fbpx

DP World Tour: ad Antoine Rozner l’AfrAsia Bank Mauritius Open

  18 Dicembre 2022 In primo piano
Condividi su:

Sul percorso del Mont Choisy Le Golf il francese ha superato di cinque colpi lo spagnolo Alfredo Garcia-Heredia. Out al taglio Renato Paratore e Filippo Celli

Il francese Antoine Rozner è stato il grande protagonista dell’AfrAsia Bank Mauritius Open che ha vinto con 274 (70 64 68 67, -19) colpi sul percorso del Mont Choisy Le Golf (par 72), a Grand Baie nell’isola di Mauritius. Nel sesto torneo della stagione 2023 del DP World Tour, organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour, il 29enne parigino ha superato con largo margine lo spagnolo Alfredo Garcia-Heredia, secondo con 274 (-14), e il connazionale Julien Brun, terzo con 276 (-12). Sono usciti al taglio dopo 36 buche i due azzurri in gara, Renato Paratore, 83° con 146 (73 73, +2), e Filippo Celli, 146° con 154 (73 81, +10).

Rozner, leader solitario dopo tre round, ha messo il sigillo al successo tra le buche cinque e nove del round conclusivo realizzando un eagle e tre birdie che gli hanno concesso un buon vantaggio, poi gestito agevolmente senza rischi nel resto del tracciato fino a concedersi il lusso di un bogey alla 17 però subito compensato da un altro birdie alla 18 per il 67 (-5) di giornata. Da ricordare che era stato runner up nel 2019, con Paratore, quando si era svolta la precedente edizione dell’evento (vinta dal danese Rasmus Hojgaard), poi sospeso per la pandemia.

Antoine Rozner è al terzo titolo sul DP World Tour, che gli conta anche per il Sunshine Tour. Predilige le gare fuori dall’Europa, perché in precedenza si era imposto nel Golf in Dubai (2020) e nel Qatar Masters (2021), in entrambe le occasioni con un azzurro al secondo posto, Francesco Laporta a Dubai e Guido Migliozzi a Doha. Nel palmarès del transalpino anche due vittorie sul Challenge Tour datate 2019. Ha frequentato l’University of Missouri–Kansas City dal 2012 al 2016 imponendosi in sei tornei di College USA. Per il successo è stato gratificato con un assegno di 170.000 euro su un montepremi di 1.000.000 di euro.

A completare il trionfo dei transalpini il quarto posto con 277 (-11) occupato da Jeong weon Ko, affiancato dallo svedese Simon Forsstrom e da Dylan Mostert, primo dei sudafricani che erano i grandi favoriti alla vigilia. In settima posizione con 278 (-10) il portoghese Ricardo Gouveia e l’altro sudafricano Oliver Bekker, terzo dopo tre giri e in calo nel finale (73, +1). In undicesima con 280 (-8) il finlandese Sami Välimäki in vetta dopo un round. Si è ritirato dopo tre giri il sudafricano Ockie Strydom a segno domenica scorsa nell’Alfred Dunhill Championship in Sudafrica.

Nella foto: Antoine Rozner con il trofeo (Credit DP World Tour)