fbpx

DP World Tour: i fratelli Molinari e Migliozzi al Dubai Desert Classic

  25 Gennaio 2023 In primo piano
Condividi su:

Sul percorso dell’Emirates Golf Club a Dubai, nella 3 edizione del torneo, debutto nel 2023 di Rory McIlroy, numero uno mondiale. Nel field lo statunitense Patrick Reed e il messicano Abraham Ancer. Gli azzurri per confermare il bell’inizio di stagione

 

Il DP World Tour rimane negli Emirati Arabi Uniti per la disputa della seconda gara stagionale delle Rolex Series, l’Hero Dubai Desert Classic, giunto alla 34ª edizione, in programma dal 26 al 29 gennaio sul percorso dell’Emirates Golf Club a Dubai con un montepremi di 9.000.000 di dollari e prima moneta di 1.530.000 dollari. In campo Francesco Molinari e Guido Migliozzi, alla terza gara consecutiva, ed Edoardo Molinari alla seconda, tutti apparsi in ottima condizione.

Calamita l’attenzione Rory McIlroy, numero uno mondiale e al debutto nel 2023, che si è imposto due volte in questo evento (2009, 2015). Duplice il suo compito, perché oltre a provare a vincere il torneo sarà impegnato in un duello a distanza con lo spagnolo Jon Rahm, il quale giocherà sul PGA Tour (Farmers Insurance Open) ben deciso a togliergli lo scettro mondiale.

Nel field di qualità figurano lo statunitense Patrick Reed e il messicano Abraham Ancer, che hanno lasciato momentaneamente il circuito statunitense, gli inglesi Tommy Fleetwood, Tyrrell Hatton e Richard Bland, secondo nel 2022, l’irlandese Shane Lowry, gli spagnoli Jorge Campillo e Adrian Otaegui, i gemelli danesi Rasmus, che rientra dopo un infortunio, e Nicolai Hojgaard e il sudafricano Thriston Lawrence. E ancora quattro protagonisti del precedente Abu Dhabi HSBC Championship: il francese Victor Perez, vincitore, lo svedese Sebastian Soderberg e l’australiano Min Woo Lee, secondi, e l’irlandese Padraig Harrington, quarto.

Assente il norvegese Viktor Hovland, campione in carica, vi saranno, oltre a McIlroy, altri past winner: l’australiano Lucas Herbert (2020), gli spagnoli Rafa Cabrera Bello (2012) e Miguel Angel Jimenez (2010), 59 anni, giocatore con il maggior numero di presenze sul tour che porterà a quota 720, lo svedese Henrik Stenson (2007), il danese Thomas Bjorn (2001) e lo scozzese Stephen Gallacher, unico ad aver realizzato la doppietta consecutiva (2013, 2014). Nell’albo d’oro vi sono solo altri due plurivincitori, Tiger Woods (2006, 2008) e il sudafricano Ernie Els, recordman con una tripletta (1994, 2002, 2005).

Interessati osservatori, che comunque giocheranno, l’inglese Luke Donald, capitano del Team Europe alla prossima Ryder Cup (29 settembre – 1 ottobre, Marco Simone Golf & Country Club, Guidonia Montecelio – Roma) e i tre vice capitani, i citati Edoardo Molinari e Thomas Bjorn e il belga Nicolas Colsaerts.

Francesco Molinari e Guido Migliozzi hanno iniziato nel migliore dei modi il 2023, con un successo nell’Hero Cup da grandi protagonisti, in una gara in prospettiva Ryder Cup, e la bella prestazione ad Abu Dhabi, con il primo al quinto posto e il secondo al 20°, eccessivamente punito da qualche sbavatura nel round conclusivo. Naturalmente proveranno a ripetersi per dare sempre più corpo alle loro ambizioni di entrare nel Team Europe alla Ryder Cup 2023. Edoardo Molinari è apparso piuttosto tonico ad Abu Dhabi. In ogni caso lui nel Team Europe già ci sta.

Nei primi due giri Francesco Molinari giocherà con Tyrrell Hatton e Shane Lowry, Edoardo Molinari sarà in terna con lo svedese Ludvig Aberg e con il francese Matthieu Pavon e Guido Migliozzi avrà per compagni l’iberico Adri Arnaus e Stephen Gallacher.

Il torneo su Sky – L’Hero Dubai Desert Classic sarà teletrasmesso sui canali Sky e in streaming su NOW con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 26 gennaio e venerdì 27, dalle ore 8,30 alle ore 14,30 su Sky Sport Golf, Sky Sport Uno e NOW; sabato 28, dalle ore 8 alle ore 14 su Sky Sport Golf, Sky Sport Uno e NOW; domenica 26, dalle ore 8 alle ore 14 su Sky Sport Golf e NOW e dalle ore 8 alle ore 12,30 su Sky Sport Uno. Commento di Michele Gallerani, Silvio Grappasonni, Massimo Scarpa e di Andrea Sillitti.

Nella foto: Francesco Molinari