fbpx

Fine luglio impegnativo per le compagini azzurre Mazzoli quinto nel Carris Trophy

  26 Luglio 2014 News
Condividi su:

 

SOUTH OF ENGLAND: TITOLO AD ADAM CHAPMAN, 32° RICCARDO MICHELINI – Riccardo Michelini si è classificato al 32° posto con 303 colpi (72 78 76 77, +15) nel South of England Open Amateur Championship, gara in cui difendeva il titolo conquistato lo scorso anno e che si è disputata sui due percorsi del Walton Heath Golf Club, entrambi par 72 (Old Course e New Course), a Walton on the Hill, in Inghilterra. Ha vinto con 287 (74 67 73 73), un colpo sotto par, l’inglese Adam Chapman che nei due giri finali, disputati nella stessa giornata, ha avuto ragione di Oscar Granstrom Livesey, di Louis Tomlinson e di Seb Crookall-Nixon  (289, +1), quest’ultimo leader nelle prime 36 buche. In quinta posizione con 290 (+2) Edward Richardson, Louis Hirst e James Tisdale. L’evento si è svolto sulla distanza di 72 buche medal: nei primi due turni i partecipanti si sono alternati sui due tracciati, mentre i 41 concorrenti che hanno superato il taglio hanno giocato nella terza giornata 18 buche al mattino sul New Course e 18 nel pomeriggio sull’Old Course. Lo scorso anno Michelini si impose con 285 colpi (71 73 71 70, -3), unico a scendere sotto par, con quattro di vantaggio sui britannici Alasdair Dalgliesh e Ryan Evans (289, +1). Secondo giro – Riccardo Michelini è sceso dal 12° al 31° posto con 150 colpi (72 78, +6), dopo un 78 (+6), e praticamente non ha più alcuna chances di riconfermare il titolo conquistato lo scorso anno nel South of England Open Amateur Championship, in svolgimento sui due percorsi del Walton Heath Golf Club, entrambi par 72 (Old Course e New Course), a Walton on the Hill, in Inghilterra. Seb Crookall-Nixon (139 – 65 74, -5) è stato raggiunto in vetta alla classifica da Ryan Fricker (69 70) e la coppia precede di misura Edward Richardson, Louis Tomlinson e Jonathan Hurst (140, -4). L’evento si disputa sulla distanza di 72 buche medal: nei primi due giri i partecipanti si sono alternati sui due tracciati, mentre i 41 concorrenti che hanno superato il taglio giocheranno le ultime 36 buche nella stessa giornata, 18 al mattino sul New Course e 18 nel pomeriggio sull’Old Course. Lo scorso anno Michelini si impose con 285 colpi (71 73 71 70, -3), unico a scendere sotto par, con quattro di vantaggio sui britannici Alasdair Dalgliesh e Ryan Evans (289, +1). Primo giro – Riccardo Michelini ha iniziato al 12° posto con il 72 del par il South of England Open Amateur Championship, dove difende il titolo sui due difficili percorsi del Walton Heath Golf Club, entrambi par 72 (Old Course e New Course), a Walton on the Hill, in Inghilterra. Ha iniziato a forte andatura Seb Crookall-Nixon, autore di un 65 (-7), che ha preso tre colpi di vantaggio su Alfie Plant (68, -4). In terza posizione con 69 (-3) Ryan Fricker, in quarta con 70 (-2) Jamie Bower, Louis Hirst e Jonathan Hurst. L’evento si dipana sulla distanza di 72 buche medal: nei primi due giri i partecipanti si alterneranno sui due tracciati, poi il taglio promuoverà ai due turni conclusi i primi 40 concorrenti e i pari merito al 40° posto che disputeranno le ultime 36 buche nella stessa giornata, 18 al mattino sul New Course e 18 nel pomeriggio sull’Old Course. Lo scorso anno Michelini si impose con 285 colpi (71 73 71 70, -3), unico a scendere sotto par, con quattro di vantaggio sui britannici Alasdair Dalgliesh e Ryan Evans (289, +1). Prologo – Riccardo Michelini difende il titolo nel South of England Open Amateur Championship, che si disputa dal 22 a, 24 luglio sui due difficili percorsi del Walton Heath Golf Club, entrambi par 72 (Old Course e New Course), a Walton on the Hill, in Inghilterra.. L’evento si dipana sulla distanza di 72 buche medal: nei primi due giri i partecipanti si alterneranno sui due tracciati, poi il taglio promuoverà ai due turni conclusi i primi 40 concorrenti e i pari merito al 40° posto che disputeranno le ultime 36 buche nella stessa giornata, 18 al mattino sul New Course e 18 nel pomeriggio sull’Old Course. Lo scorso anno Michelini si impose con 285 colpi (71 73 71 70, -3), unico a scendere sotto par, con quattro di vantaggio sui britannici Alasdair Dalgliesh e Ryan Evans (289, +1).   