fbpx

German International: Paratore termina secondo vince il tedesco Paul Di Nitto 6°, Cea 8°

  26 Luglio 2014 News
Condividi su:

Dopo un combattuto testa a testa Renato Paratore (272 – 72 63 68 69, -16), nella foto, ha dovuto cedere strada e titolo al tedesco Yannik Paul (270 – 70 67 66 67, -18) nel 76° German International Amateur Championship, svoltosi sul percorso del Golf Club Hamburg (par 72), ad Amburgo in Germania. Si sono avvicinati ai due capofila, senza mai entrare nel vivo della lotta per il successo, l’altro giocatore di casa Maximilian Philipp Bogel, l’olandese Michael Kraaij e lo sloveno Tim Gornik, terzi con 273 (-15). Gli italiani hanno offerto una grande prova collettiva, con altre cinque presenze tra i top 15: Enrico Di Nitto si è classificato sesto con 275 (69 70 66 70, -13), Michele Cea ottavo con 277 (70 70 68 69, -11), Guido Migliozzi 12° con 280 (76 67 66 71, -8), Federico Zucchetti 13° con 281 (72 71 70 68, -7) e Filippo Zucchetti 15° con 282 (75 70 70 67, -6). Hanno ben tenuto anche Lorenzo Scalise, 27° con 284 (72 71 70 71, -4), e Filippo Campigli, 35° con 286 (71 72 73 70, -2). Paratore e Paul hanno iniziato da leader il turno conclusivo e praticamente hanno marciato insieme fino alla buca 15, dopo sono passati alla pari entrambi con cinque birdie e un bogey sullo score. All’inizio si è avvantaggiato di un colpo il romano, poi alla buca 11 è stata la volta del tedesco a prendere il comando, ma Paratore ha riequilibrato l’incontro alla 15. Alla 16 l’episodio decisivo con un bogey dell’azzurro (69, -3), poi Paul ha raddoppiato il margine con un birdie a chiudere (67, -5). Per Di Nitto 70 (-2) colpi con sei birdie, due bogey e un doppio bogey, per Cea 69 con sette birdie, due bogey e un doppio bogey. Ha accompagnato gli azzurri l’allenatore Giorgio Grillo Terzo giro – Renato Paratore  è rimasto al comando con 203 colpi (72 63 68, -13) a un giro dal termine del 76° German International Amateur Championship, ma è stato raggiunto dal tedesco Yannik Paul (203 – 70 67 66). Sul percorso del Golf Club Hamburg (par 72), ad Amburgo in Germania, sarà in lotta per il titolo anche Enrico Di Nitto, salito dalla nona alla terza posizione con 205 (69 70 66, -11), dove ha la compagnia dell’olandese Michael Kraaij, dello sloveno Tim Gornik e del tedesco Maximilian Philipp Bogel. Stanno fornendo una bella prova Michele Cea, 11° con 208 (70 70 68, -8), e Guido Migliozzi, 13° con 209 (76 67 66, -7), che sta pagando pesantemente una falsa partenza. Al 23° posto con 213 (-3) Lorenzo Scalise (72 71 70) e Federico Zucchetti (72 71 70), al 33° con 215 (-1) Filippo Zucchetti (75 70 70), e al 39° con 216 (par) Filippo Campigli (71 72 73). Paratore ha girato in 68 (-4) colpi con un eagle, sei birdie e quattro bogey, Di Nitto in 66 (-6) con un eagle, otto birdie, due bogey e un doppio bogey, Cea in 68 con sette birdie, un bogey e un doppio bogey e Migliozzi in 66 con sei birdie senza bogey. E’ con gli azzurri l’allenatore Giorgio Grillo Secondo giro – Con uno straordinario giro in 63 colpi, nove sotto par, e lo score di 135 (72 63, -9) Renato Paratore (nella foto) è volato dal 21° al primo posto nel secondo giro del 76° German International Amateur Championship, in svolgimento sul percorso del Golf Club Hamburg (par 72), ad Amburgo in Germania. L’azzurro precede di un colpo lo sloveno Tim Gornik e i tedeschi Yannick Gumowski e Nicolai von Dellingshausen (136, -8), al comando dopo un giro, e di due altri giocatori di casa, Maximilian Rottluff e Yannik Paul (137, -7). Hanno tenuto Enrico Di Nitto, nono con 139 (69 70, -5), e Michele Cea, 13° con 140 (70 70, -4), e sono al 26° posto con 143 (-1) Guido Migliozzi (76 67), Federico Zucchetti (72 71), Lorenzo Scalise (72 71) e Filippo Campigli (71 72). L’ottavo italiano in gara, Filippo Zucchetti, è al 39° con 145 (75 70, +1). Paratore ha iniziato dalla buca 10 e ha condotto le prime nove buche a un ritmo incredibile mettendo a segno un eagle e sei birdie, poi nel ritorno dopo un bogey ha completato il 63 con altri due birdie. Per Di Nitto 70 (-2) colpi con tre birdie e un bogey e per Cea stesso punteggio con sei birdie e quattro bogey. Il secondo miglior score azzurro lo ha realizzato Migliozzi con un 67 (-5) dovuto a nove birdie e a quattro bogey, Si gioca sulla distanza di 72 buche. Il taglio a metà gara ha lasciato in corsa per le ultime 36 buche 62 dei 113 partenti. Accompagna gli azzurri l’allenatore Giorgio Grillo. Primo giro – Sul percorso del Golf Club Hamburg (par 72), ad Amburgo in Germania, è iniziato il 76° German International Amateur Championship con una buona partenza dei giocatori italiani. Enrico Di Nitto, infatti, è al secondo posto con 69 (-3) colpi, uno di ritardo dal leader, il tedesco Nicolai von Dellingshausen (68, -4), e Michele Cea al settimo con 70 (-2). Di Nitto è affiancato dall’americano Michael Decker, dall’olandese Michael Kraaij, dal tedesco Velten Meyer e dallo sloveno Tim Gornik. Buona classifica anche per Filippo Campigli, 16° con 71 (-1), per Federico Zucchetti, Lorenzo Scalise e per Renato Paratore, 21.i con 72 (par), e qualche difficoltà per Filippo Zucchetti, 63° con 75 (+3) e per Guido Migliozzi, 73° con 76 (+4). Si gioca sulla distanza di 72 buche con taglio a metà gara che ammetterà alle ultime 36 i primi 60 classificati, dei 113 partenti, e i pari merito al 60° posto. Accompagna gli azzurri l’allenatore Giorgio Grillo. Prologo – Renato Paratore prenderà parte insieme agli altri azzurri Filippo Campigli, Enrico Di Nitto, Guido Migliozzi e Federico Zucchetti  al 76° German International Amateur Championship (24-27 luglio) al Golf Club Hamburg, ad Amburgo in Germania. Con il team l’allenatore Giorgio Grillo. Si gioca sulla distanza di 72 buche con taglio a metà gara che promuoverà alle ultime 36 i primi 60 classificati , dei 113 partenti, e i pari merito al 60° posto.