fbpx

Final Qualifying Stage: Marco Crespi conquista la ‘carta’ per l’European Tour 2014

  15 Novembre 2013 News
Condividi su:

Marco Crespi (nella foto) ha fornito una grande prestazione nella Final Qualifying Stage dove con il terzo posto (413 – 71 70 67 68 67 70, -15) ha ottenuto la ‘carta’ per giocare nell’European Tour 2014, dove affiancherà i fratelli Francesco ed Edoardo Molinari, Matteo Manassero e Andrea Pavan. Non sono entrati tra i promossi Niccolò Quintarelli, 44° con 424 (68 74 71 62 74 75, -4), e Lorenzo Gagli, 70° con 433 (74 66 72 70 74 77, +5), che avranno accesso al Challenge Tour 2014. Al PGA Catalunya Resort, a Girona in Spagna dove erano in palio 25 "carte" per il prossimo circuito continentale, si è imposto con 402 (67 71 69 63 65 67, -26) lo spagnolo Carlos Del Moral, 28enne di Valencia con due vittorie nel Challenge Tour, che ha lasciato a cinque colpi il paraguaiano Fabrizio Zanotti (407, -21), trentenne di Assuncion con un successo nello stesso tour. In quarta posizione con 414 (-14) il francese Gary Stal, in quinta con 415 (-13) lo statunitense John Hahn, lo svedese Mikael Lundberg e il transalpino Adrien Saddier. Crespi, 35enne monzese che quest’anno ha vinto un torneo nel Challenge Tour (Mugello Tuscany Open) e che aveva mancato la ‘carta’ nel Grand Final a Dubai terminando 18° nell’ordine di merito, è arrivato alla meta percorrendo la strada più difficile con una condotta di gara molto regolare e ponendo le basi per raggiungerla dal terzo al quinto giro con la sequenza 67-68-67. Nell’ultimo ha giocato con prudenza ben sapendo che con un par sarebbe andato a segno. Invece è sceso di due sotto con un 70 (-2) dovuto a quattro birdie e a due bogey. Quintarelli si era messo in corsa con un 62 (-8) nel quarto turno, salendo in 13ª posizione, poi il rendimento è calato e ha concluso con un 74 (+2) e un 75 (+3, con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey). Gagli, reduce da una stagione travagliata in cui ha perso la ‘carta’ per il circuito maggiore, ha avuto quanto meno il merito di superare il taglio, ma non è riuscito poi a decollare navigando in retrovia. Nel giro finale ha segnato lo score più alto tra i sei parziali con un 77 (+5) dovuto a quattro birdie, cinque bogey e a due doppi bogey. Nel torneo, che si è disputato sulla distanza di 108 buche, i 156 concorrenti al via si sono alternati nei primi quattro giri sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70), mentre nei due conclusivi i 71 rimasti in gara dopo il taglio si sono affrontati sullo Stadium Course. Sono usciti Matteo Delpodio, 72° con 283 (70 71 72 70, -1), fuori per un colpo, Andrea Maestroni, 96° con 286 (73 72 75 66, +2), e Nicolò Ravano, 142° con 293 (69 81 75 68, +9). I giocatori che hanno conquistato la ‘carta’ per l’European Tour 2014 saranno nella categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri disporranno della categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e della categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   Quinto giro – Marco Crespi, con un parziale di 67 (-5) colpi e lo score di 343 (71 70 67 68 67, -13), si è portato dal 18° al terzo posto a un giro dal termine della Final Qualifying Stage che si sta svolgendo al PGA Catalunya Resort, a Girona in Spagna, dove i primi 25 classificati riceveranno altrettante "carte" per l’European Tour 2014. E’ in corsa anche Niccolò Quintarelli, pure se è scivolato dal 13° al 33° posto con 349 (68 74 71 62 74, -7), mentre è rimasto in retrovia Lorenzo Gagli, 67° con 356 (74 66 72 70 74, par), che sembra destinato a una ‘carta’ per il Challenge Tour. Ha mantenuto il comando con 335 (67 71 69 63 65, -21) lo scatenato spagnolo Carlos Del Moral, autore di un 65 (-7), che ha allungato nei riguardi del paraguaiano Fabrizio Zanotti (339, -17) che ora gli rende quattro colpi. Crespi ha la compagnia dell’inglese James Morrison e sono un colpo dietro lo svedese Mikael Lundberg, i francesi Adrien Saddier e Gary Stal, il gallese Stuart Manley e lo statunitense John Hahn. Del Moral si è espresso con otto birdie e un bogey; Crespi, dopo un bogey alla 5ª buca, ha realizzato sei birdie nelle rimanenti 13. Per Quintarelli e Gagli un 74 (+2) con tre birdie e cinque bogey per il veneto e con un eagle, un birdie e cinque bogey per il secondo. Nel torneo, che si dipana sulla distanza di 108 buche, i 156 concorrenti al via si sono alternati nei primi quattro giri sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70), mentre nei due conclusivi