Challenge Tour 2021, svelato il calendario. L’Italian Challenge Open al GC Margara

  28 Gennaio 2021 In primo piano
Condividi su:

Dal 22 al 25 luglio in Piemonte si giocherà la tappa tricolore del secondo circuito europeo maschile, che torna per la ventiduesima volta nel circolo di Fubine Monferrato

Un viaggio lungo quasi sette mesi. Per un totale di 25 tornei in 15 differenti Paesi. Questo l’itinerario del Challenge Tour 2021, secondo circuito europeo del golf maschile che quest’anno farà ancora una volta tappa in Italia.

L’Italian Challenge Open al Golf Club Margara a luglio – Dal 22 al 25 luglio si giocherà infatti l’Italian Challenge Open, inserito anche nel calendario dell’Italian Pro Tour 2021 con il supporto di Infront, official advisor della Federazione Italiana Golf. L’evento, che metterà in palio un montepremi complessivo di 300.000 euro, sarà disputato al Golf Club Margara di Fubine Monferrato (Alessandria).

Il via in Sudafrica, il Grand Final a Mallorca – Il Challenge Tour 2021 prenderà il via in Sudafrica con il Limpopo Championship dal 22 al 25 aprile. L’ultimo atto sarà invece a Mallorca (Spagna) con il Grand Final (4-7 novembre) che decreterà il nuovo re del circuito.
Venti le “carte” in palio per salire sull’European Tour – Per i protagonisti saranno 20 le “carte” in palio per salire sull’European Tour nel 2022. Cinque in più di quelle previste nel 2019 (nel 2020 sono state congelate a causa dell’emergenza sanitaria che ha portato gli organizzatori a cancellare e/o rinviare diversi eventi).

Le novità e le conferme – Il ritorno in Olanda dodici anni dopo l’ultima volta. E poi un appuntamento nel Regno Unito e un altro in Germania. Queste le nuove tappe del nuovo Challenge Tour. Dunque tante conferme. Tra queste, appunto, l’Italian Challenge.

Italian Challenge Open per la seconda volta consecutiva in Piemonte – Per il secondo anno consecutivo il Piemonte ospiterà la competizione che, nel 2020, si giocò al Golf Club Castelconturbia (Novara). A spuntarla – con la manifestazione ridotta a 54 buche per maltempo – fu il tedesco Adam Long, abile a superare con un birdie, alla seconda buca supplementare, l’inglese Matt Ford al termine di un play-off a tre che vide protagonista pure un altro player teutonico, Marcel Schneider (uscito dalla “lotteria” dopo un bogey).

Il Golf Club Margara – In Monferrato, patrimonio mondiale dell’umanità, sorge il Golf Club Margara, costruito nel 1970 e ultimato nel 1972. Un’ eccellenza golfistica immersa nella natura tra colline, vigneti e le Alpi sullo sfondo. Due i campi di gara, entrambi di 18 buche. Il primo, “Percorso Glauco Lolli Ghetti” – in memoria del fondatore Glauco Lolli Ghetti, che fu un armatore e dirigente sportivo italiano, nominato Cavaliere del Lavoro nel 1973 -, è circondato da alberi ad alto fusto e permette di giocare tra querce, salici e aceri lungo i larghi fairway che si sviluppano tra le colline del Monferrato. Il secondo, “La Guazzetta”, presenta un’architettura più moderna e alterna buche più tecniche.
Teatro di gara di 21 edizioni del Challenge Tour – Il Golf Club Margara è già stato il teatro di gara di ben 21 edizioni del Challenge Tour tra il 1981 e il 2008. Da Miguel Angel Jimenez a Henrik Stenson, passando per Costantino Rocca ed Edoardo Molinari, sono stati numerosi i campioni che hanno dato spettacolo a Fubine Monferrato, in un circolo dove tradizione, innovazione e rispetto del territorio convivono sul green. Nel 2019 il Golf Club Margara ha infatti ricevuto il premio “Impegnati nel verde”, riconoscimento ambientale promosso dalla Federazione Italiana Golf, con il supporto dell’Istituto per il Credito Sportivo, per promuovere lo sviluppo ecosostenibile del golf.

Cinque gli italiani che hanno vinto l’ordine di merito del Challenge Tour – A laurearsi campioni del Challenge Tour, negli anni, cinque italiani: Giuseppe Calì (1990), Michele Reale (1997), Edoardo Molinari (2009), Andrea Pavan (2013) e Francesco Laporta (2019). Su un circuito che rappresenta un trampolino di lancio verso l’European Tour, il massimo palcoscenico golfistico continentale.