fbpx

Challenge: domina Todd Clements, bella prova di Manassero (quinto)

  31 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

Nell’Irish Challenge l’inglese ha superato di sei colpi il nordirlandese Tom McKibbin. Il veneto ha recuperato posizioni nell’ordine di merito. Stefano Mazzoli al 21° posto.

L’inglese Todd Clements ha letteralmente dominato nell’Irish Challenge, concluso con 269 (66 65 70 68, -19) colpi e disputato sul percorso del The K Club (par 72) a Straffan in Irlanda dove ha condotto una bella gara Matteo Manassero, quinto con 279 (69 69 72 69, -9), e non è stato da meno Stefano Mazzoli, 21° con 282 (65 70 73 74, -6), anche se ha pagato più del dovuto due errori nelle ultime tre buche.

Clements, 25 anni, ha conquistato il primo titolo sul circuito in una stagione con tre top ten, compreso un secondo posto nell’Empordà Challenge, terminando la sua prestazione con un parziale 68 (-4) fatto di un eagle e quattro birdie e con il lusso di due bogey nel finale a risultato ampiamente acquisito. Il titolo gli ha fruttato un assegno di 40.000 euro su un montepremi di 250.000 euro e gli ha permesso di mettere un’ipoteca sul passaggio nel DP Worl Tour 2023, a cui accederanno a fine anno i primi 20 nella Road To Mallorca (ordine di merito). dove è salito dal 19° al quarto posto.

Per gli altri c’è stata solo corsa per la seconda posizione in cui ha avuto la meglio il nordirlandese Tom McKibbin (275, -13) davanti all’irlandese John Murphy, terzo con 277 (-11), e all’inglese Harry Ellis, quarto con 278 (-10). Manassero ha avuto la compagnia di altri sei concorrenti tra i quali lo spagnolo Alejandro Del Rey, a segno la scorsa settimana nel Big Green Egg German Challenge, e il sudafricano Deon Germishuys

Manassero ha fatto un bel salto nella money list, salendo dalla da 53ª alla 41ª piazza ed entrando tra i top 45 che andranno a giocarsi le loro chances per salire nel circuito maggiore nel Grand Final dal 3 al 6 novembre a Mallorca, in Spagna. Ha chiuso il torneo realizzando quattro birdie e un bogey per il parziale di 69 (-3), mentre Mazzoli, dopo due birdie e due bogey in 15 buche, ha perso una possibile posizione tra i top ten con la sequenza bogey-birdie-doppio bogey sulle ultime tre (74, +2).

Si è classificato 67° con 303 (73 69 81 80, +15) Enrico Di Nitto, mentre sono usciti al taglio caduto a 143 (-1), Edoardo Raffaele Lipparelli e Michele Cea, 75.i con 145 (+1), Aron Zemmer, 111° con 148 (+4), e Jacopo Vecchi Fossa, 146° con 155 (+11).

Nella foto: Matteo Manassero