fbpx

Eurotour: nel JW Championship attacca Lawrie, 17° F. Molinari

  25 Agosto 2012 News
Condividi su:

Francesco Molinari, 17° con 211 colpi (68 72 71, -5), pur avendo perduto otto posizioni si è mantenuto in buona classifica nel Johnnie Walker Championship at Gleneagles, torneo dell’European Tour che si sta disputando sul percorso del Gleneagles Hotel e che conclude la lunga corsa dei giocatori continentali alla conquista di un posto nella squadra di Ryder Cup per la sfida contro la selezione statunitense che avverrà al Medinah Country Club, a Medinah neIl’Illinois (28-30 settembre). Ha preso il comando con 204 colpi (68 69 67, -12) Paul Lawrie, nella foto, 43enne scozzese di Aberdeen che vanta sette titoli in carriera comprensivi di un major (Open Championship, 1999) e già sicuro del posto nel team continentale affidato allo spagnolo José Maria Olazabal. Al secondo posto con 205 (-11) il francese Romain Wattel, al terzo con 207 (-9) lo scozzese Stephen Gallacher, al quarto con 208 (-8) l’inglese Gary Boyd, l’olandese Maarten Lafeber e l’australiano Brett Rumford. Sono in settima posizione con 209 (-7) i danesi Thomas Bjorn, che sarà uno dei vicecapitani al Medinah CC, e Thorbjorn Olesen, lo scozzese Colin Montgomerie, il transalpino Gregory Bourdy, il norvegese Knut Borsheim e lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, che prova a mettersi in mostra per avere una wild card da Olazabal. Difficile, invece, che il belga Nicolas Colsaerts possa togliere il posto al tedesco Martin Kaymer, assente nell’occasione: infatti per operare il sorpasso in una delle due classifiche (la "World") che ammettono di diritto nella formazione di Ryder Cup cinque elementi ciascuna, Colsaerts dovrebbe piazzarsi in uno dei primi due posti, impresa che a questo punto appare quanto meno disperata. Comunque i giochi sono fatti nella graduatoria "European" in cui si sono qualificati nell’ordine Rory McIlroy (Nir), Justin Rose (Ing), Graeme McDowell (Nir), Paul Lawrie (Sco) e Francesco Molinari e nella "World" sono sicuri Luke Donald (Ing), Lee Westwood (Ing), Sergio Garcia (Spa) e Peter Hanson (Sve), con Martin Kaymer (Ger) al relativo rischio di cui si è detto. Un altro giocatore che spera nella wild card è l’inglese David Lynn, che era giunto secondo nel PGA Championship, ma la prestazione (30° con 214, -2) lascia poco spazio alle sue ambizioni.

 

Il capitano europeo José Maria Olazabal, out al taglio nel torneo, lunedì prossimo, in una conferenza stampa alle ore 12, indicherà i giocatori ai quali assegnerà le due wild card a sua disposizione e anche il nominativo del quarto capitano, dopo aver già affidato questo ruolo al già citato danese Thomas Bjorn, al nordirlandese Darren Clarke e all’irlandese Paul McGinley. Lawrie è salito al vertice grazie a un 67 (-5) con sette birdie e due bogey. Per Molinari (71, -1) andatura altalenante con quattro birdie e tre bogey. Non hanno superato il taglio gli altri quattro italiani in gara: Lorenzo Gagli, 90° con 147 (73 74, +3), Andrea Pavan, 106° con 149 (74 75, +5), Emanuele Canonica (72 82) e Federico Colombo (75 79), 136.i con 154 (+10). Il montepremi è di 1.770.000 euro con prima moneta di 296.119 euro.

 

Il torneo su Sky – La giornata finale del Johnnie Walker Championship sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD, con collegamento dalle ore 14 alle ore 18. Commento di Alessandra Caramico e di Nicola Pomponi.   I risultati