuovamente come grande favorito in un field dove figurano coloro che hanno provato a tenergli testa nell’occasione: Jason Scrivener e il giapponese Ryo Hisatsune, secondi, Min Woo Lee e l’inglese John Parry, quarti.

Tra gli altri concorrenti che possono puntare in alto gli australiani Adam Scott, atteso alla prova dopo il 28° posto di domenica scorsa e vincitore di questo evento nel 2009, Marc Leishman, Wade Ormsby e Daniel Hillier, il neozelandese Ryan Fox, secondo nella money list del DP World Tour 2022, i gemelli danesi Rasmus e Nicolai Hojgaard, il giapponese Masahiro Kawamura, lo spagnolo Alejandro Cañizares e gli inglesi Tom Lewis e David Howell. Quest’ultimo è il secondo, con 708, per numero di gare disputate sul circuito continentale e mira a superare lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, leader di questa graduatoria arrivato a quota 719.

Numerosi i past winner. Oltre a Jones e a Scott, saranno in campo Cameron Davis (2017), Greg Chalmers (1998, 2011), Geoff Ogilvy (2010), John Senden (2006), Robert Allenby (1994, 2005), Peter Lonard (2003, 2004), Stephen Allan (2002) e Peter Fowler (1983).

L’albo d’oro del torneo, nato nel 1904, ha la firma di tanti grandi giocatori tra i quali il sudafricano Gary Player, recordman con sette vittorie tra il 1958 e il 1974, seguito da Jack Nicklaus con sei e da Greg Norman, con cinque, che condivide la terza posizione in questa graduatoria con il dilettante Ivo Whitton, che ha siglato la cinquina tra il 1912 e il 1931. In contemporanea, sempre a Melbourne negli stessi giorni, si svolgerà l’ISPS HANDA Women’s Australian Open senza italiane in gara.  Il montepremi è di 1.700.000 dollari australiani (circa 1.090.000 euro).

Diretta su Discovery Plus – L’ISPS HANDA Australian Open andrà in onda su Discovery Plus con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 1° dicembre e venerdì 2, dalle ore 2 alle ore 7; sabato 3, dalle ore 4 alle ore 9; domenica 4, dalle ore 2 alle ore 7. Commento di Federico Colombo e di Giovanni Magni.

Nella foto: Edoardo Molinari