fbpx

De Leo e Van Veen nuovi leader dell’Abruzzo Alps Open

  14 Aprile 2022 In primo piano
Condividi su:

Sul percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 70), nel torneo di apertura dell’Italian Pro Tour 2022, in Top 10 anche Luca Cianchetti, Riccardo Bregoli, Michele Ortolani e l’amateur Flavio Michetti

Sul percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 70) di Miglianico (Chieti), grazie ad una grande rimonta nel secondo (e penultimo) round dell’Abruzzo Alps Open – il primo torneo dell’Italian Pro Tour 2022 (il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG), inserito anche nel calendario dell’Alps Tour -, Gregorio De Leo (68 62) è risalito dalla 32/a posizione e adesso occupa la vetta della classifica, con un totale di 130 (-10) colpi, insieme all’olandese Vince Van Veen (67 63). Altri quattro azzurri sono presenti in Top 10: Luca Cianchetti (65 68) e Riccardo Bregoli (66 67), 5/i con 133 (-7), mentre Michele Ortolani (66 68) e l’amateur Flavio Michetti (64 70) condividono l’8/a posizione con 134 (-6). Michetti rimane il miglior dilettante in gara fino a questo momento. Edoardo Raffaele Lipparelli (67 68), vincitore dell’ordine di merito dell’Alps Tour nel 2019, è 12/o con 135 (-5) insieme a Stefano Pitoni (67 68). Tra i primi 20 classificati anche Alessandro Tadini (66 70) e il leader della ‘money list’ dell’Alps Tour 2022 Stefano Mazzoli (67 69), 18/i con 136 (-4). Esce di scena Jacopo Vecchi Fossa (67 72), campione uscente del torneo e vincitore dell’ordine di merito del terzo circuito europeo nel 2021, out al taglio con 139 (-1).

Gregorio De Leo, ventidue anni compiuti lo scorso 8 aprile, dopo essersi messo in mostra ed aver vinto i Campionati Internazionali d’Italia maschili nel marzo del 2021, nel settembre dello stesso anno è passato tra i professionisti facendo il suo esordio da “pro” al DS Automobiles 78° Open d’Italia. Il piemontese, nato a Biella, è stato il grande protagonista del secondo round, grazie ad un giro bogey free sottolineato da otto birdie, di cui cinque consecutivi. Il 62 (-8) di giornata, ha permesso all’azzurro di recuperare 31 posizioni e di conquistare il primo posto nel leaderboard. Dopo sette Top 10 sull’Alps Tour (quattro nel 2021, con un secondo posto al Gosser Open, e tre in questa stagione), De Leo punta alla prima vittoria sul terzo circuito europeo maschile.

Le dichiarazioni

Gregorio De Leo: “Una bella giornata, fondamentali sono risultati i cinque birdie consecutivi che ho realizzato. La stagione è iniziata molto bene con tre Top 10, fatico sempre un po’ all’ultimo giro quando è il momento di essere decisivi ma adesso proverò ad invertire la tendenza. Queste due ultime settimane ho lavorato per migliorare questo aspetto, facendo palestra e fitness”.

Vince Van Veen: “Il gioco sta andando nella giusta direzione. Sono costante nel rendimento e devo solo continuare in questa maniera. Ogni volta che sono in Italia gioco bene. Il segreto? Amo questo Paese. Per l’ultimo giro ho bisogno di continuare così, vedremo cosa succederà”.

Formula di gara – L’Abruzzo Alps Open si svolge sulla distanza di 54 buche. Dopo il taglio sono rimasti in gara i migliori 44 classificati. L’evento mette in palio 40.000 euro di montepremi, di cui 5.800 andranno al vincitore.

Il percorso – Progettato da Ronald Kirby, uno dei più famosi architetti americani del golf, il percorso di 18 buche si snoda tra uliveti, vigneti, bunker e laghi artificiali. Dal punto di vista tecnico è impegnativo sia per i professionisti sia per i giocatori dilettanti. Il Miglianico Golf & Country Club ha già ospitato negli anni, oltre ai Giochi del Mediterraneo nel 2009, numerose gare dell’Alps Tour, tra cui il Grand Final 2016.

I partner – L’Italian Pro Tour ha il supporto di DS Automobiles (Main Partner); Fideuram (Official Bank); Kappa (Technical Supplier), Eureco (Official Supplier); Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Sport Senza Frontiere Onlus (Social Partner). Official advisor: Infront.

Nella foto,  Gregorio De Leo