fbpx

Eurotour: Seve Trophy al Resto d’Europa (15-13) punto decisivo di F. Molinari

  06 Ottobre 2013 News
Condividi su:

Il Resto d’Europa ha vinto il Seve Trophy by Golf+ superando per 15-13 la Gran Bretagna & Irlanda, grazie a un parziale di 6-4 nei dieci singoli finali, dopo che le sessioni di doppio si erano concluse sul 9-9. Sul percorso del Saint-Nom-La- Bretèche, nei pressi di Parigi in Francia, il team guidato dallo spagnolo José Maria Olazabal ha conquistato per la seconda volta in otto edizioni il trofeo inventato dal grande Severiano Ballesteros e ora giocato in sua memoria, e nella conclusione vittoriosa hanno avuto un ruolo importante Matteo Manassero e Francesco Molinari. Infatti hanno portato alla causa del Resto d’Europa due punti di peso: Manassero ha firmato il 13° con un 3/2 sullo scozzese Stephen Gallacher, e Molinari il 15° battendo nell’ultimo match l’inglese Chris Wood per 3/2 e facendo gioire tutta la squadra. Gli altri punti continentali li hanno siglati il belga Nicolas Colsaerts (1 up sull’inglese Paul Casey), Miguel Angel Jimenez (6/4 sull’inglese David Lynn) e il francese Gregory Bourdy (4/3 sullo scozzese Scott Jamieson), grande protagonista con cinque successi su cinque match e soprattutto imbattibile nei doppi insieme all’olandese Joost Luiten, che nel singolo ha ceduto contro l’inglese Tommy Fleetwood (3/2). A segno per la GB&I, condotta dallo scozzese Sam Torrance, anche i connazionali Marc Warren (4/3 sul danese Thorbjorn Olesen) e Paul Lawrie (2/1 sul finlandese Mikko Ilonen). Parità tra lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño e il gallese Jamie Donaldson (GB&I). All’inizio del giro finale sono rimasti ai box l’inglese Simon Khan e il danese Thomas Bjorn per un infortunio subito dal primo: il match non si è giocato ed è stata decretata la parità. Manassero ha subìto inizialmente l’1 down da Gallacher, ma con tre birdie e un par tra le buche 4 e 8 si è portato sul 3 up, divenuto 4 up con un altro birdie alla 12. Lo scozzese ha provato a raddrizzare il match, conquistando due buche consecutive, ma un nuovo birdie alla 16 del veronese ha chiuso il conto. Molinari ha subito alzato i ritmi con Wood e alla buca 10 il 3 up ha espresso chiaramente i valori in campo, L’inglese ha accorciato le distanze alla 11, poi ha provato ad avvicinarsi ancora, ma Molinari, al quale Olazabal ha espresso piena fiducia chiamandolo a disputare l’ultimo match, ha contenuto la pressione di avere sulle spalle il peso del verdetto e alla buca 16 ha alzato idealmente il trofeo mettendo a segno il putt per il birdie vincente. Fernandez Castaño è stato avanti fino alla buca 14 quando ha concesso il pari al Donaldson incappando in un bogey. Molto combattuto il match tra Colsaerts e Casey, quest’ultimo costretto ad inseguire vanamente sin dall’inizio. Luiten è partito bene, ma Fleetwood ha messo un punto fermo sul suo successo  andando sul 3 up al giro di boa. L’olandese ha provato a difendere l’imbattibilità nel torneo, ma dopo essersi portato sull’1 down ha dovuto lasciare via libera allo scatenato avversario. Grande Bourdy anche contro Jamieson e pratica liquidata con il 4 up dopo dieci buche. Altalena tra Warren e Olesen fino alla 10ª buca, poi lo scozzese ha cambiato marcia e per il continentale si è fatto notte. Equilibrio tra Ilonen e Lawrie con quest’ultimo che ha preso il sopravvento nelle parte finale dell’incontro. Infine Jimenez ha letteralmente passeggiato contro Lynn vincendo sei buche senza lasciarne nessuna all’avversario. Manassero ha conquistato complessivamente 2,5 punti e Molinari 1,5. Nelle prime due giornate gli azzurri hanno giocato insieme con un pari contro Casey/Khan e una confitta contro Lynn/Jamieson. Nella terza Molinari è stato al mattino affiancato a Olesen (2/1 da Wood/Jamieson) e ha riposato nel pomeriggio. Manassero ha fatto coppia con Jimenez e sono venute una vittoria (1 up su Casey/Fleetwood) e una sconfitta (1 up da Casey/Lynn).   