fbpx

Eurotour: nel Dunhill Links primo titolo per Oliver Wilson 51° Francesco Molinari

  05 Ottobre 2014 News
Condividi su:

L’inglese Oliver Wilson si è imposto con 271 colpi (64 72 65 70, -17) nell’Alfred Dunhill Links Championship, torneo dell’European Tour che si è disputato con la partecipazione di 168 professionisti e con formula pro am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dell’Old Course St. Andrews, di Carnoustie e di Kingsbarns, tutti par 72,  a St. Andrews in Scozia. Francesco Molinari si è classificato 51° con 282 (74 70 68 70, -6), ed Edoardo Molinari al 61° con 284 (73 69 70 73, -4). In un acceso finale Wilson, 34enne di Mansfield al primo titolo nel circuito, ha avuto ragione per un solo colpo del nordirlandese Rory McIlroy, numero uno del world ranking, dell’inglese Tommy Fleetwood e dello scozzese Richie Ramsay (272, -16), quest’ultimo messo fuori gioco da due bogey quasi in chiusura. Al quarto posto con 273 (-15) l’altro scozzese Chris Doak, al sesto con 274 (-14) l’irlandese Shane Lowry e i sudafricani Louis Oosthuizen e Richard Sterne, al 14° con 277 (-11) l’inglese David Howell, campione uscente, e al 18° con 278 (-10) l’irlandese Padraig Harrington. Piuttosto alterni nel rendimento il sudafricano Ernie Els e lo scozzese Stephen Gallacher, reduce dalla Ryder Cup come McIlroy, 32.i con 280 (-8), e Paul Casey, stesso score di Francesco Molinari. Si è disimpegnato con la 42ª posizione  (281, -7) l’irlandese Paul McGinley, capitano del team continentale vincitore della Ryder Cup, mentre gli altri due esponenti della squadra, il francese Victor Dubuisson, 103° con 215 (-1),  e il tedesco Martin Kaymer, 117° con 217 (+1), non hanno superato il taglio dopo tre turni. Stessa sorte per Marco Crespi, 93° con 214 (73 70 71, -2), per Matteo Manassero, 107° con 216 (72 75 69, par), e per Andrea Pavan, 117° con 217 (72 75 70, +1). Wilson, in vetta dopo 54 buche, ha iniziato con un bogey, poi nelle buche di ritorno ha messo a segno tre birdie per il 70 (-2) vincente, grazie soprattutto allo scivolone di Ramsay e al bogey alla 17ª di McIlroy. E’ stato gratificato con un assegno di 625.787 su un montepremi di 3.970.000 euro.  Francesco Molinari si è espresso in 70 colpi con quattro birdie e due bogey, Edoardo Molinari in 73 (+1) con due birdie e tre bogey.   Terzo giro – Edoardo Molinari, 46° con 211 (73 68 70, -5), e Francesco Molinari, 58° con 212 (74 70 68, -4), sono rimasti in gara nell’Alfred Dunhill Links Championship (European Tour), in svolgimento con la partecipazione di 168 professionisti e con formula pro am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dell’Old Course St. Andrews, di Carnoustie e di Kingsbarns, tutti par 72,  a St. Andrews in Scozia. Sono usciti al taglio dopo tre turni Marco Crespi, 93° con 214 (73 70 71, -2), Matteo Manassero, 107° con 216 (72 75 69, par), e Andrea Pavan, 117° con 217 (72 75 70, +1). E’ passato a condurre con 201 colpi (65 72 65, -15) l’inglese Oliver Wilson, grazie a un 65 (-7 all’Old Course), ma alle sue spalle si è portato il nordirlandese Rory McIlroy con 204 (-12), dopo un 64 (-8) sullo stesso tracciato, affiancato dall’inglese Tommy Fleetwood, che ha fatto meglio con un 62 (-10) ancora all’Old Course, e dai francesi Alexander Levy e Raphael Jacquelin, quest’ultimo leader dopo due giri. Al sesto posto con 205 (-11) lo statunitense Ryan Palmer, lo scozzese Richie Ramsay e l’inglese Chris Wood, al 12° con 207 (-9) il sudafricano Louis Oosthuizen e lo scozzese Stephen Gallacher, reduce come McIlroy dalla Ryder Cup. Ve ne erano in campo altri tre: ha tenuto il capitano della vittoriosa formazione europea, l’irlandese Paul McGinley, 46° come Edoardo Molinari, mentre sono finiti out il francese Victor Dubuisson, 103° con 215 (-1),  e il tedesco Martin Kaymer, 117° con 217 (+1). In media classifica l’inglese Paul Casey, 19° con 208 (-8), il sudafricano Ernie Els e l’inglese David Howell, campione uscente, 33.i con 210 (-6). Wilson ha fatto percorso netto con un eagle e cinque birdie così come Tommy Fleetwood con dieci birdie, mentre McIlroy di birdie