fbpx

Challenge Tour 2022 al via dal Sudafrica con tre azzurri

  08 Febbraio 2022 In primo piano
Condividi su:

Manassero, Scalise e Zemmer a George in un evento organizzato in combinata col Sunshine Tour. Nienaber difende il titolo

Il Challenge Tour 2022 parte dal Sudafrica con il Dimension Data Pro-Am, torneo organizzato in combinata con il Sunshine Tour. A George (Western Cape) saranno tre gli azzurri in gara: Matteo Manassero (reduce dal 28/o posto al Saudi International, terzo evento dell’Asian Tour 2022 che lo ha visto chiudere in testa il primo round), Lorenzo Scalise e Aron Zemmer.

L’evento si disputerà al Fancourt Golf Estate (sui tre differenti percorsi dell’Outeniqua, del The Links e del Montagu, unico campo di gara del quarto giro), con formula pro-am (un pro e un dilettante) e taglio previsto dopo 54 buche. In palio un montepremi di 350.000 dollari. Difenderà il titolo il sudafricano Wilco Nienaber – il suo caddie è Ricci Roberts, tra gli artefici dei trionfi di Ernie Els – che nel 2021 superò allo spareggio lo svedese Henric Sturehed.

Primo di sei appuntamenti consecutivi in Sudafrica, il Dimension Data Pro-Am vede i tanti giocatori locali tra i favoriti della vigilia. Da Dean Burmester a Jaco Prinsloo, da Juan Carlo Ritchie a Jean Hugo passando per Jaco Van Zyl (a segno nel 2013), Hennie Otto (vincitore nel 2011, per lui due successi anche all’Open d’Italia 2008 e 2014) e Retief Goosen (campione dello US Open nel 2001 e nel 2004 e a re di questo torneo nel 2002). Questi alcuni dei protagonisti annunciati.

Occasione importante per gli azzurri. Manassero nel 2021, dopo una stagione in crescendo, s’è guadagnato la possibilità di giocare il Rolex Challenge Tour Grand Final, che ha visto in campo i migliori 45 del circuito. E’ rimasto fuori, per una sola posizione, Scalise. E ora per gli italiani un nuovo inizio sul Challenge Tour che può rappresentare un trampolino di lancio verso il DP World Tour 2023.

Nella foto Matteo Manassero