fbpx

Eurotour: Francesco Molinari vola dall’82° al nono posto

  20 Aprile 2012 News
Condividi su:

Francesco Molinari (nella foto), realizzando un gran 65 (-7) miglior score della seconda giornata è volato dall’82° al nono posto con 137 colpi (72 65, -7) nel Volvo China Open (European Tour) in svolgimento sul tracciato del Binhai Lake GC (par 70), a Tianjin in Cina. In risalita anche Edoardo Molinari, da 44° a 24° con 139 (70 69, -5) e Andrea Pavan, stesso score (72 67) dopo un bel salto anch’egli dall’82ª posizione grazie a un 67 (-5). E’ rimasto in 44ª Lorenzo Gagli con 141 (70 71, -3). Guidano la graduatoria con 133 (-11) colpi l’inglese Gary Boyd (66 67) e il francese Jean-Baptiste Gonnet (66 67) e si sono portati sulla loro scia il sudafricano Branden Grace, terzo con 134 (67 67, -10), e il belga Nicolas Colsaerts, campione uscente, quarto con 135 (-9). In quinta posizione con 136 (-8) il coreano Jin-ho Choi, il neozelandese Gareth Paddison, l’australiano Marcus Fraser e lo spagnolo Ignacio Garrido, mentre insieme a Francesco Molinari vi sono gli inglesi Danny Willett e Oliver Wilson, gli olandesi Joost Luiten e Robert-Jan Derksen, il francese Victor Dubuisson e l’australiano Scott Strange. Non ha mantenuto il ritmo della frazione iniziale l’inglese Matthew Baldwin, da primo a 16° con 138 (-6) dopo un 73 (+1), affiancato dallo spagnolo Pablo Larrazabal, quindi al 29° posto con 140 (-4) lo scozzese Colin Montgomerie, l’iberico Rafael Cabrera Bello e il danese Soren Kjeldsen.

 

Sono alla pari con Gagli anche l’altro danese Thorbjorn Olesen e l’indiano Jeev Milkha Singh, che ha evitato il taglio con un ottimo 66 (-6) secondo score del turno, e si trova al 53° con 142 (-2) l’inglese Ian Poulter. Out il deludente Paul Casey, 127° con 147 (+3) e affondato da un 79 (+6). Boyd, 26enne di Banbury con un titolo nel Challenge Tour, e Jean-Baptiste Gonnet, 30enne di Cannes senza vittorie nel palmares, hanno praticamente viaggiato di pari passo con un 67 e con sei birdie e un bogey per entrambi.

 

Francesco Molinari ha iniziato con un bogey, ma ha subito cambiato marcia infilando quattro birdie in sei buche per un passaggio in 33 (-3) a metà percorso, poi ha fissato lo score con altri quattro birdie nel rientro per un 32 (-4). Andamento quasi simile per il fratello Edoardo, anch’egli gravatosi subito dell’unico bogey di giornata, che però di birdie ne ha messi a segno quattro, due per ciascuna metà del campo (69, -3). Pavan ha tenuto subito alti i toni con quattro birdie in sette buche e ha guadagnato un ulteriore colpo al par per il 67 chiudendo con tre birdie e due bogey. Buon avvio di Gagli con due birdie, poi due bogey lo hanno portato a ballare sul limite del taglio, fino a quando sull’ultima buca ha realizzato il terzo birdie per il 71 (-1) che lo ha lasciato in gara. Il montepremi è di 2.400.000 euro dei quali 398.594 andranno al vincitore.   I risultati