i 71 rimasti in gara dopo il taglio stanno affrontandosi sullo Stadium Course. Sono usciti Matteo Delpodio, 72° con 283 (70 71 72 70, -1), fuori per un colpo, Andrea Maestroni, 96° con 286 (73 72 75 66, +2), e Nicolò Ravano, 142° con 293 (69 81 75 68, +9). I primi 25 in graduatoria accederanno all’European Tour 2014 con la categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri riceveranno la categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e la categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   Quarto giro – Niccolò Quintarelli, 13° con 275 (68 74 71 62, -9), autore di un gran 62 (-8), Marco Crespi, 18° con 276 (71 70 67 68, -8), e Lorenzo Gagli, 62° con 282 (74 66 72 70, -2), hanno superato il taglio dopo 72 buche e competeranno per ottenere una delle 25 ‘carte’ per l’European Tour 2014 – riservate ai primi 25 classificati – nella Final Qualifying Stage che si sta svolgendo al PGA Catalunya Resort, a Girona in Spagna. Il torneo si dipana sulla distanza di 108 buche: per quattro giri i 156 concorrenti si sono alternati sui due tracciati dello Stadium Course (par 72) e del Tour Course (par 70), mentre nei due conclusivi i 71 rimasti in gara giocheranno sullo Stadium Course. Sono usciti Matteo Delpodio, 72° con 283 (70 71 72 70, -1), fuori per un colpo, Andrea Maestroni, 96° con 286 (73 72 75 66, +2), e Nicolò Ravano, 142° con 293 (69 81 75 68, +9). E’ passato a condurre con 270 colpi (67 71 69 63, -14), grazie a un 63 (-9), lo spagnolo Carlos Del Moral, che ha un colpo di vantaggio sul paraguaiano Fabrizio Zanotti e sull’inglese Daniel Brooks (271, -13). Al quarto posto con 272 (-12) il francese Edouard España, l’inglese James Morrison e lo svedese Patrik Sjoland, al settimo con 273 (-11) gli statunitensi John Hahn e Brinson Paolini, il danese Lucas Bjerregaard e l’inglese Simon Wakefield. Del Moral si è esibito allo Stadium Course con un eagle e sette birdie e sullo stesso tracciato Crespi è risalito di 14 posizioni con un 68 (-4), frutto di quattro birdie, senza bogey, e Gagli ne ha guadagnate solo quattro con un 70 (-2, con tre birdie e un bogey), ma preziose per non uscire di scena. Quintarelli sul Tour Course è sceso di otto colpi sotto il par con ben 11 birdie, un bogey e un doppio bogey scalandone 45. Allo Stadium Course Delpodio si è espresso con un 70 (-2) con cinque birdie e tre bogey dei quali l’ultimo, sulla penultima buca, gli è costato l’eliminazione. Generose le prove di Maestroni e di Ravano, ma la loro era una missione impossibile dopo tre giri ben sopra par. Entrambi hanno concluso sul Tour Course, il primo con un 66 (-4) dovuto a sei birdie e un doppio bogey, il secondo con un 68 (-2) con quattro birdie  due bogey. Come detto i primi 25 in graduatoria accederanno all’European Tour 2014 con la categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri riceveranno la categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e la categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   Terzo giro – Marco Crespi è salito dal 66° al 32° posto con "meno 4" (208 – 71 70 67) nella Final Qualifying Stage dell’European Tour che si sta svolgendo sui due percorsi del PGA Catalunya Resort (Stadium Course, par 72, Tour Course, par 70), a Girona in Spagna, dove si assegnano 25 "carte" per il circuito 2014. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei due campi in cui i 156 concorrenti si alternano, ma si tornerà alla normalità negli ultimi tre giri. In risalita anche Niccolò Quintarelli, da 81° a 58° con "meno 1" (213 – 68 74 71), e in regresso di undici posizioni Lorenzo Gagli, 66° con il par (212 – 74 66 72), ma ancora entro la linea del taglio, mentre sono fuori Matteo Delpodio, 77° con "+1" (213 – 70 71 72), Andrea Maestroni, 121° con "+6" (220 – 73 72 75), e Nicolò Ravano, 145° con "+11" (225 – 69 81 75), il cui recupero appare problematico. Sono al comando con "meno 10" l’inglese James Morrison (202 – 72 67 63) e lo svedese Jens Dantorp (202 – 66 68 68), seguiti con "meno 9" dal paraguaiano Fabrizio Zanotti e dall’argentino Estanislao Goya (203). In quinta posizione con "meno 8" gli inglesi Simon Wakefield e Gary Lockerbie, lo scozzese Jack Doherty, lo statunitense Dodge Kemmer, lo svedese Oscar Stark e il danese Lucas Bjerregaard (204). Crespi ha realizzato un 67 (-3) sul Tour Course con cinque birdie e due bogey. Sullo stesso tracciato un 72 (+2) per Gagli, con cinque birdie, tre bogey e due doppi bogey, e per Delpodio, con due birdie, due bogey e un doppio bogey. Sullo