fbpx

Eurotour: Ernie Els brucia Thomas Bjorn, 22° Manassero

  23 Giugno 2013 News
Condividi su:

Il grande campione Ernie Els ha vinto con 270 colpi (63 69 69 69, -18) il BMW International Open, primo sudafricano a imporsi in questa gara, una delle più attese dell’European Tour che si è disputata sul percorso del Golfclub München Eichenried (par 72) a Monaco di Baviera in Germania, dove Matteo Manassero si è classificato 22° con 277 (68 69 71 69, -11). Sono terminati in bassa graduatoria Lorenzo Gagli, 62° con 285 (69 71 74 71, -3), e Marco Crespi, 72° con 287 (69 72 72 74, -1). Els, 44enne di Johannesburg, ha ottenuto il 24° titolo nel circuito che arricchisce un prestigioso palmares nobilitato da quattro major e in cui figurano anche 15 successi nel PGA Tour statunitense ed altri 24 ottenuti in giro per il mondo. Il sudafricano ha condotto il giro finale in 69 colpi (-3) superando dopo un continuo variare di situazioni il danese Thomas Bjorn, secondo con 271 (-17), il brillante francese Alexander Levy, terzo con 272 (-16), l’austriaco Bernd Wiesberger, lo svedese Alexander Noren, che era leader insieme a Els e a Levy dopo 54 buche, e il tedesco Martin Kaymer quarti con 273 (-15). Lo spagnolo Sergio Garcia, risalito dalle retrovie nel terzo turno, ha guadagnato altre cinque posizioni terminando settimo con 274 (-14) alla pari con il sudafricano Darren Fichardt e con il cinese Wen-yi Huang. Al decimo posto con 275 (-13) lo svedese Henrik Stenson, al 18° con 276 (-12) lo statunitense Dustin Johnson, al 26° con 278 (-10) l’iberico Miguel Angel Jimenez e al 41° con 281 (-7) il thailandese Tongchai Jaidee. Sulle prime nove buche Els e Levy hanno tenuto lo stesso ritmo (tre birdie per entrambi) e si è mantenuto a un colpo Bjorn (tre birdie anche per lui), mentre si è defilato Noren (due bogey). Il 23enne Levy, vera sorpresa del torneo, ha iniziato a cedere nel rientro (71, -1 finale con cinque birdie e quattro bogey) lasciando la scena ai suoi avversari. La decisione alla buca 14 quando Bjorn ha segnato un doppio bogey che ha permesso a Els di proseguire in tranquillità, infilando una serie di par per poi chiudere con un birdie per il parziale, come detto di 69, (in totale quattro birdie contro un bogey). Anche per il danese stesso score con sei birdie, un bogey e un doppio bogey. Il vincitore è stato gratificato con 333.330 euro su un montepremi di due milioni di euro. Manassero ha mantenuto per tutto il torneo un’andatura altalenante e lo ha fatto anche nell’ultimo giro in cui per arrivare a un punteggio di 69 ha segnato un eagle, sei birdie, tre bogey e un doppio bogey. E’ andato molto forte in uscita con un parziale di 32 (-4) e poi ha rallentato vistosamente nel ritorno (37, +1). Gagli ha realizzato un 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey, Crespi un 74 (+2) con due birdie e quattro bogey. Non hanno superato il taglio Alessandro Tadini, 92° con 143 (72 71, -1), e Matteo Delpodio, 102° con 144 (68 76, par). Terzo giro – Matteo Manassero, 24° con 208 COLPI (68 69 71, -8), ha fatto sei passi indietro nel BMW International Open (European Tour) che termina al Golfclub München Eichenried (par 72) di Monaco di Baviera in Germania. Sono in bassa classifica Marco Crespi, 57° con 213 (69 72 72, -3), e Lorenzo Gagli, 64° con 214 (69 71 74, -2). Il terzo giro ha subito uno stop di circa tre ore per maltempo, ma sia pure a tarda ora è stato condotto a termine. In vetta alla graduatoria il sudafricano Ernie Els (201 – 63 69 69, -15) è stato raggiunto dallo svedese Alexander Noren (64 71 66) e dal francese Alexander Levy (65 68 68), ma insieme a questo trio vi saranno almeno altri undici giocatori a battersi per il successo. Sono il danese Thomas Bjorn e l’inglese Matthew Baldwin, quarti con 202 (-14), lo statunitense Peter Uihlein, sesto con 203 (-13), i tedeschi Martin