Augusta National Women’s Amateur al via con 5 azzurre

  30 Marzo 2021 In primo piano
Condividi su:

In Georgia (Usa) nella seconda edizione del Masters femminile parteciperanno Caterina Don, Benedetta Moresco, Alessia Nobilio, Emilie Alba Paltrinieri e Anna Zanusso. L’Italia è la seconda nazione in gara per numero di giocatrici. Solo gli Stati Uniti porteranno in campo più atlete

Uno spettacolo tutto al femminile prima del grande show maschile. In Georgia, Stati Uniti, dal 31 marzo al 3 aprile si giocherà la seconda edizione dell’Augusta National Women’s Amateur dove l’Italgolf sarà rappresentata da cinque atlete, superando il precedente primato (4) del 2019 (nel 2020 il torneo fu cancellato per Covid). In gara ci saranno 82 dilettanti, molte tra le migliori al mondo (all’appello tra le prime dieci del world amateur ranking mancherà, perché positiva al Covid-19, solo l’americana Kaitlyn Papp, nona). I primi due giri (31 marzo e 1 aprile) si giocheranno sul percorso del Champions Retreat Golf Club. Supereranno il taglio le migliori 30 classificate che si sfideranno nel round conclusivo – dopo un giorno di pausa per la prova campo – all’Augusta National (3 aprile), lì dove pochi giorni più tardi (8-11) si disputerà il The Masters, primo Major 2021 del golf professionistico maschile.

Il quintetto azzurro – Caterina Don, Benedetta Moresco, Alessia Nobilio, Emilie Alba Paltrinieri e Anna Zanusso. Questo il quintetto italiano ad Augusta. Per Don (la migliore tra le azzurre due anni fa, quando si classificò dodicesima) e Nobilio sarà la seconda volta (nel 2019 con loro a distinguersi furono anche Virginia Elena Carta e Alessandra Fanali). Mentre l’evento rappresenterà un’assoluta novità per B.Moresco, Paltrinieri e Zanusso, al debutto nella competizione.

L’Italia cala il pokerissimo, seconda nazione dietro agli Stati Uniti per numero di atlete – Solo gli Stati Uniti porteranno in campo più atlete (38 quelle in totale) dell’Italia che si prepara a calare il pokerissimo. Superando per numero di concorrenti in gara corazzate europee e mondiali quali Svezia (4), Inghilterra (4), Francia (3), Taiwan (3), Cina (2), Tailandia (2), Spagna (2), Germania (2), Austria (2) e Giappone (2). Saranno in totale 25 le nazioni rappresentate in Georgia (Usa).

Giovani dal grande talento, “Golf è donna” – La presenza delle cinque moschettiere azzurre rappresenta un vanto per la Federazione Italiana Golf, guidata da Franco Chimenti, e per tutto il settore tecnico federale. E testimonia il grande lavoro della FIG che ha sempre puntato sui suoi talenti anche nell’ambito del progetto “Golf è donna”, in vista della Ryder Cup 2023 di Roma, con l’obiettivo di valorizzare il movimento femminile.

Le azzurre in gara, tra studio e sport – Eccellenze nello sport e nello studio. I risultati raggiunti negli anni da Don, Nobilio, Benedetta Moresco, Paltrinieri e Zanusso hanno attirato le attenzioni dei migliori College Usa. Tutte e cinque le ragazze invitate al Masters femminile sono ora in alcune delle migliori realtà americane. La Don studia e gioca nella University of Georgia, mentre per la Nobilio e la Paltrinieri si sono aperte le porte della University of California (UCLA) di Los Angeles. La Moresco ha raggiunto invece la sorella Angelica alla University of Alabama. Infine, la Zanusso, è alla University of Denver.

La gara su 54 buche, l’ultimo round all’Augusta National – La seconda edizione dell’Augusta National Women’s Amateur, così come la prima, si giocherà sulla distanza di 54 buche. Dopo le prime 36 buche al Champions Retreat Golf Club le migliori 30 si affronteranno all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones.

Un field di livello assoluto – Nel 2019 a iscrivere per prima il suo nome nell’albo d’oro del torneo fu la statunitense Jennifer Kupcho, oggi professionista. Il pronostico quest’anno appare quanto mai incerto visto la presenza nel field di atlete d’assoluto valore. Tra loro nove tra le prime dieci dell’amateur world ranking, a partire dalla numero 1, la statunitense Rose Zhang. Passando per le svedesi Linn Grant (seconda), Ingrid Lindblad (quarta), Maja Stark (sesta) e Beatrice Wallin (decima), e la francese Pauline Roussin-Bouchard (terza). Fino ad arrivare alle taiwanesi Ho Yu An (quinta) e Yu-Chiang Hou (settima), e alla tedesca Paula Schulz-Hanssen (ottava). Tra le azzurre in gara la Nobilio nel world amateur golf ranking è 14/a e precede nella graduatoria B.Moresco (17/a), Don (45/a), Paltrinieri (50/a) e Zanusso (95/a).