Stadium Course 71 (-1) colpi per Quintarelli, con cinque birdie e quattro bogey, 75 (+3) per Maestroni, con un birdie e quattro bogey, e 75 anche per Ravano, con due birdie e cinque bogey. Il torneo si svolge sulla distanza di 108 buche. Dopo 72 si effettuerà il taglio: i primi 70 e i pari merito al 70° posto saranno ammessi ai due turni conclusivi, che si effettueranno allo Stadium Course. Come detto i primi 25 accederanno all’European Tour 2014 con la categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri riceveranno la categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e la categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   Secondo giro – Lorenzo Gagli, 55° con lo score di 140 (74 66, -2) dopo con un ottimo giro in 66 (-4) colpi, ha recuperato 69 posizioni e si è rimesso in corsa per una ‘carta’ nella Final Qualifying Stage dell’European Tour che si sta svolgendo sui due percorsi del PGA Catalunya Resort (Stadium Course, par 72, Tour Course, par 70), a Girona in Spagna, dove si assegnano 25 "carte" per il circuito 2014. In rimonta anche Matteo Delpodio (70 71) e Marco Crespi (71 70), entrambi 66.i con 141 (-1), mentre al momento sono fuori dalla linea del taglio Niccolò Quintarelli, 81° con 142 (68 74, par), Andrea Maestroni, 113° con 145 (73 72, +3), e Nicolò Ravano, 152° con 150 (69 81, +8). E’ passato a condurre con 132 (66 66, -10) lo statunitense John Hahn con due colpi di vantaggio sullo svedese Jens Dantorp (134, -8). In terza posizione con 135 (-7) l’inglese Richard Finch, il sudafricano Brandon Stone, lo scozzese Alastair Forsyth, lo svedese Jens Fahrbring e il danese Lucas Bjerregaard. E’ sceso in ottava con 136 (-6) il francese Edouard España, che era leader dopo un turno. Sono a rischio due giocatori di buon nome con successi nel tour: lo svedese Johan Edfors, che è alla pari con Quintarelli, e l’iberico Ignacio Garrido, 137° con 147 (+5). Gagli, unico azzurro che ha giocato sul Tour Course, ha realizzato quattro birdie senza bogey. Sullo Stadium Course Delpodio, risalito di 18 posizioni, ha girato in 71 (-1) con tre birdie e un doppio bogey; Crespi, che ne ha rimontate 38, in 70 (-2) con un eagle, cinque birdie, tre bogey e un doppio bogey; Quintarelli in 74 (+2) con due birdie, due bogey e un doppio bogey; Maestroni in 72 (par) con quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Giornata nera per Ravano che è incappato in un 81 (-9), con un birdie, cinque bogey, un doppio bogey e un triplo bogey, discendendo la classifica di 94 gradini. Il torneo si svolge sulla distanza di 108 buche: dopo 72 i primi 70 e i pari merito al 70° posto saranno ammessi ai due turni conclusivi, che si effettueranno allo Stadium Course. Come detto i primi 25 accederanno all’European Tour 2014 con la categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri riceveranno la categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e la categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   Primo giro – E’ iniziata sui due percorsi del PGA Catalunya Resort (Stadium Course, par 72, Tour Course, par 70), a Girona in Spagna, la Final Qualifying Stage dell’European Tour, al termine della quale verranno assegnate 25 ‘carte’ per il circuito 2014. La graduatoria fa riferimento al par essendo differente quello dei due campi. Alla gara prendono parte sei giocatori italiani dei quali il miglior classificato è Niccolò Quintarelli 44° con "meno 2" (68 SC). Seguono Nicolò Ravano, 53° con "meno 1" (69 TC), Matteo Delpodio, 84° con il par (70 TC), Marco Crespi, 104° con "+1" (71 TC), Lorenzo Gagli, 123° con "+2" (74 SC), e Andrea Maestroni, 136° con "+3" (73 TC).  E’ al comando con "meno 8", grazie a un 62 sul Tour Course, il francese Edouard España, seguito con "-6" dagli inglesi Jamie Elson e  Richard Finch, dal belga Thomas Pieters, dallo svedese Michael Jonzon, dallo statunitense Tain Lee, tutti con un 64 sullo stesso tracciato, e dallo svedese Jens Dantorp, che il "meno 6" lo ha ottenuto allo Stadium Corse (parziale di 66). Il torneo si svolge sulla distanza di 108 buche: dopo 72 i primi 70 e i pari merito al 70° posto saranno ammessi ai due turni conclusivi, che si effettueranno allo Stadium Course. Come detto i primi 25 accederanno all’European Tour 2014 con la categoria 15, ma avranno anche la categoria 5 per il Challenge Tour, gli altri riceveranno la categoria 20 per il circuito maggiore (con scarse possibilità di giocare) e la categoria 9 per una stagione piena nel Challenge Tour 2014.   I risultati