Terza giornata – Nel Seve Trophy by Golf+, in svolgimento sul percorso del Saint-Nom-La- Bretèche, nei pressi di Parigi in Francia, la selezione del Resto d’Europa, di cui fanno parte Francesco Molinari e Matteo Manassero, e quella di Gran Bretagna & Irlanda inizieranno il turno finale, che prevede dieci incontri singoli, in parità sul 9-9. I britannici, infatti, assistiti dallo scozzese Sam Torrance, hanno recuperato con un parziale di 3-1 nella seconda sessione di foursome della terza giornata lo svantaggio che si era dilatato a due colpi (8-6) dopo la prima chiusa in favore dei continentali per 2,5-1,5. Nei foursome del mattino lo spagnolo José Maria Olazabal, capitano continentale, non ha confermato il duo Molinari-Manassero, che aveva riportato solo mezzo punto in due uscite, ma ha fatto fare coppia al primo con il danese Thorbjorn Olesen e ha schierato il giovane veronese insieme a Miguel Angel Jimenez. Nulla da fare per Molinari/Olesen, superati per 2/1 da Chris Wood/Scott Jamieson, mentre Manassero/Jimenez hanno battuto di misura (1 up) Paul Casey/Tommy Fleetwood. Implacabili Joost Luiten/Gregory Bourdy, che hanno colto la terza vittoria su tre match, contro Jamie Donaldson/Marc Warren (2/1) e pari tra Nicolas Colsaerts/Gonzalo Fernandez Castaño e Stephen Gallacher/Paul Lawrie. Hanno iniziato bene Molinari/Olesen che nelle prime cinque buche sono andati due volte in vantaggio. Raggiunti alla settima da Wood/Jamieson hanno poi ceduto nella seconda parte del tracciato in cui hanno conquistato una sola buca contro le tre degli avversari. Il 2 up a favore dopo la quinta buca ha permesso a Manassero/Jimenez di controllare la situazione. Bella l’altalena finale con Casey/Fleetwood che per tre volte hanno accorciato le distanze, con altrettante immediate repliche dei continentali. Hanno provato ancora alla 17ª, riportandosi 1 down, ma Manassero/Jimenez hanno bocciato le loro speranze di pareggio impattando l’ultima buca. Gran finale di Luiten/Bourdy che, 1 down alla 14ª, hanno ribaltato il risultato con tre birdie. Colsaerts/Fernandez Castaño sembravano aver chiuso il conto con un 3 up in otto buche, ma Gallacher/Lawrie hanno impattato con grande pazienza e molta decisione. Negli altri quattro foursome del pomeriggio Molinari è rimasto a riposo, mentre Olazabal ha confermato la coppia Manassero/Jimenez, che però è stata superata da Paul Casey/David Lynn (1 up). Gli altri due punti britannici sono arrivati da Paul Lawrie/Stephen Gallacher (2/1 su Nicolas Colsaerts/Gonzalo Fernandez Castaño) e da Jamie Donaldson/Marc Warren (2/1 su Thomas Bjorn/Mikko Ilonen), mentre Joost Luiten/Gregory Bourdy non hanno mancato il quarto appuntamento con la vittoria, su quattro match, contro Chris Wood/Scott Jamieson (2 up). Tra Donaldson/Warren e Bjorn/Ilonen c’è stato equilibrio per dieci buche, con tre conquistate a testa, poi i britannici hanno preso il sopravvento con due birdie nel finale. Prima sconfitta per Colsaerts/ Fernandez Castaño che sono stati sempre in affanno contro Lawrie/Gallacher, i quali dopo il 4 up alla buca 11 hanno rallentato favorendo il parziale recupero dei due continentali, peraltro del tutto platonico. Gli imbattibili Luiten/Bourdy hanno liquidato anche Wood/Jamieson. Dopo il 2 up alla buca 8, sono stati raggiunti dai britannici alla 12ª, ma sono tornati subito avanti e non hanno concesso spazio agli avversari chiudendo le ultime quattro buche con altrettanti birdie. Manassero/Jimenez sono giunti al giro di boa sul 2 up, poi hanno subito la reazione di Casey/Lynn, che sono stati molto più precisi sul green. Dopo essere andata 1 down alla 15ª la coppia italo-spagnola ha pareggiato alla 16ª e poi ha ceduto alla 18ª sul birdie avversario. La selezione continentale ha vinto la prima edizione del trofeo, poi sono seguiti sei successi britannici, l’ultimo due anni fa per 15,5-12,5 sullo stesso tacciato, che ospita l’evento per la terza volta consecutiva. Il montepremi è di 1.750.000 euro. Il torneo su Sky – La giornata conclusiva del Seve Trophy by Golf+ andrà in onda in diretta e in esclusiva sulla piattaforma satellitare Sky – canali Sky Sport 2 e 2 HD – con collegamento domani, domenica 6 ottobre, dalle ore 11 alle ore 17. Commento di Silvio Grappasonni e di Massimo Scarpa.   