fbpx

DP World Tour: in Sudafrica vittoria a sorpresa di Ockie Strydom

  11 Dicembre 2022 In primo piano
Condividi su:

Nell’Alfred Dunhill Championship quinto evento del circuito europeo 2023, in collaborazione con il Sunshine Tour, il sudafricano ha superato di due colpi lo spagnolo Adrian Otaegui. Out al taglio Edoardo Molinari

Ockie Strydom ha vinto a sorpresa, ma con pieno merito, l’Alfred Dunhill Championship. Il sudafricano ha realizzato un score di 270 (-18) colpi superando lo spagnolo Adrian Otaegui, secondo con 272 (-16). Sul percorso del Leopard Creek CC (par 72), a Malelane in Sudafrica, non ha superato il taglio Edoardo Molinari, unico italiano in gara, 77° con 144 (73 71, par)

Nel quinto evento della stagione 2023 del DP Tour, iniziata con anticipo sull’anno solare, e in calendario anche nel Sunshine Tour, Strydom (68 70 63 69), entrato nel field con un invito, dopo aver agganciato lo scozzese Scott Jamieson al termine del terzo round, ha distaccato gli avversari con un parziale di 69 (-3) sopperendo a una falsa partenza (due birdie, un bogey e un doppio bogey dopo nove buche) con quattro birdie nella seconda parte del tracciato. Ha approfittato anche del crollo di Jamieson, terminato 11° con 277 (-11), dopo un 76 (+4) con tre bogey a chiudere arrivati quando ancora non era tagliato fuori.

Ockie Strydom, 37enne di Kempton Park, ha svolto la sua carriera sul Sunshine Tour, dove ha colto il secondo successo e un cui in 259 apparizioni ha ottenuto 47 top ten, comprensive di 19 secondi posti. Vittoria che gli vale anche come prima sul DP World Tour, dove ha disputato 39 gare e in cui ora entra a tempo pieno, sempre che voglia allargare i suoi confini golfistici.

Al terzo posto con 272 (-15) l’inglese Laurie Canter, autore con 64 (-8, un eagle, sette birdie, due bogey) miglior parziale di giornata, al quale Otaegui ha negato il secondo posto ex aequo con un birdie sull’ultima buca, e al quarto con 274 (-14) il canadese Aaron Cockerill e i sudafricani Branden Grace, uno dei past winner (2014) in gara, e Oliver Bekker.

Non ha vinto, ma è comunque stato tra i protagonisti Louis Oosthuizen, settimo con 275 (-13) alla pari con Dean Burmester, mentre non hanno brillato altri, come Oosthuizen, su cui puntavano gli appassionati di casa: Christiaan Bezuidenhout, che difendeva il titolo, 26° con 281 (-7), il grande campione Ernie Els (a segno nel 2005), 32° con 282 (-6), e il deludente Charl Schwartzel, recordman di successi in questo evento con quattro, uscito dopo 36 buche (116° con 148, +4). Al vincitore è andato un assegno di 255.000 euro su un montepremi di 1.500.000 euro.

Nella foto: Ockie Strydom (Credit Sunshine Tour)