fbpx

Eurotour: nel Malaysian Open grande Edoardo Molinari (2°) vince Aphibarnrat, 17° Manassero

  24 Marzo 2013 News
Condividi su:

Edoardo Molinari ha offerto una grande prestazione nel Maybank Malaysian Open classificandosi secondo con 204 (66 71 67, -12) a un solo colpo dal vincitore, il thailandese Kiradech Aphibarnrat (203 – 65 68 70, -13). Al 17° posto con 209 Matteo Manassero (69 71 69, -7), che si era imposto in questa gara nel 2011, mentre è uscito al taglio Lorenzo Gagli, 74° con 145 (76 69, +1). Sul percorso del Kuala Lumpur G&CC (par 72), a Kuala Lumpur in Malesia, nell’evento organizzato in collaborazione tra European Tour e Asian Tour, terzo posto con 205 (-11) per il danese Anders Hansen, quarto con 206 (-10) per il sudafricano Charl Schwartzel e per il francese Victor Dubuisson, sesto con 207 (-9) per lo spagnolo Pablo Larrazabal, per gli inglesi Mark Foster e David Howell, per l’irlandese Padraig Harrington e per lo svedese Alexander Noren. In undicesima posizione con 208 (-8) il transalpino Gregory Bourdy, il cinese Ashun Wu e il sudafricano Thomas Aiken, reduce dal successo nell’Avantha Masters, in 17ª l’indiano Jeev Milkha Singh, stesso score di Manassero, e in 33ª con 212 (-4) l’australiano Wade Ormsby e il thailandese Thongchai Jaidee. Aphibarnrat, 24enne di Bangkok con un successo nell’Asian Tour, ha ottenuto il primo titolo nel circuito dopo una corsa di testa in un torneo disputato su 54 buche, anziché sulle 72 programmate, a causa di interruzioni per maltempo con conseguenti ritardi. Ha iniziato in vetta  il giro finale, svoltosi in due frazioni, con due lunghezze di margine su Bourdy, Wu, Ormsby e su Schwartzel, con Molinari ottavo a quattro. Il thailandese dopo un birdie e un bogey prima dello stop, ha ripreso con un birdie e un eagle, ma successivamente è andato a strappi: con due bogey ha rimesso in corsa gli avversari e in particolare Molinari, che procedeva con andatura sicura senza commettere errori. Questi con tre birdie in tredici buche si è portato a due colpi dal leader, che ha avuto la bravura di rispondere con uguale moneta ad altri due birdie del torinese, ma gli ha lasciato una porta aperta con un bogey sull’ultimo green (70, -2 con un eagle, quattro birdie e altrettanti bogey). Molinari, però, non ha saputo approfittarne e con il par (67, -5) è rimasto a un colpo dal playoff. Il torinese, fuori cinque volte al taglio nelle prime cinque uscite stagionali, ha dichiarato: “Sento un misto di emozioni. Sono essenzialmente contento per aver trovato una settimana pienamente favorevole dopo tante delusioni. I cambiamenti apportati allo swing stanno pagando, ma non mi aspettavo che i frutti arrivassero così presto. Tuttavia ho un po’ di rammarico perché sulle seconde nove buche ho avuto diverse occasioni almeno per agganciare Aphibarnrat, ma non le ho sfruttate. Sono certo che se fossi arrivato allo spareggio avrei avuto molte chanches di vittoria perché gli avrei messo addosso tanta pressione”. Manassero, che ha continuato la sua striscia di buone prestazioni nell’European Tour dove quest’anno non è mai sceso sotto il 23° posto nelle cinque apparizioni, si è espresso con un parziale di 69 (-3) dovuto a sei birdie, un bogey e a un doppio bogey. Ad Aphibarnrat è andato un assegno di 350.411 euro su un montepremi di 2.130.000 euro. Molinari ha ricevuto 233.604 euro e Manassero 26.239 euro. Terza giornata – Continuano i ritardi nel Maybank Malaysian Open, dove è stato sospeso anche il terzo giro, così che i responsabili dell’European Tour e dell’Asian Tour, organizzatori della gara, hanno deciso di ridurla da 72 a 54 buche. Sul percorso del Kuala Lumpur G&CC (par 72), a Kuala Lumpur in Malesia, nella volata finale per il titolo sarà in cosa anche Edoardo Molinari (nella foto), terzo con un “meno 9” maturato dopo cinque buche e con ancora tredici a disposizione per migliorarsi. Staziona a metà classifica Matteo Manassero, 32° con “meno 3” alla 8ª, e non ha