Kaymer e Marcel Siem, il sudafricano Brandon Stone, l’olandese Joost Luiten e l’inglese Danny Willett, settimi, con 204 (-12), il sudafricano Darren Fichardt, l’austriaco Bernd Wiesberger e lo spagnolo Sergio Garcia, 12.i con 205 (-11). Quest’ultimo ha effettuato un gran balzo avanti grazie a un 65 (-7). Sono fuori gioco l’altro iberico Miguel Angel Jimenez, 20° con 207 (-9), e il thailandese Thongchai Jaidee, 33° con 209 (-7). Noren, implacabile sul green, ha operato la rimonta con un 66 (-6) frutto di una eagle, cinque birdie e un bogey; Levy ha girato in 68 (-4) con sei birdie e due bogey; Els in 69 (-3) con cinque birdie e due bogey. Manassero dopo 13 buche era tre colpi sotto par (cinque birdie, due bogey), poi due bogey lo hanno retrocedere di nove posizioni. Crespi ha girato in 72 (par) con due birdie e due bogey e Gagli in 74 (+2) con quattro birdie, tre bogey e un triplo bogey. Non hanno superato il taglio Alessandro Tadini, 92° con 143 (72 71, -1), e Matteo Delpodio, 102° con 144 (68 76, par). Il montepremi è di due milioni di euro con prima moneta di 333.330. Il torneo su Sky – La giornata conclusiva del BMW International Open sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD, con collegamento domani, domenica 23 giugno, dalle ore 13,30 alle ore 17. Replica dalle ore 21 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Alessandra Caramico. Secondo giro – Matteo Manassero, 18° con 137 (68 69, -7), ha recuperato undici posizioni nel secondo giro del BMW International Open (European Tour) che si sta svolgendo al Golfclub München Eichenried (par 72) di Monaco di Baviera in Germania, e dove sono rimasti in gara anche altri due italiani, Lorenzo Gagli, 48° con 140 (69 71, -4), e Marco Crespi, 62° con 141 (69 72, -3). Out Alessandro Tadini, 92° con 143 (72 71, -1), e Matteo Delpodio, 102° con 144 (68 76, par). Ha continuato la sua corsa di testa il sudafricano Ernie Els (132 – 63 69, -12), nella foto, che ha mantenuto un colpo di vantaggio sui secondi classificati, il francese Alexander Levy e l’inglese Matthew Baldwin (133, -11). Al quarto posto con 134 (-10) l’austriaco Bernd Wiesberger e l’inglese Danny Willett, al sesto con 135 (-9) i tedeschi Martin Kaymer e Marcel Siem, lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, lo svedese Alexander Noren e l’inglese Tommy Fleetwood. Hanno lo stesso score di Gagli anche l’iberico Sergio Garcia e il thailandese Thongchai Jaidee e sono rimasti fuori l’altro spagnolo Alvaro Quiros, 93° come Tadini, e l’indiano Jeev Milkha Singh, 126° con 147 (+3) Els, 44enne di Johannesburg con una carriera prestigiosa alle spalle e oltre sessanta vittorie in giro per il mondo comprensive di tre major, ha vistosamente rallentato nel secondo turno con un parziale di 69 (-3) dovuto a sei birdie, un bogey e a un doppio bogey. Manassero si è espresso con lo stesso punteggio dopo quattro birdie e un bogey; Gagli ha segnato un 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey e Crespi un 72 (par) con tre birdie e altrettanti bogey. Nel 71 di Tadini sette birdie, quattro bogey e un doppio bogey, nel 76 (+4) di Delpodio due birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di due milioni di euro con prima moneta di 333.330. Il torneo su Sky – Il BMW International Open viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD, con i seguenti orari: sabato 22 giugno, dalle ore 14 alle ore 18; domenica 23, dalle ore 13,30 alle ore 17. Repliche: sabato 22, dalle ore 21,15 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 23, dalle ore 21 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Alessandra Caramico. Primo giro . Il sudafricano Ernie Els (63, -9), molto ispirato, è stato il protagonista nel primo giro del BMW International Open, uno dei tornei più prestigiosi dell’European Tour che si sta svolgendo al Golfclub München