fbpx

Eurotour: Hanson batte McIlroy, 26° E. Molinari

  28 Ottobre 2012 News
Condividi su:

Lo svedese Peter Hanson, nella foto, (267 – 66 64 70 67, -21) ha vinto il BMW Masters (European Tour) disputato sul percorso del Lake Malaren Golf Club (par 72) di Shanghai in Cina, precedendo di un colpo il nordirlandese Rory McIlroy (268 – 67 65 69 67, -20), numero uno mondiale. Edoardo Molinari, 26° con 280 (68 71 69 72, -8), è stato il migliore dei tre italiani in gara, quindi al 35° posto Francesco Molinari con 283 (66 74 73 70, -5) e al 46° Matteo Manassero con 286 (70 73 72 71, -2). Hanson, 35enne di Svedala che ha preso parte all’ultima Ryder Cup nella vittoriosa compagine continentale, ha ottenuto il sesto titolo in carriera, secondo stagionale, tenendo a bada Rory McIlroy, che lo ha inseguito vanamente negli ultimi tre giri, distanziato di due colpi dopo 36 buche e di uno dopo 54. Nel turno conclusivo il vincitore non ha avuto tentennamenti e ha condotto la danza con sei birdie, concedendosi anche il lusso di chiudere con un bogey (67, -5) a risultato acquisito. Il nordirlandese ha iniziato con due bogey e poi non è riuscito più a rimontare, anche se non ha lesinato attacchi (in totale 67 colpi con un eagle e cinque birdie oltre ai due bogey per il 67). Al terzo posto si è classificato con 271 (-17) l’inglese Luke Donald, al quarto con 272 (-16) il suo connazionale Ian Poulter, al quinto con 273 (-15)  l’irlandese Shane Lowry. In alta classifica anche altri giocatori di peso quali gli inglesi Justin Rose e Paul Casey, i sudafricani Louis Oosthuizen e George Coetzee e lo svedese Alexander Noren, sesti con 274 (-14), il tedesco Martin Kaymer e  i nordirlandesi Graeme McDowell e Michael Hoey, 11.i con 275 (-13), l’inglese Lee Westwood e il belga Nicolas Colsaerts, 14.i con 276 (-12), e il sudafricano Charl Schwartzel, 16° con 277 (-11). Attardati gli spagnoli Miguel Angel Jimenez, 30° con 281 (-7), e Gonzalo Fernandez Castaño, 46° come Manassero. Edoardo Molinari ha condotto una gara piuttosto regolare conclusa con un 72 (par) frutto di tre birdie e altrettanti bogey; Francesco Molinari, alle prese con il mal di denti che lo ha parecchio condizionato, si è espresso con un 70 (-2) con due birdie e sedici par; Manassero ha segnato 71 (-1) colpi con cinque birdie e quattro bogey. Ad Hanson è andato un assegno di 888.561 su un montepremi di 5.331.668 euro.

 

 

 

 

 

 

 

I risultati