Seconda giornata – Nel Seve Trophy by Golf+, in svolgimento sul percorso del Saint-Nom-La- Bretèche, nei pressi di Parigi in Francia, la selezione del Resto d’Europa, di cui fanno parte Francesco Molinari e Matteo Manassero, si è mantenuta in vantaggio su quella della Gran Bretagna & Irlanda (5,5-4,5) grazie a un parziale di 3-2 nella seconda sessione di doppi (fourball) dopo il 3,5-2,5 della prima giornata. Matteo Manassero e Francesco Molinari hanno perso il loro match per 1 up contro l’inglese David Lynn e lo scozzese Scott Jamieson in maniera un po’ rocambolesca, poiché sono stati sempre in vantaggio smarrendosi però nelle ultime due buche. I britannici sono andati subito avanti con un birdie di Jamieson, ma hanno risposto alle stesso modo prima Manassero e poi per due volte Molinari. Alla buca 14 il margine è diminuito a 1 up (birdie di Lynn), poi sulle ultime due buche gli azzurri hanno fallito il birdie, peraltro anche abbordabile, mentre è stato implacabile Jamieson che ha ribaltato il risultato. Gli altri punti britannici sono stati portati da Paul Casey/Simon Khan (3/2 su Mikko Ilonen/Throbjorn Olesen) e da Jamie Donaldson/Marc Warren (4/2 su Thomas Bjorn/Miguel Angel Jimenez). Per il Resto d’Europa hanno fatto centro Nicolas Colsaerts/Gonzalo Fernandez Castaño (6/5 su Paul Lawrie/Stephen Gallacher) e Joost Luiten/Gregory Bourdy (1 up su Tommy Fleetwood/Chris Wood). Casey e Khan sono partiti a manetta con un 3 up dopo sette buche, poi hanno dovuto cederne due a Ilonen/Olesen, ma sono subito ripartiti e con due birdie (12ª e 13ª) hanno chiuso praticamente il conto con anticipo. Grande equilibrio per otto buche tra Donaldson/Warren e Bjorn/Jimenez, ma successivamente i britannici hanno infilato cinque birdie e un eagle e non hanno lasciato scampo ai rivali. Senza storia il match tra Fernandez Castaño/Colsaerts e Lawrie/Gallacher. Un 4 up dopo sei buche non ha concesso possibilità di replica ai due scozzesi. Finale con brivido per Luiten/Bourdy, che sul 3 up alla 14ª, hanno rischiato un clamoroso pareggio. Infatti Fleetwood/Wood hanno recuperato parzialmente con due birdie del secondo, ma sull’ultima buca entrambi hanno fallito da corta distanza il putt del birdie che avrebbe significato la parità per loro e per il team. La selezione continentale ha vinto la prima edizione del trofeo, poi sono seguiti sei successi britannici, l’ultimo due anni fa per 15,5-12,5 sullo stesso tacciato, che ospita l’evento per la terza volta consecutiva. Il torneo si dipana su quattro giornate con cinque fourball nelle prime due, due sessione di quattro foursomes al sabato e dieci singoli la domenica. L’unica novità della formula è nella terza giornata dove i quattro greensome del mattino sono stati sostituiti con quattro foursome. In palio 28 punti e 1.750.000 euro. Il torneo su Sky – Il Seve Trophy by Golf+ va in onda in diretta e in esclusiva sulla piattaforma satellitare Sky – canali Sky Sport 2 e 2 HD – con i seguenti orari: sabato 5 ottobre, dalle ore 11,30 alle ore 18; domenica 6, dalle ore 11 alle ore 17. Commento di Silvio Grappasonni e di Massimo Scarpa.   Prima giornata – La selezione del Resto d’Europa, di cui fanno parte Francesco Molinari e Matteo Manassero, è in vantaggio per 3,5-1,5 sulla selezione di Gran Bretagna & Irlanda nel Seve Trophy by Golf+, torneo dedicato alla memoria del grande campione scomparso, Severiano Ballesteros, che si sta disputando sul percorso del Saint-Nom-La- Bretèche, nei pressi di Parigi. Si confrontano team di dieci giocatori condotti dallo spagnolo José Maria Olazabal e dallo scozzese Sam Torrance. Nella prima giornata si sono disputati cinque incontri di doppio (fourball) e Molinari (nella foto) e Manassero hanno fatto coppia pareggiando contro gli inglesi Paul Casey e Simon Khan. Negli altri match successi continentali con Mikko Ilonen/Thorbjorn Olesen (1 up su Tommy Fleetwood/Chris Wood), con Joost Luiten/Gregory Bourdy (2/1 su Jamie Donaldson/David Lynn) e con Nicolas