SCOTTISH BOYS: SUCCESSO DEI PADRONI DI CASA, MICHELE ORTOLANI OTTAVO – Michele Ortolani ha conseguito un buon ottavo posto con 141 colpi (74 67, +1) nello Scottish Boys Open Amateur Stroke Play Championship sul percorso del Cruden Bay Golf Club (par 70), a Peterhead in Scozia. Il torneo è andato avanti fra sospensioni e numerose difficoltà dovute alla nebbia, tanto che gli organizzatori sono stati costretti a farlo svolgere sulla distanza di 36 buche, anziché sulle 72 programmate. Gli scozzesi hanno avuto ragione nel duello con gli inglesi: infatti il titolo è stato appannaggio di Ewen Ferguson (134 – 70 64, -6) che ha preceduto il connazionale Ben Kinsley e l’inglese Ryan Lumsden (137, -3). Un altro giocatore di casa al quarto posto con 138 (-2), George Burns, insieme agli inglesi Thomas Thurloway e Laird Shepherd. In 30ª posizione con 147 (72 75, +3) Lorenzo Magagnin e in 48ª con 153 (73 80, +13) Alberto Castagnara. Non ha superato il taglio, effettuato dopo sole 18 buche e che ha promosso 51 concorrenti, Federico Rovegno, 108° con 80 (+10). Gli azzurri sono stati seguiti dell’allenatore Giovanni Magni. Primo giro – Lorenzo Magagnin, 20° con 72 (+2), Alberto Castagnara, 31° con 73 (+3), e Michele Ortolani, 40° con 74 (+4), sono rimasti in gara nello Scottish Boys Open Amateur Stroke Play Championship sul percorso del Cruden Bay Golf Club (par 70), a Peterhead in Scozia. Il torneo è stato ridotto da 72 a 54 buche, poiché è stato annullato il primo giro per la nebbia e il taglio, avvenuto dopo sole 18 buche, ha promosso ai due turni conclusivi, da effettuarsi nella stessa giornata, 51 concorrenti tra i quali non è entrato Federico Rovegno, 108° con 80 (+10). E’ in vetta con 65 (-5) lo scozzese Duncan McNeill, che precede di due colpi il connazionale Ben Kinsley e l’inglese Thomas Thurloway (67, -3). Al quarto posto con 69 (-1) l’inglese Ryan Lumsden e altri due scozzesi, George Burns e Calum Fyfe. Gli azzurri hanno il supporto dell’allenatore Giovanni Magni. Primo giro annullato – La fitta nebbia ha impedito il gioco nel primo giro dello Scottish Boys Open Amateur Stroke Play Championship sul percorso del Cruden Bay Golf Club, a Peterhead in Scozia, al quale prendono parte quattro azzurri: Alberto Castagnara, Lorenzo Magagnin, Michele Ortolani e Federico Rovegno, accompagnati dall’allenatore Giovanni Magni. Il torneo è stato accorciato di 18 buche (54 invece di 72) con taglio che verrà effettuato dopo un turno, poi i primi 40 concorrenti classificati e i pari merito al 40° posto disputeranno le altre 36 nell’ultima giornata. Prologo –  Quattro giocatori in maglia azzurra scenderanno in campo nello Scottish Boys Open Amateur Stroke Play Championship, che si giocherà al Cruden Bay Golf Club, a Peterhead in Scozia, dal 22 al 24 luglio. Sono Alberto Castagnara, Lorenzo Magagnin, Michele Ortolani e Federico Rovegno, che avranno il supporto dell’allenatore Giovanni Magni. Il field è di 144 giocatori i quali competeranno sulla distanza di 72 buche medal. Dopo due giri di 18 buche rimarranno in gara i primi 40 concorrenti classificati e i pari merito al 40 posto che disputeranno le altre 36 nella terza giornata.   