superato il taglio per un colpo Lorenzo Gagli, 74° con 145 (76 69, +1). E’ un vetta con “meno 11” il thailandese Kiradech Aphibarnrat stoppato alla buca 2 dove si è anche fermato il sudafricano Charl Schwartzel, secondo con “meno 10”. Molinari ha la compagnia degli irlandesi Padraig Harrington (4ª) e Peter Lawrie (5ª), dei francesi Victor Dubuisson (4ª) e Gregory Bourdy (3ª), del danese Anders Hansen (8ª) e del cinese Ashun Wu (2ª). Ha chances anche il gruppetto di concorrenti al 10° posto con “meno 8” formato dall’indiano Jeev Milkha Singh (11ª), dal transalpino Jean-Baptiste Gonnet (10ª), dallo scozzese Alastair Forsyth (8ª), dallo spagnolo Rafael Cabrera-Bello (7ª), dall’australiano Wade Ormsby (3ª) e dall’inglese Tommy Fleetwood (3ª). Il debutto stagionale nel circuito continentale dell’inglese Luke Donald si è risolto con un taglio (90° con 147, +3). Aphibarnrat, che sta conducendo una corsa di testa, dopo aver segnato un 68 (-4, con quattro birdie) nel secondo turno, ha iniziato il terzo con un birdie e un bogey. Molinari ha ripreso il secondo giro dalla sesta buca con un doppio bogey, dopo averlo lasciato con due birdie, poi ha siglato il 71 (-1) con un birdie. Nelle cinque buche giocate per il terzo ha messo insieme due birdie e tre par. Manassero in otto buche ha realizzato un birdie e un doppio bogey per un parziale di “+1”. Il montepremi è di 2.130.000 euro dei quali 350.410 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – La giornata conclusiva del Malaysian Open sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 3,30 alle ore 7,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Massimo Scarpa. Seconda giornata – I ritardi accumulati nel primo giro hanno portato a una sospensione anche del secondo, per sopravvenuta oscurità, nel Maybank Malaysian Open in svolgimento al Kuala Lumpur G&CC (par 72) nella capitale della Malesia. E’ rimasto in alta classifica Edoardo Molinari, quarto con “meno 8” dopo cinque buche, è al 20° posto con 140 (69 71, -4) Matteo Manassero e difficilmente potrà evitare il secondo taglio consecutivo Lorenzo Gagli, 78° con 145 (76 69, +1), malgrado il generoso tentativo di recupero con un parziale di 69 (-3). Ha mantenuto la prima posizione con “meno 10” dopo nove buche il thailandese Kiradech Aphibarnrat e sono saliti dalla sesta alla seconda con 135 (-9) il sudafricano Charl Schwartzel e il cinese Ashun Wu. In sesta con 138 l’altro cinese Wen Chong Liang, lo scozzese Scott Jamieson e l’inglese Lee Slattery affiancati con lo stesso “meno 6” dallo svedese Alexander Noren, fermato alla quinta buca, e dal francese Gregory Bourdy, stoppato alla terza. Ha il medesimo “meno 4” di Manassero anche l’irlandese Padraig Harrington, che ha giocato sei buche, è al 26° posto con 141 (-3) l’indiano Jeev Milkha Singh e si trova sulla linea di taglio l’inglese Luke Donald, 60° con il par dopo sette buche, ma con altre undici a disposizione per migliorarsi. Molinari ha realizzato due birdie, Manassero ha concluso in 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey e Gagli ha messo insieme cinque birdie e due bogey. Il montepremi è di 2.130.000 euro dei quali 350.410 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – Il Malaysian Open viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: sabato 23 marzo, dalle ore 4,30 alle ore 8,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 24 marzo, dalle ore 3,30 alle ore 7,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Massimo Scarpa. Prima giornata – Il gioco è stato sospeso per un forte temporale nel giro iniziale del Maybank Malaysian Open, ma Edoardo Molinari (nella foto) ha avuto il tempo di arrivare in club house e concludere con un ottimo 66 (-6) che vale il secondo posto nella classifica provvisoria a un colpo dal thailandese Kiradech Aphibarnrat (65, -7). Nel torneo, organizzato in collaborazione tra European Tour ed Asian Tour e in svolgimento al Kuala Lumpur G&CC (par 72) nella capitale della