fbpx

Eurotour: Stephen Gallacher dopo otto anni, belle prove di Manassero (12°) e Gagli (15°)

  03 Febbraio 2013 News
Condividi su:

 

Matteo Manassero, 12° con 275 colpi (66 71 70 68, -13), e Lorenzo Gagli, 15° con 276 (68 71 69 68, -12), sono stati autori di una bella prova nell’Omega Dubai Desert Classic (European Tour) disputato sul percorso dell’Emirates GC (par 72) a Dubai, nell’Emirato Arabo, dove è andato a premio anche Alessandro Tadini, 52° con 283 (70 71 71 71, -5). Ha ottenuto il secondo titolo in carriera, tornando al successo dopo otto anni, lo scozzese Stephen Gallacher (266 – 63 70 62 71, -22), che ha avuto ragione del sudafricano Richard Sterne (269 – 62 70 66 71, -19) in un acceso duello finale. In terza posizione con 271 (-17) il cileno Felipe Aguilar e il danese Thorbjorn Olesen, sempre più convincente, in quinta con 272 (-16) l’australiano Marcus Fraser e l’inglese Lee Westwood, al debutto stagionale, in settima con 273 (-15) il portoghese Ricardo Santos e gli inglesi Robert Rock e Steve Webster. Sono andati a corrente alternata l’indiano Jeev Milkha Singh, 10° con 274 (-14), gli spagnoli Sergio Garcia e Rafael Cabrera Bello, campione uscente, 17.i con 277 (-11), e l’inglese Paul Casey, 37° con 280 (-8). Decisamente deludente il thailandese Thongchai Jaidee, 64° con 285 (-3). Gallacher, leader dopo 54 buche con tre colpi di margine su Sterne, ha iniziato male (due bogey) e ha subito la rimonta del rivale in parità alla terza buca grazie a due birdie. Dopo essere andato avanti di un colpo alla 10, Sterne ha perso lucidità: è riuscito a rimediare a due bogey, poi l’epilogo tra le buche 15 e 16 dove il sudafricano ha segnato altri due bogey che combinatisi con un eagle di Gallacher hanno dato allo scozzese un vantaggio di quattro colpi (poi divenuti tre al termine) e la certezza del titolo dopo quello nel Dunhill Links Championship (2004). Con la prima moneta di 309.232 su un montepremi di 1.880.000 euro, per lui anche l’esenzione per tre anni, ossia la possibilità di giocare nel tour fino al 2015 indipendentemente posizione nella money list. Manassero e Gagli hanno segnato 68 (-4) colpi, il primo con un eagle, quattro birdie e due bogey, il fiorentino con quattro birdie. E’ uscito al taglio per la terza settimana consecutiva Edoardo Molinari, 120° con 148 (72 76, +4).   I risultati  ​