fbpx

Alps Tour: Vince Van Veen al playoff, ottavo Mazzoli

  16 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

L’olandese Vince Van Veen ha vinto con 198 (-15) colpi il Fred Olsen Alps de La Gomera (Alps Tour) superando al playoff il dilettante francese Julien Sale con cui aveva terminato alla pari la gara dove Stefano Mazzoli, ottavo con 201 (67 65 69, -12), è stato il migliore tra gli italiani.

Sul percorso del Tecina Golf La Gomera (par 71), nell’arcipelago spagnolo delle Canarie, Van Veen (66 67 65), 26 anni, con un 65 (-6) nato da otto birdie, di cui quattro di fila decisivi nel finale, e due bogey, ha agganciato in extremis Sale (66 68 64), 24 anni, già da tempo leader in club house dopo una rimonta con un 64 (-7, sette birdie), poi ha avuto la meglio alla prima buca supplementare.

Per Van Veen, due piazzamenti tra i primi dieci in stagione, è stato il primo successo sul circuito per il quale ha ricevuto un assegno di 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro. Per Sale, che ha difeso i colori francesi nel recente Campionato Europeo a squadre insieme a Tom Vaillant, è il quarto secondo posto nel 2022, per un totale di nove top ten in tredici tornei disputati. Il transalpino è salito al secondo posto nell’ordine di merito (28.825 punti) alle spalle di Gregorio De Leo (p. 30.501). Mazzoli è sesto con p. 19.807 e Van Veen, ottavo (da 15°) con p. 18.669.

Sono rimasti fuori dallo spareggio per un colpo, terzi con 199 (-14), il portoghese Tomas Guimaraes Bessa, l’altro dilettante transalpino Tom Vaillant e l’olandese Lars Keunen, che ha gettato al vento una possibile vittoria nelle ultime buche dopo essere stato a lungo in vetta. In sesta posizione con 200 (-13) l’irlandese Jonathan Yates e lo svizzero Daniel Gurtner, mentre lo spagnolo Mario Galiano Aguilar ha affiancato Mazzoli.

Buona prova anche di Giacomo Fortini, 13° con 203 (-10), e di Davide Buchi, 16° con 204 (-9), seguiti in classifica da Michele Ortolani e Cristiano Terragni, 23.i con 206 (-7), e da Andrea Saracino, 27° con 207 (-6). Più indietro Gianmaria Rean Trinchero, 34° con 210 (-3), Ludovico Addabbo, 38° con 212 (-1), Jacopo Albertoni, 40° con 213 (par), Lorenzo Castelli, 47° con 216 (+3), e Riccardo Bregoli, 49° con 220 (+7).

Nella foto: Stefano Mazzoli