fbpx

G. Trinchero e R. Liti tricolori ragazzi/e

  22 Febbraio 2012 News
Condividi su:

Gianmaria Trinchero (Valle d’Aosta Range) e Roberta Liti (L’Abbadia) hanno vinto i Campionati Nazionali Ragazzi e Ragazze superando in finale rispettivamente Federico Zucchetti (Castelconturbia) per 6/5 e Camilla Acquarone (Rapallo) per 6/4. Sull’impegnativo percorso del San Domenico Golf, a Savelletri di Fasano (BR), nel campionato maschile, Trofeo Andrea Brotto, il vincitore ha confermato il titolo che aveva già acquisito lo scorso anno partendo subito all’attacco nella finale su 36 buche e mettendo un punto fermo sulla vittoria con vantaggio di 6 up a metà gara dopo aver realizzato sette birdie contro un bogey. Zucchetti, comunque, ha espresso un bel gioco e anche lui con all’attivo parecchi birdie, pur dovendo lascia strada all’avversario.

 

“E’ una gara – ha detto Trinchero, 17enne nato ad Aosta e studente del terzo liceo scientifico – che mi piace particolarmente. Mi trovo bene nel match play, mentre nella qualificazione medal sono rimasto nel gruppo, poiché le cose non sono andate a dovere con il putter. Nella fase a eliminazione diretta ho ritrovato il feeling con questo bastone e ho potuto cambiar marcia. In finale sono andato rapidamente in vantaggio e ho gestito adeguatamente il match contro un avversario che non mi ha fatto mai abbassare la guardia. L’incontro più difficile l’ho sostenuto in semifinale con Andrea Saracino: siamo arrivati fino alla 20ª buca, mi ha impegnato al massimo ed è stato veramente bravo. Sono contento di questo secondo titolo. No, non cambia nulla nei miei programmi: continuerò a giocare con lo stesso impegno e a seguire gli studi”. Trinchero, 24° con 148 (+4) colpi nella qualificazione su 36 buche medal vinta da Federico Maccario (Sanremo) con 137 (-7) davanti a Luigi Botta  (La Margherita) e a Renato Paratone (Parco di Roma) con 140 (-4), è giunto in finale eliminando Kevin Caneva (3/2), Michele Ortolani (6/4), Luigi Botta (3/2) e il citato Saracino (20ª) del Parco di Roma, una delle note liete della manifestazione insieme a Edoardo Torrieri (Olgiata). Federico Zucchetti, 13° in qualifica con 145 (+1) ha estromesso Samuele Riva (5/4), Riccardo Cellerino (7/5), Edoardo Raffaele Lipparelli (4/3) ed Edoardo Torrieri (2 up) in semifinale. Nel campionato femminile Roberta Liti, terza in qualifica con 147 (+3) alle spalle di Bianca Maria Fabrizio (Villa Condulmer) con 141 (-3) e di Camilla Mortigliengo (Sanremo) anche lei con 147, ha preso subito l’iniziativa e ha costretto la Acquarone ad un continuo inseguimento. Dopo il 4 up al giro di boa, ha proseguito con tranquillità fino alla conclusione sulla 32ª buca. “E’ stata una finale difficile – ha spiegato la vincitrice – perché ha inciso anche la stanchezza di cinque giorni di gara. Io ho giocato bene da tee a green, poi ho avuto problemi sul green dove ho fatto qualche regalo, però alla fine sono riuscita a imbucare nei momenti decisivi. La Acquarone si è battuta con grande determinazione e non mi ha concesso nulla e questo rende maggior valore al mio successo. E’ stata una finale difficile. ma ho avuto anche un’altra avversaria che mi ha impegnato a fondo ed è stata Camilla Mortigliengo in semifinale. Mi ha tenuto sempre sulla corda, in un match molto incerto che ho chiuso solo alla 18ª buca. E’ stata veramente brava”.

 

La Liti, 16enne di Poggibonsi che frequenta il terzo liceo scientifico, è al quarto titolo italiano dopo essersi imposta nei tricolori Baby Under 12 (2007), Pulcine (2009) e Ragazzi medal (211). E’ arrivata in finale battendo Bianca Bossi (5/4), Ludovica Farina (5/4) e la Mortigliengo (2 up) in semifinale. La Acquarone, nona in qualifica con 153 colpi (+9), ha sconfitto Ilaria Pirovano (1 up), Carlotta Ricolfi (2 up) e Francesca Avanzini (1 up) in semifinale. Da rilevare le belle prove, oltre che della Mortigliengo, anche della Avanzini, con nota di merito per la Ricolfi, che ha eliminato nel primo turno di match play, una delle favorite, Bianca Maria Fabrizio (1 up).   I risultati