fbpx

Eurotour: nel Trophée Hassan II bel finale di Richie Ramsay Matteo Manassero 59°

  28 Marzo 2015 News
Condividi su:

    Lo scozzese Richie Ramsay (nella foto di Getty Images) ha vinto con 278 (-10) colpi (72 66 71 69), dopo un finale rocambolesco, il Trophée Hassan II, torneo dell’European Tour disputato sul percorso del Golf du Palais Royal (par 72), ad Agadir in Marocco. Si è classificato al 59° posto con 291 (72 71 72 76, +3) Matteo Manassero, che trae comunque note positive avendo interrotto la spirale di cinque tagli consecutivi che avevano caratterizzato il suo inizio di stagione.   Ramsay, titolo nel cicuito – Ramsay, 32enne di Aberdeen, ha firmato il terzo titolo nel tour continentale, superando di un colpo il francese Romain Wattel (279, -9) e di due sei concorrenti al terzo posto con 280 (-8) e che per lunghi tratti hanno sperato in un maxi spareggio: l’inglese Chris Wood, lo spagnolo Pablo Larrazabal, i sudafricani George Coetzee e Jaco Van Zyl, l’irlandese Kevin Phelan e lo svedese Mikael Lundberg. Al nono posto con 281 (-7) il grande campione iberico José Maria Olazabal, che per un giorno ha ritrovato lo smalto dei tempi migliori e con un 66 (-6) ha recuperato 33 posizioni portandosi dopo parecchio tempo tra i top ten. Al 17° con 283 (-5) l’inglese Tommy Fleetwood, al 34° con 286 (-2) lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e lo svedese Robert Karlsson e al 46° con 287 (-1) l’indiano Shiv Kapur.   Colpi di scena nel finale – Ramsay, in vetta dopo tre giri con il connazionale Andrew McArthur, subito in difficoltà e alla fine 34°, e con Wattel, ha iniziato forte con quattro birdie di fila (3ª-6ª), ma all’improvviso è andato in crisi con ed è tornato in par in due buche con la sequenza bogey-triplo bogey (7ª e 8ª). A quel punto è emerso Wattel, salito in vetta con un “meno 9”, grazie a due birdie. Nuovo colpo di scena, ancora con Ramsay protagonista, che è riemerso all’improvviso e con tre birdie, dalla 12ª alla 14ª, si è portato a “meno 10” e poi con quattro par ha fissato il parziale vincente di 69 (-3). Wattel ha perso un colpo con un bogey (14ª) finendo nel gruppo a “meno 8”, ha evitato di naufragare salvando il par da fuori green alla 15ª, poi si è rimesso in corsa con un birdie alla 17ª, ma alla 18ª non ha potuto realizzare il birdie del playoff (70, -2), tuttavia con il par ha occupato da solo un meritato secondo posto. Ramsay è stato gratificato con 250.000 euro su un montepremi di 1.500.000 euro.   Manassero ha iniziato molto male perdendo sei colpi in altrettante buche con nell’ordine un bogey (3ª), un triplo bogey (4ª) e un doppio bogey (6ª), ma ha avuto il merito di non disunirsi. Nel rientro ha trovato tre birdie, prima di terminare con un altro bogey per il 76 (+4). Sono usciti al taglio Alessandro Tadini, 82° con 148 (72 76, +4), Andrea Pavan (71 79) e Renato Paratore (74 76), 95.i con 150 (+6), e Marco Crespi, 101° con 151 (73 78, +7).   TERZO GIRO – Matteo Manassero è sceso dal 33° al 42° posto con 215 colpi (72 71 72, -1) nel terzo giro del Trophée Hassan II, torneo dell’European Tour che si conclude con la disputa del quarto sul percorso del Golf du Palais Royal (par 72), ad Agadir in Marocco.   Volata concitata – Sarà una volata finale piuttosto concitata, poiché vi sono almeno 19 concorrenti, racchiusi nell’arco di tre colpi, in corsa per il titolo con posizione di privilegio per il trio al comando con 209 (-7) composto dal francese Romain Wattel (68 74 67) e dagli scozzesi Andrew McArthur (71 71 67) e Richie Ramsay (72 66 71).   