CARRIS TROPHY: STEFANO MAZZOLI QUINTO, VINCE L’INGLESE HAYDN McCULLEN – Stefano Mazzoli (nella foto) ha ottenuto un gratificante quinto posto con 295 colpi (71 78 72 74, +7) nell’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy, conclusosi sul tracciato del Moor Park Golf Club (par 72), a Rickmansworth in Inghilterra. Buone anche le prestazioni di Edoardo Raffaele Lipparelli (77 72 75 74) e di Federico Zuckermann (70 76 77 75), 12.i con 298 (+10), e di Costantino Peruzzi (76 76 76 72) e di Teodoro Soldati (75 79 72 74), 23.i con 300 (+12). Ha vinto con 288 colpi (71 75 72 70, par) l’inglese Haydn McCullen che dopo aver terminato la gara alla pari con il connazionale Bradley Moore (288 – 73 71 73 71) lo ha poi superato alla prima buca di spareggio. Al terzo posto con 293 (+5) George Gardner, al quarto con 294 (+6) Jamie Dick e al quinto, insieme a Mazzoli, anche Harry Hall. Nella Nations Cup si è imposta con 289 (144 145, +1) colpi Inghilterra 1. In seconda posizione Inghilterra 2 (291, +3), in terza Italia 1 (Lipparelli, Soldati, Zuckermann) con 293 (145 148, +5) e in quarta Italia 2 (Fortini, Mazzoli, Peruzzi) con 299 (147 152, +11).  Non ha superato il taglio Giacomo Fortini, 61° con 155 (79 76, +11). Ha accompagnato gli azzurri l’allenatore Marco Soffietti. Terzo giro – Stefano Mazzoli, ottavo con 221 (71 78 72, +5) si è collocato tra i top ten nel terzo turno dell’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy, che termina sul tracciato del Moor Park Golf Club (par 72), a Rickmansworth in Inghilterra. Sono in alta graduatoria anche Federico Zuckermann, 13° con 223 (70 76 77, +7), e Edoardo Raffaele Lipparelli, 16° con 224 (77 72 75, +8), e navigano nella zona centrale Teodoro Soldati, 27° con 226 (75 79 72, +10), e Costantino Peruzzi, 36° con 228 (76 76 76, +12). Nuovo leader con 217 colpi è Bradley Moore (73 71 73, +1), davanti ad Haydn McCullen e all’austriaco Christoph Pelzmann, secondi con 218 (+2), e a George Gardner, quarto con 219 (+3), che era in vetta dopo due turni. Nella Nations Cup si è imposta con 289 (144 145, +1) colpi Inghilterra 1. In seconda posizione davanti a Inghilterra 2 (291, +3), in  terza  Italia 1 (Lipparelli, Soldati, Zuckermann) con 293 (145 148, +5) e in quarta Italia 2 (Fortini, Mazzoli, Peruzzi) con 299 (147 152, +11).  Accompagna gli azzurri l’allenatore Marco Soffietti. Secondo giro – Nell’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy, sul tracciato del Moor Park Golf Club (par 72), a Rickmansworth in Inghilterra,  hanno perso qualche posizione, ma sono rimasti in alta classifica Federico Zuckermann, sesto con 146 (70 76, +2), e Stefano Mazzoli, 15° con 149 (71 78, +5), raggiunto da Edoardo Raffaele Lipparelli (149 – 77 72). Hanno superato il taglio, che ha lasciato in gara 60 concorrenti, Costantino Peruzzi, 36° con 152  colpi (76 76, +8), e Teodoro Soldati, 52° con 154 (75 79, +10), mentre è uscito Giacomo Fortini, 61° con 155 (79 76, +11). Nuovo leader è George Gardner con 143 (71 72, -1), unico concorrente sotto par, seguito con 144 (par) da Bryan Teoh, Bradley Moore, Jamie Dick e George Mullins, un vetta dopo un turno. Nella Nations Cup si è imposta con 289 (144 145, +1) colpi Inghilterra 1 davanti a Inghilterra 2 (291, +3). In terza posizione Italia 1 (Lipparelli, Soldati, Zuckermann) con 293 (145 148, +5) e in quarta Italia 2 (Fortini, Mazzoli, Peruzzi) con 299 (147 152, +11).  Accompagna gli azzurri l’allenatore Marco Soffietti. Primo giro – Bella partenza di Federico Zuckermann, terzo con 70 (-2) colpi, e di Stefano Mazzoli, quinto con 71 (-1), nell’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy, che si sta svolgendo sul tracciato del Moor Park Golf Club (par 72), a Rickmansworth in Inghilterra. E’ al comando con 68 (-4) George Mullins, che ha due colpi di margine sul gruppetto di Zuckermann comprendente Jamie Dick e Gian Marco Petrozzi, mentre Mazzoli ha la compagnia di George Gardner, Marcus Sewell, Haydn McCullen e dell’austriaco