ne ha messi a segno nove, ma con un bogey. I Molinari hanno giocato anche loro all’Old Course: per Edoardo 70 (-2) di giornata con tre birdie e un bogey, per Francesco 68 (-4) con cinque birdie e un bogey. Gli altri tre azzurri hanno girato sul Kingsbarns. Per Crespi 71 colpi (-1) con quattro birdie e tre bogey , per Manassero  69 (-3) con quattro birdie e un bogey e 70 (-2) per Pavan con quattro birdie e due bogey. Il montepremi è di 3.970.000 dollari dei quali 625.787 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Alfred Dunhill Links Championship andrà in onda in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 13,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD): Replica dalle ore 21,45 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   Secondo giro – Edoardo Molinari, con un parziale di 68 (-4) e lo score di 141 (73 68, -3) colpi è balzato dal 97° al 28° posto nell’Alfred Dunhill Links Championship (European Tour), che si disputa con la partecipazione di 168 professionisti e con formula pro am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dell’Old Course St. Andrews, di Carnoustie e di Kingsbarns, tutti par 72,  a St. Andrews in Scozia. Hanno recuperato anche Marco Crespi, da 97° a 60° con 143 (73 70, -1), e Francesco Molinari, da 121° a 79° con 144 (74 70, par), mentre sono scesi dal 70° al 122° con 147 (+3) Andrea Pavan (72 75) e Matteo Manassero (72 75). Nuovo leader è il francese Raphael Jacquelin con 135 (65 70, -9), che precede di un colpo gli irlandesi Padraig Harrington e Shane Lowry, l’inglese Oliver Wilson e il francese Alexander Levy (136, -8). In sesta posizione con 137 (-7) gli scozzesi Chris Doak, Richie Ramsay e lo statunitense Ryan Palmer e in nona con 138 (-6) l’altro scozzese Stephen Gallacher uno dei cinque reduci dalla Ryder Cup, capitano compreso, che sono scesi in campo. Ha rimontato il nordirlandese Rory McIlroy, che con un 67 (-5) un totale di 140 (+2) e ha raggiunto al 20° posto il francese Victor Dubuisson. Ha tenuto l’irlandese Paul McGinley, capitano del vittorioso team europeo, che è al 40° posto con 142 (-2) insieme al thailandese Thongchai Jaidee e agli inglesi Paul Casey e David Howell, campione uscente, mentre è in panne il tedesco Martin Kaymer, 110° con 146 (+2). Sono alla pari con Francesco Molinari lo spagnolo Pablo Larrazabal e il sudafricano Louis Oosthuizen e si trova al 97° posto con 145 (+1) l’altro sudafricano Ernie Els. Jacquelin, 40enne di Lione con quattro titoli in carriera, ha giocato al Kingsbarns dove ha fissato il 70 (-2) con cinque birdie e tre bogey. Sullo stesso campo anche Edoardo Molinari, che ha realizzato cinque birdie e un bogey, e il fratello Francesco, che di birdie ne ha fatti sei, ma con due bogey e un doppio bogey per il 70 (-2). Sul tracciato di Carnoustie 70 colpi per Crespi con quattro birdie e due bogey, 75 (+3) per Pavan, con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey, e per Manassero con due birdie, tre bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 3.970.000 dollari dei quali 625.787 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Links Championship va in onda in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: sabato 4 ottobre, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 5, dalle ore 13,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD): Repliche: sabato 4 ottobre, dalle ore 21 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 5, dalle ore 21,45 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   Primo giro – Matteo Manassero  e Andrea Pavan, 70.i con 72 (par), hanno iniziato a metà classifica l’Alfred Dunhill Links Championship (European Tour), che si disputa con la partecipazione di 168 professionisti e con formula pro am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dell’Old Course St. Andrews, di  Carnoustie e di Kingsbarns, tutti par 72,  a St. Andrews in Scozia. Più attardati Edoardo Molinari e Marco Crespi, 97° con 73 (+1), e Francesco Molinari, 121° con 74 (+2). E’ al comando l’inglese Oliver Wilson con un gran 64 (-8) ottenuto sul tracciato di