Al quarto posto con 210 (-6) l’argentino Emiliano Grillo, il danese Soren Kjeldsen, gli inglesi David Horsey e Richard Bland, l’irlandese Kevin Phelan e i sudafricani Jaco Van Zyl e George Coetzee, all’11° con 211 (-5) lo svedese Mikael Lundberg e l’australiano Wade Ormsby. Nel gruppo al 13° con 212 (-4) si trovano, tra gli altri, l’indiano Shiv Kapur e gli spagnoli Pablo Larrazabal e Rafael Cabrera Bello. Sono fuori gioco l’inglese Tommy Fleetwood e lo svedese Robert Karlsson, 30.i con 214 (-2).   McArthur e Wattel hanno recuperato grazie a un 67 (-5) con un eagle, cinque birdie e due bogey per il primo e con un eagle, sei birdie e tre bogey per il secondo. Ramsay, unico superstite del quartetto che era al vertice dopo due turni, si è difeso con un 71 (-1) dovuto a cinque birdie e a quattro bogey.   Manassero ha condotto le prime 14 buche con due birdie e un bogey, poi alla 15ª (par 5, metri 475) è arrivato un inatteso “8”. Bella ed efficace la reazione con due birdie a chiudere per il 72 (par). Sono usciti al taglio Alessandro Tadini, 82° con 148 (72 76, +4), Andrea Pavan (71 79) e Renato Paratore (74 76), 95.i con 150 (+6), e Marco Crespi, 101° con 151 (73 78, +7). Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 250.000 euro andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il giro finale del Trophée Hassan II andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 15 alle ore 19,30 (Sky Sport Plus HD). Commento di Lia Capizzi, Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   SECONDO GIRO – Matteo Manassero ha condotto un buon secondo giro e si è posizionato al 33° posto con 143 colpi (72 71, -1), rimanendo l’unico italiano in gara nel Trophée Hassan II, torneo dell’European Tour che si sta svolgendo sul percorso del Golf du Palais Royal (par 72), ad Agadir in Marocco. Sono usciti Alessandro Tadini, 82° con 148 (72 76, +4), Andrea Pavan (71 79) e Renato Paratore (74 76), 95.i con 150 (+6), e Marco Crespi, 101° con 151 (73 78, +7).   Quattro all’attacco – In vertice si è formato un quartetto con 138 (-6) composto dal gallese Oliver Farr (70 68), dallo spagnolo Rafael Cabrera Bello (69 69), dall’australiano Richard Green (68 70) e dallo scozzese Richie Ramsay (72 66). Al quinto posto con 139 (-5) gli inglesi Richard Bland, Chris Wood e Ben Evans, il sudafricano George Coetzee e l’iberico Pablo Larrazabal, al 18° con 141 (-3) l’inglese Tommy Fleetwood e al 60° con 146 (+2), ultimo punteggio per superare il taglio, lo svedese Robert Karlsson. Fuori lo spagnolo Alvaro Quiros, stesso score di Tadini.   Ramsay ha concluso il turno con sei birdie per il 66 (-6), Cabrera Bello ha girato in 69 (-3) con cinque birdie e due bogey, Green in 70 (-2) con tre birdie e un bogey e Farr in 68 (-4) con cinque birdie e un bogey arrivato sull’ultima buca e che gli è costato la leadership solitaria. Manassero, che ha superato il primo taglio in stagione dopo cinque uscite anticipate ha iniziato molto male con un bogey e un doppio bogey in quattro buche, ma nelle successive ha recuperato ottimamente con sei birdie, prima di incappare in un doppio bogey proprio sull’ultima (la nona del tracciato, essendo partito dalla 10). Per Tadini 76 (+4) colpi con tre birdie, cinque bogey e un doppio bogey; per Pavan 79 (+7) con due birdie, tre bogey e tre doppi bogey; per Paratore 76 con un birdie, tre bogey e un doppio bogey; per Crespi 78 (+6) con tre birdie, due bogey, due doppi bogey e un triplo bogey. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 250.000 euro andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il Trophée Hassan II va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: sabato 28 marzo, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 15 alle ore 19,30 (Sky Sport Plus HD). Commento di Lia Capizzi, Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.