Christoph Pelzmann. E’ al 25° posto con 75 (+3) Teodoro Soldati e sono poco dietro Costantino Peruzzi, 35° con 76 (+4), ed Edoardo Raffaele Lipparelli, 48° con 77 (+5). E’ oltre la linea del taglio, che dopo 36 buche lascerà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto, Giacomo Fortini, 77° con 79 (+7). Dopo il primo dei due giri validi per la Nations Cup Italia 1 (Lipparelli, Soldati, Zuckermann) è in seconda posizione con 145 (+1), alla pari con Inghilterra 2. In vetta Inghilterra 1 con 144 (par) e al quarto posto con 147 (+3) Italia 2 (Fortini, Mazzoli, Peruzzi). Accompagna gli azzurri l’allenatore Marco Soffietti. Prologo – Sei azzurri prendono parte all’English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy ( 22 al 25 luglio) sul tracciato del Moor Park Golf Club, a Rickmansworth in Inghilterra. Sono: Giacomo Fortini, Edoardo Raffaele Lipparelli, Stefano Mazzoli, Costantino Peruzzi, Teodoro Soldati e Federico Zuckermann, che saranno assistiti dall’allenatore Marco Soffietti. La gara si disputa sulla distanza di 72 buche medal, con taglio dopo 36 che lascherà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto.   Sec   EUROPEAN YOUNG MASTERS ALLA GERMANIA, 11ª L’ITALIA –  La Germania ha letteralmente dominato nell’European Young Masters  facendo l’ex-plein, ossia imponendosi in tutte e tre le classifiche, in quella a squadre e nelle due individuali, sul percorso dell’Hamburger Golf Club (par 71), ad Amburgo in Germania. Nella graduatoria per team i tedeschi (Max Schmitt, Timo Vahlenkamp, Alexandra Försterling, Esther Henseleit) hanno prevalso con 624 colpi (204 204 216, -15), unica formazione sotto par, davanti a Spagna (641, +2), Danimarca (642, +3), Inghilterra (647, +8), Svezia (652, +13), Norvegia (653, +14) e Svizzera, settima con 655 (+16), L’Italia (Adalberto Montini, Leonardo Bellini, Angelica Moresco, Arianna Scaletti) ha concluso in undicesima posizione con 661 (225 214 222, +22). Nell’individuale maschile successo di Max Schmitt con 201 (65 65 71, -12) con sei colpi di margine sul danese John Axelsen (207, -6). In terza posizione con 211 (-2) il norvegese Kristoffer Reitan, in quarta con 212 (-1) il ceco Matyas Zapletal e il belga Giovanni Tadiotto. In 13ª Adalberto Montini con 219 (76 68 75, +6) e in 33ª Leonardo Bellini con 231 (80 80 71, +18). Nella graduatoria femminile Alexandra Försterling (209 – 67 69 73, -4) ha messo in fila le spagnole Alejandra Pasarin (213, par) e Ana Pelaez (214, +1), affiancata al terzo posto dall’altra tedesca Esther Henseleit. Al quinto con 215 (+2) l’irlandese Niamh McSherry e al sesto con 216 (+3) l’inglese Hollie Muse. E’ scesa dalla quinta alla 12ª posizione Angelica Moresco con 222 colpi (72 74 76, +9) ed è terminata 20ª con 225 (77 72 76, +12) Ariana Scaletti.  Hanno seguito il quartetto azzurro Giulia Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso. ondo giro –  l’Italia (Adalberto Montini, Leonardo Bellini, Angelica Moresco, Arianna Scaletti) è al settimo posto con 439 colpi (225 214, +13), alla pari con il Belgio, dopo il secondo dei tre giri in cui si articola l’European Young Masters, che si sta svolgendo sul percorso dell’Hamburger Golf Club (par 71), ad Amburgo in Germania. Guidano la graduatoria i padroni di casa con 408 colpi (204 204, -18) e con largo margine su Danimarca (427, +1), Svezia (430, +4), Spagna (434, +8), Inghilterra (435, +9) e Svizzera (438, +12). I tedeschi stanno dominando anche nelle classifiche individuali. In quella maschile Max Schmitt (130 – 65 65, -12) ha sette colpi di vantaggio sul danese John Axelsen e sullo svedese Marcus Svensson (137, -5), In quarta posizione con 140 (-2) il norvegese Kristoffer Reitan e in quinta con 141 (-1) il belga Giovanni Tadiotto. In nona con 144 (76 68, +2) Adalberto Montini, in rimonta dalla 21ª, e