Carnoustie, dove il francese Raphael Jacquelin ha realizzato un 65 (-7) per il secondo posto e l’irlandese Padraig Harrington un 66 (-6) che l’ha collocato al terzo insieme al connazionale Shane Lowry (Kingsbarns). Seguono con 67 (-5) gli inglesi Ryan Evans (K) e Robert Rock (SA), gli spagnoli Eduardo De La Riva (K) e Adrian Otaegui (SA), il francese Gregory Bourdy (C) e lo scozzese Jamie McLeary (K). Dei quattro giocatori reduci dalla Ryder Cup il migliore è stato lo scozzese Stephen Gallacher, 11° con 68 (-4, C), e ha segnato tre colpi in più il transalpino Victor Dubuisson, 40° con un 71 (-1) effettuato a Carnoustie dove hanno siglato lo stesso score anche il sudafricano Ernie Els, l’iberico Pablo Larrazabal, il thailandese Thongchai Jaidee e l’inglese David Howell, campione uscente. In ombra gli altri due protagonisti della Ryder Cup, il nordirlandese Rory McIlroy (C), numero uno al mondo, che ha lo stesso 73 di Edoardo Molinari e di Crespi, e il tedesco Martin Kaymer (C), che affianca Francesco Molinari. Hanno offerto buone prove l’inglese Paul Casey, 18° con 69 (-3, C), e il sudafricano Louis Oosthuizen, 28° con 70 (-2, C). Wilson ha infilato nove birdie contro un bogey, mentre Jacquelin ha fatto percorso netto con un eagle  e cinque birdie. Manassero e Pavan, sul tracciato di St. Andrews, hanno marciato di pari passo con un birdie e un bogey, mentre Edoardo Molinari a Carnoustie ha fissato il punteggio con un eagle, un birdie e quattro bogey. Crespi (SA) ha messo insieme tre birdie e quattro bogey e Francesco Molinari, anche lui a Carnoustie, ha concluso con cinque birdie e sette bogey. Il montepremi è di 3.970.000 dollari dei quali 625.787 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Links Championship va in onda in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 3 ottobre, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 4, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 5, dalle ore 13,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD): Repliche: venerdì 3 ottobre, dalle ore 20,30 (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 4, dalle ore 21 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 5, dalle ore 21,45 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   Prologo – Francesco Molinari, Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Andrea Pavan e Marco Crespi scendono in campo nell’Alfred Dunhill Links Championship (2-5 ottobre), il torneo dell’European Tour che si disputa con la partecipazione di 168 professionisti e con formula pro am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dell’Old Course St. Andrews, di  Carnoustie e di Kingsbarns, a St. Andrews in Scozia. Sicuramente ci saranno tanti applausi per quattro componenti della vittoriosa squadra europea di Ryder Cup, che ha travolto gli Stati Uniti a Gleneagles (16,5-11,5): il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno mondiale, il tedesco Martin Kaymer, il francese Victor Dubuisson e lo scozzese Stephen Gallacher. E non ne mancheranno nemmeno per il capitano, l’irlandese Paul McGinley. Nel field anche i sudafricani Ernie Els e Louis Oosthuizen, l’irlandese Padraig Harrington, il nordirlandese Darren Clarke, gli inglesi Paul Casey, Tommy Fleetwood e David Howell, campione uscente, lo spagnolo Pablo Larrazabal, l’olandese Joost Luiten e il thailandese Thongchai Jaidee. Il montepremi è di 3.970.000 dollari dei quali 625.787 andranno al vincitore. Il torneo su Sky – L’Alfred Dunhill Links Championship andrà un onda in diretta e in esclusiva sulla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 2 ottobre e venerdì 3, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 4, dalle ore 14 alle ore 18 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 5, dalle ore 13,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD): Repliche: giovedì 2 ottobre e venerdì 3, dalle ore 20,30 (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 4, dalle ore 21 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 5, dalle ore 21,45 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa.   I risultati