Eichenried (par 72) di Monaco di Baviera in Germania. Sono al 29° posto con 68 (-4) Matteo Manassero e Matteo Delpodio, al 50° con 69 (-3) Lorenzo Gagli e Marco Crespi e al 100° con 72 (par) Alessandro Tadini. Els, 44enne di Johannesburg con una carriera prestigiosa alle spalle e oltre sessanta vittorie in giro per il mondo comprensive di tre major, è tallonato con 64 (-8) dal tedesco Martin Kaymer, dallo svedese Alexander Noren, dall’inglese Matthew Baldwin e dall’olandese Robert-Jan Derkesn, In sesta posizione con 65 (-7) il francese Alexander Levy e gli inglesi Matthew Nixon e Tom Lewis e tra i dieci concorrenti in nona con 66 (-6) il thailandese Thongchai Jaidee. Hanno lo stesso score di Manassero e Delpodio anche lo spagnolo Miguel Angel Jimenez e lo svedese Henrik Stenson e sono in notevole ritardo gli iberici Sergio Garcia e Alvaro Quiros, 86.i con 71 (-1), e l’indiano Jeev Milkha Singh, 117° con 73 (+1). Els ha fatto percorso netto con un eagle e sette birdie; Manassero, partito dalla 10, ha tenuto un buon ritmo con cinque birdie in quindici buche, poi ha chiuso con la sequenza bogey-bogey-birdie. Per Delpodio sette birdie e tre bogey; per Crespi cinque birdie e due bogey; per Gagli sette birdie, due bogey e un doppio bogey; per Tadini due birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di due milioni di euro con prima moneta di 333.330. Il torneo su Sky – Il BMW International Open viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD, con i seguenti orari: venerdì 21 giugno, dalle ore 14,30 alle ore 18,30; sabato 22, dalle ore 14 alle ore 18; domenica 23, dalle ore 13,30 alle ore 17. Repliche: venerdì 21 giugno, dalle ore 22  (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 22, dalle ore 21,15 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 23, dalle ore 21 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Alessandra Caramico. Prologo – Matteo Manassero, Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini, Matteo Delpodio e Marco Crespi scendono in campo nel BMW International Open (20-23 giugno), uno dei tornei più prestigiosi dell’European Tour in programma al Golfclub München Eichenried, a Monaco di Baviera in Germania. Ottimo il field nel quale figurano, oltre a Manassero, anche i sudafricani Ernie Els e Thomas Aiken, gli spagnoli Sergio Garcia, Miguel Angel Jimenez, Alvaro Quiros e Pablo Larrazabal, il tedesco Martin Kaymer, l’inglese Paul Casey, il danese Thomas Bjorn, gli svedesi Henrik Stenson e Alexander Noren,  l’indiano Jeev Milkha Singh,  il thailandese Thongchai Jaidee, l’australiano Brett Rumford e lo scozzese Colin Montgomerie. Dopo il deludente risultato dell’US Open e la perdita del primo posto nella money list continentale, Manassero si rituffa nel circuito di pertinenza per dimenticare la disavventura e riprendere il cammino che l’aveva portato al successo nel BMW PGA Championship e al quarto posto nel Nordea Masters. Gagli cerca conferme dopo la top ten nel Lyoness Open seguita a cinque tagli consecutivi. Tadini e Delpodio proveranno a recuperare posizioni nella money list, essendo al momento fuori dalla zona di riconferma della ‘carta’, e Crespi ha un’opportunità approfittando di un invito. Il montepremi è di due milioni di euro con prima moneta di 333.330. Il torneo su Sky – Il BMW International Open sarà teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e Sky Sport 2 HD, con i seguenti orari: giovedì 20 giugno e venerdì 21, alle ore 14,30 alle ore 18,30; sabato 22, dalle ore 14 alle ore 18; domenica 23, dalle ore 13,30 alle ore 17. Repliche: giovedì 20 giugno, dalle ore 20,45 (Sky Sport 3 e 3 HD); venerdì 21, dalle ore 22  (Sky Sport 3 e 3 HD); sabato 22, dalle ore 21,15 (Sky Sport 2 e 2 HD); domenica 23, dalle ore 21 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e di Alessandra Caramico.   I risultati