fbpx

Bubba Watson travolgente nel WGC Dell Match Play

watson-bubba
  26 Marzo 2018 In primo piano
Condividi su:

Bubba Watson ha battuto in finale con un secco 7/6 Kevin Kisner e ha vinto il WGC Dell Technologies Match Play, uno dei quattro eventi stagionali del World Golf Championships, il minicircuito mondiale, le cui gare sono di livello successivo solo ai major.

Nella finale per il terzo posto lo svedese Alex Noren ha prevalso per 5/3 su Justin Thomas al quale non è riuscito l’attacco alla leadership mondiale. Infatti gli sarebbe bastato accedere alla finale per centrare l’obiettivo, ma le sue ambizioni sono state spente in semifinale da Watson, che lo ha sconfitto per 3/2 dopo aver messo un punto fermo sul match con un 3 up in sei buche. Thomas ha avuto una buona reazione nelle successive tre buche rimettendosi in partita (1 down), ma l’avversario ha ripreso la sua marcia e ha rapidamente chiuso il conto. Il tal modo Dustin Johnson è rimasto in cima al world ranking per soli 39 centesimi di punto. Nell’altra semifinale Kevin Kisner ha avuto ragione di Alex Noren alla prima buca di spareggio.

In finale non c’è stata storia. Watson ha dato spettacolo e dopo cinque buche, tutte vinte (5 up), il titolo era praticamente già suo. Non contento ha insistito e Kisner ha alzato bandiera bianca appena alla 12ª. Watson si è imposto in sei dei sette incontri disputati, pareggiandone solo uno nel girone eliminatorio con Julian Suri, dove ha prevalso sul sudafricano Branden Grace (5/3) e sull’australiano Marc Leishman (3/2). Poi è arrivato alla giornata finale superando Brian Harman (2/1) e il thailandese Kiradech Aphibarnrat (5/3). Il 39enne di Bagdad (Florida), ha portato a undici i titoli nel PGA Tour, comprensivi di due major e di due WGC, e ha ricevuto un assegno di 1.700.000 dollari su un montepremi di 10 milioni di dollari.

Al torneo ha partecipato anche Francesco Molinari, uscito nel turno eliminatorio dove si è classificato secondo sconfitto nella gara decisiva da Justin Thomas (7/5). Il torinese aveva vinto i primi due match (3/1 su Patton Kizzire, 3/2 su Luke List) e complessivamente ha offerto una buona prova dimostrandosi in crescita di condizione.

Tra le sorprese della gara le tre sconfitte subite da Dustin Johnson, campione uscente, estromesso nella prima fase insieme allo spagnolo Jon Rahm, secondo lo scorso anno, a Phil Mickelson e al nordirlandese Rory McIlroy. E inattesa anche l’uscita negli ottavi dello spagnolo Sergio Garcia (3/1 da Kyle Stanley).

 

I RISULTATI