Malesia, sono stati fermati lungo il tracciato Matteo Manassero, 43° con “meno 1” alla buca 10, e Lorenzo Gagli, 108° con “+2” alla 5. Molinari è affiancato dal danese Anders Hansen, dal francese Gregory Bourdy e dallo scozzese Scott Jamieson, che ha lo stesso “meno 6”, ma con ancora otto buche a disposizione per cambiare la graduatoria. Al sesto posto con 67 (-5) il malese S. Murthy e il transalpino Victor Dubuisson e tra i giocatori all’ottavo con “meno 4” il sudafricano Charl Schwartzel, stoppato alla buca 11. L’irlandese Padraig Harrington è 15° con 69 e hanno il medesimo “meno 3” l’indiano Jeev Milkha Singh (9ª buca) e lo spagnolo Pablo Larrazabal (10ª), quindi 29° con 70 (-2) il thailandese Thongchai Jaidee e 43° con 71 (-1) il sudafricano Thomas Aiken, reduce dal successo di domenica scorsa nell’Avantha Masters. Un autentico flop per l’inglese Luke Donald, al debutto stagionale nel circuito, 108° con 74 (+2). Aphibarnrat ha realizzato otto birdie e un bogey. Anche per Molinari otto birdie ma con due bogey; per Manassero due birdie e un bogey; per Gagli due bogey. Il montepremi è di 2.130.000 euro dei quali 350.410 gratificheranno il vincitore. Il torneo su Sky – Il Malaysian Open viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 22 marzo, dalle ore 7 alle ore 11 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 23 marzo, dalle ore 4,30 alle ore 8,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 24 marzo, dalle ore 3,30 alle ore 7,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Massimo Scarpa. Prologo – L’European Tour resta in Asia per la disputa del Maybank Malaysian Open (21-24 marzo), torneo organizzato in collaborazione con l’Asian Tour e che si svolge al Kuala Lumpur G&CC nella capitale della Malesia. con la partecipazione di Matteo Manassero, Edoardo Molinari e di Lorenzo Gagli. Debutta nel circuito continentale l’inglese Luke Donald, che fino ad ora ha giocato in quattro occasioni nel PGA Tour terminando quarto domenica scorsa nel Tampa Bay Championship. E’ il favorito, ma avrà avversari di peso quali i sudafricani Charl Schwartzel e Thomas Aiken, reduce dal successo nell’Avantha Masters, gli spagnoli Alvaro Quiros, Rafael Cabrera Bello e Pablo Larrazabal, l’irlandese Padraig Harrington, il danese Soren Kjeldsen, i thailandesi Thongchai Jaidee, Chawalit Plaphol, Chapchai Nirat e Thaworn Wiratchant, leader della money list dell’Asian Tour 2012, e gli indiani Jeev Milkha Singh e Jyoti Randhawa, oltre allo stesso Manassero, vincitore di questa gara nel 2011.  “Durante la pausa invernale – ha detto il veronese – ho lavorato sul mio fisico e ho perso circa sei chili. Ora mi sto concentrando sulla definizione muscolare. La perdita di peso incide sullo swing e mi consente di girare i fianchi più rapidamente, permettendomi di imprimere più velocità alla pallina. Torno in Malesia sempre molto volentieri, perché questo percorso è ben disegnato e si adatta alle mie caratteristiche. Dal tee è preferibile cercare una buona posizione sul fairway piuttosto che la distanza, per poi sfruttare al meglio gli approcci al green”. Manassero attraversa un buon periodo di forma e nelle precedenti quattro apparizioni nel circuito si è classificato tra il nono e il 23° posto. Anche Lorenzo Gagli fino ad ora ha tenuto un buon ritmo, sebbene in India abbia subito il primo taglio stagionale. E’ in difficoltà Edoardo Molinari che non ha mai superato le 36 buche nelle prime cinque partecipazioni. Il montepremi è di 2.130.000 euro dei quali 350.410 gratificheranno il vincitore. Il torneo su Sky – Il Malaysian Open sarà teletrasmesso in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 21 marzo e venerdì 22, dalle ore 7 alle ore 11 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 23 marzo, dalle ore 4,30 alle ore 8,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 24 marzo, dalle ore 3,30 alle ore 7,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Massimo Scarpa.   I risultati