in 39ª con 160 (80 80, +16) Leonardo Bellini. Nella classifica femminile le due ragazze del team tedesco sono ai primi due posti: Alexandra Försterling leader con 136 (67 69, -6), ed  Esther Henseleit seconda con 142 (par) insieme con l’irlandese Niamh McSherry. In quarta posizione con 145 (+3) la svizzera Clarissa Cattori e in quinta con 146 (+4) la brillante Angelica Moresco (72 74) alla pari con le spagnole Alejandra Pasarin e Ana Pelaez, con la scozzese Shannon McWilliam, con la portoghese Leonor Bessa e con l’austriaca Emma Spitz. Al 16° con 149 (77 72, +7) Arianna Scaletti, risalita dal 26°. Accompagnano il quartetto azzurro Giulia Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso. Primo giro – Quasi quattro ore di sospensione per un temporale hanno condizionato la prima giornata dell’European Young Masters, sul percorso dell’Hamburger Golf Club (par 71), ad Amburgo in Germania, tanto che la gara femminile non è stata portata a compimento. In quella maschile Adalberto Montini ha chiuso al 21° posto con 76 (+5) colpi e Leonardo Bellini al 39° con 80 (+9). E’ al comando con 65 (-6) il tedesco Max Schmitt che ha preso un margine di tre colpi sullo svedese Marcus Svensson (68, -3) e di cinque sul belga Giovanni Tadiotto e sul danese John Axelsen (70, -1). Nel torneo femminile la classifica, quando il turno verrà completato, non subirà modifiche nelle prime posizioni. Guida con 67 (-4) la tedesca Alexandra  Försterling davanti all’austriaca Emma Spitz (69, -2) e all’irlandese Niamh McSherry (71, par). Bel quarto posto per Angelica Moresco con 72 (+1), affiancata dalla tedesca Esther Henseleit, e 26ª piazza per Arianna Scaletti con 77 (+6). L’evento si dipana sulla distanza di 54 buche con classifica a squadre (somma di tre risultati su quattro in ciascun giro) e con due individuali, maschile e femminile. Accompagnano il quartetto azzurro Giulia Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso. Prologo – Il quartetto composto da Leonardo Bellini, Adalberto Montini, Angelica Moresco e Arianna Scaletti difende i colori azzurri nell’European Young Masters, che si disputerà dal 24 al 26 luglio sul percorso dell’Hamburger Golf Club, ad Amburgo in Germania. La gara si dipana sulla distanza di 54 buche con classifica a squadre (somma di tre risultati su quattro in ciascun giro) e con due individuali, maschile e femminile. Accompagnano il team Giulia Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso.   AZZURRE ALL’ENGLISH GIRLS U15 E U13 OPEN AMATEUR CHAMPIONSHIP – Sul percorso del Copt Heath Golf Club, a Solihull in Inghilterra, è in programma dal 29 al 31 luglio l’English Girls U15 e U13 Open Amateur Championship. Il team azzurro è composto dalle Under 13 Benedetta Moresco, Alessia Nobilio ed Emilie Alba Patrinieri e dalle Under 15 Carola Caloni, Maeve Rossi e Alessandra Tenderini, che saranno accompagnate da Gabriele Ascari. Il torneo Under 15 si svolgerà sulla distanza di 72 buche medal. Dopo 36 il taglio lascerà in gara le prime 36 concorrenti e le pari merito al 30° posto che completeranno la gara nella terza e ultima giornata. Le Under 13 si batteranno su 54 buche. Dopo 36 accederanno all’ultimo giro le prime 18 in graduatoria e le pari merito al 18° posto.   GLI AZZURRI AL BELGIAN INTERNATIONAL AMATEUR – Luigi Botta, Giulio Castagnara, Luca Cianchetti, Giacomo Garbin, Jacopo Guasconi e Gianmaria Rean Trinchero compongono il team ufficiale azzurro che partecipa al Belgian International Amateur Championship (30 luglio-2 agosto) sul tracciato del Royal Antwerp Golf Club, a Kapellen in Belgio. Vi prende parte a titolo personale anche Luca Portelli. La gara si effettua sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che ammetterà ai due turni conclusivi gli autori dei migliori 42 score e i pari merito al 42° posto.