fbpx

Eurotour: a segno Olesen, occasione persa da Manassero

Thorbjorn Olesen GI
  06 Novembre 2016 News
Condividi su:

Matteo Manassero 17° con 276 (66 68 68 74, -8), Renato Paratore 25° con 278 (71 71 67 69, -6) e Nino Bertasio 43° con 280 (69 71 71 69, -4)  al termine del Turkish Airlines Open, primo dei tre tornei delle Final Series che concludono la stagione dell’European Tour disputato al Regnum Carya G&Spa Resort (par 71) di Belek in Turchia.

Vittoria annunciata del 27enne danese Thorbjorn Olesen (264 – 65 62 68 69, -20), che ha condotto un comodo quarto giro iniziato con ben sette colpi di vantaggio e concluso con tre di margine sull’inglese David Horsey e sul cinese Haotong Li (267, -17). Al quarto posto con 269 (-15) l’austriaco Bernd Wiesberger, al quinto con 270 (-14) il sudafricano George Coetzee e al decimo con 274 (-10) il coreano Byeong Hun An.

Piuttosto alterni il thailandese Thongchai Jaidee, 17° alla pari con Manassero, il suo connazionale Kiradech Aphibarnrat, 25° come Paratore, l’irlandese Padraig Harrington e lo svedese Robert Karlsson, 31.i con 279 (-5). Deludenti l’inglese Lee Westwood, 52° con 282 (-2), l’indiano Anirban Lahiri, 62° con 284 (par), e soprattutto l’inglese Danny Willett, numero due della money list e Masters champion, 68° con 286 (+2), e da qualche tempo piuttosto opaco.

Thorbjorn Olesen (nella foto di Getty Images) ha siglato il quarto titolo nel circuito con un parziale di 69 (-2) con quattro birdie e due bogey e ha intascato un congruo assegno di 1.065.388 euro su un montepremi di 6.360.000 euro

Matteo Manassero ha perso quindici posizioni, ma soprattutto una grande occasione di entrare tra i primi 60 della money list che saranno ammessi al DD World Tour Championship a Dubai, ultimo evento della stagione. Dopo nove buche in par il veronese ha avuto un black out determinante con  due bogey e un doppio bogey contro un birdie in quattro buche, poi ha chiuso in 74 (+2) con un bogey e un birdie. Con 81.643 euro guadagnati è salito al 69° posto dell’ordine di merito con E 451.832 euro.

Renato Paratore, lento nei primi due giri, ha poi operato una buona rimonta e ha guadagnato due posizioni nell’ordine di merito salendo in 61ª con 514.039 euro, grazie agli 81.643 euro di premio. Per lui 69 (-2) colpi con tre birdie e un bogey e stesso score per Bertasio con cinque birdie e tre bogey.

Per Manassero e Paratore ultimo appello la prossima settimana nel Nedbank Golf Challenge (Sun City, 10-13 novembre) dove sono entrati nel field.

I RISULTATI