Colsaerts/Gonzalo Fernandez Castaño (5/3 su Marc Warren/Scott Jamieson) e punto pieno britannico con gli scozzesi Paul Lawrie/Stephen Gallacher (3/2 su Thomas Bjorn/Miguel Angel Jimenez). Sulle prime dodici buche Manassero e Molinari hanno dovuto rimediare per tre volte al vantaggio degli avversari, poi sono andati avanti alla buca 13. La reazione inglese è stata veemente con quattro birdie consecutivi ai quali i due azzurri hanno risposto solo in due occasione. Nuovamente  down alla 17, hanno impattato con un birdie di Molinari in extremis. Bjorn, in giornata poco felice, e Jimenez sono stati avanti nelle prime sei buche, poi Lawrie/Gallacher hanno preso il sopravvento e non hanno avuto più problemi conquistando cinque buche nel resto del tracciato contro una dei continentali. Sempre avanti Ilonen/Olesen contro Fleetwood/Wood, ma i due del Resto d’Europa hanno sprecato parecchie occasioni per chiudere il match prima della 18, dove hanno sfruttato un errore di Wood sul green, peraltro poco a suo agio con il putter anche in precedenza. A Luiten e Bourdy sono bastate nove buche per liquidare Donaldson/Lynn. Infatti sul 3 up hanno poi condotto la gara senza affanni. Infine netto dominio di Fernandez Castaño/Colsaerts nei riguardi di Warren/Jamieson, che hanno tenuto il match con parecchio affanno fino alla buca 10, per poi cedere di schianto. La selezione continentale ha vinto la prima edizione del trofeo, poi sono seguiti sei successi britannici, l’ultimo due anni fa per 15,5-12,5 sullo stesso tacciato, che ospita l’evento per la terza volta consecutiva. Il torneo si dipana su quattro giornate con cinque fourball nelle prime due, due sessione di quattro foursomes al sabato e dieci singoli la domenica. L’unica novità della formula è nella terza giornata dove i quattro greensome del mattino sono stati sostituiti con quattro foursome. In palio 28 punti e 1.750.000 euro. Il torneo su Sky – Il Seve Trophy by Golf+ va in onda in diretta e in esclusiva sulla piattaforma satellitare Sky – canali Sky Sport 2 e 2 HD – con i seguenti orari: venerdì 4 ottobre, dalle ore 11,30 alle ore 17,30; sabato 5, dalle ore 11,30 alle ore 18; domenica 6, dalle ore 11 alle ore 17. Commento di Silvio Grappasonni e di Massimo Scarpa.   Prologo – Sul percorso del Saint-Nom-La- Bretèche, nei pressi di Parigi in Francia, si disputa il Seve Trophy by Golf+ (3-6 ottobre) la sfida tra la selezione del Resto d’Europa, guidata dallo spagnolo José Maria Olazabal,  e quella di Gran Bretagna & Irlanda, capitanata dallo scozzese Sam Torrance, entrambe formate da dieci giocatori. Si gioca nel ricordo del grandissimo Severiano Ballesteros, purtroppo scomparso. Nel team continentale vi sono Francesco Molinari e Matteo Manassero insieme ai danesi Thomas Bjorn e Thorbjorn Olesen, al francese Gregory Bourdy, al belga Nicolas Colsaerts, agli spagnoli Gonzalo Fernandez Castaño e Miguel Angel Jimenez, al finlandese Mikko Ilonen e all’olandese Joost Luiten. I britannici oppongono gli inglesi Paul Casey, Tommy Fleetwood, Simon Khan, David Lynn e Chris Woods, il gallese Jamie Donaldson e gli scozzesi Paul Lawrie, Marc Warren, Stephen Gallacher e Scott Jamieson. La selezione continentale ha vinto la prima edizione del trofeo, poi sono seguiti sei successi britannici, l’ultimo due anni fa per 15,5-12,5 sullo stesso tacciato, che ospita l’evento per la terza volta consecutiva. Il torneo si dipana su quattro giornate con cinque fourball nelle prime due, due sessione di quattro foursomes al sabato e dieci singoli la domenica. L’unica novità della formula è nella terza giornata dove i quattro greensome del mattino sono stati sostituiti con quattro foursome. In palio 28 punti e 1.750.000 euro. Il torneo su Sky – Il Seve Trophy by Golf+ andrà in onda in diretta e in esclusiva sulla piattaforma satellitare Sky –  canali Sky Sport 2 e 2 HD – con i seguenti orari: giovedì 3 ottobre e venerdì 4, dalle ore 11,30 alle ore 17,30; sabato 5, dalle ore 11,30 alle ore 18; domenica 6, dalle ore 11 alle ore 17. Commento di Silvio Grappasonni e di Massimo Scarpa,   I risultati