 

PRIMO GIRO – Il francese Adrien Saddier guida la graduatoria con 65 (-7) colpi nel Trophée Hassan II, torneo dell’European Tour che si sta svolgendo sul percorso del Golf du Palais Royal (par 72), ad Agadir in Marocco. Tra i cinque italiani in campo il miglior risultato lo ha ottenuto Andrea Pavan, 36° con 71 (-1). Più attardati Matteo Manassero e Alessandro Tadini, 52.i con 72 (par), Marco Crespi, 65° con 73 (+1), e Renato Paratore, 78° con 74 (+2).   Ha tenuto un buon ritmo l’inglese Daniel Gaunt, secondo con 66 (-6), e sono al terzo posto con 67 (-5) il sudafricano George Coetzee, lo scozzese David Drysdale e l’inglese Chris Wood. Al sesto con 68 (-4) un nutrito gruppo formato dagli inglesi Anthony Wall e Oliver Wilson, dai tedeschi Marcel Siem e Moritz Lampert, dal danese Soren Kjeldsen, dal francese Romain Wattel, dall’australiano Richard Green, dal finlandese Mikko Korhonen e dallo spagnolo Eduardo De La Riva. Al 22° con 70 (-2) l’altro iberico Pablo Larrazabal, quindi al 52° lo svedese Robert Karlsson e al 65°, con lo stesso score di Crespi, lo spagnolo Alvaro Quiros.   Saddier, 23enne di Annemasse senza titoli anche nel Challenge Tour, è partito a manetta con un eagle, al quale ha aggiunto cinque birdie. Pavan e Tadini hanno iniziato dalla buca 10, gli altri tre azzurri dalla prima. Pavan, due sotto par dopo 13 buche (tre birdie, un bogey), ha lasciato un colpo nel finale (un birdie, due bogey). Tadini ha faticato percorrendo metà tracciato con un birdie, un bogey e un doppio bogey, poi ha recuperato con tre birdie, terminando però con un bogey.   Manassero si è gravato di due bogey sulle prime tre buche, ma con pazienza è tornato in par con due birdie nel rientro. Cammino accidentato per Crespi: ha perso il colpo sul par in uscita (tre birdie, due bogey e un doppio bogey) e non è riuscito a rimediare successivamente (un birdie e un bogey). Paratore ha rincorso il par sin dalla seconda buca. Ha posto riparo a due bogey con due birdie sulle prime dieci buche, poi nelle altre ha accusato due bogey. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 250.000 euro andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il Trophée Hassan II va in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 27 marzo, dalle ore 12 alle ore 14 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 3 HD); sabato 28, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 15 alle ore 19,30 (Sky Sport Plus HD). Commento di Lia Capizzi, Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.

 

PROLOGO – Dopo l’annullamento per maltempo del Madeira Islands Open, l’European Tour sbarca in Marocco per il Trophée Hassan II (26-29 marzo) di golf, che si disputerà sul percorso del Golf du Palais Royal, dove saranno in gara Matteo Manassero, Renato Paratore, Alessandro Tadini, Marco Crespi e Andrea Pavan.   Tra i possibili protagonisti  gli spagnoli Pablo Larrazabal, Alvaro Quiros e Rafael Cabrera Bello, il tedesco Marcel Siem, i francesi Alexander Levy e Raphael Jacquelin, gli inglesi Tommy Fleetwood e Tom Lewis, gli svedesi Robert Karlsson e Niclas Fasth, lo statunitense David Lipsky, leader della money list dell’Asian Tour 2014, e i sudafricani George Coetzee e Jaco Van Zyl.   Proverà a uscire dalla spirale di tagli Matteo Manassero, che non è andato oltre le 36 buche nei primi cinque eventi stagionali, mentre Marco Crespi, superato lo stesso problema, tenterà salire di classifica dopo le due ultime prestazioni concluse in bassa e dovrà dare più continuità alle sue performances Andrea Pavan. Saranno sicuramente ben motivati Alessandro Tadini e Renato Paratore dopo che l’annullamento del torneo per maltempo ha impedito loro di lottare per il titolo nel giro finale a Madeira. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 250.000 euro andranno al vincitore.   Il torneo su Sky – Il Trophée Hassan II andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 26 marzo e venerdì 27, dalle ore 12 alle ore 14 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 3 HD); sabato 28, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 HD); domenica 29, dalle ore 15 alle ore 19,30 (Sky Sport Plus HD). Commento di Lia Capizzi, Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   I risultati