fbpx

Euro/Challenge: a Madeira s’impone Roope Kakko Alessandro Tadini 18°

  02 Agosto 2015 News
Condividi su:

 

Alessandro Tadini (nella foto) si è classificato al 18° posto con 278 colpi (69 71 70 69, -10) nel Madeira Islands Open Portugal BPI, gara in calendario sia nell’European Tour che nel Challenge Tour. Si è giocato sul percorso in altura del Clube de Golf do Santo da Serra (par 72), nell’isola portoghese di Madeira, l’evento che a marzo fu cancellato per il maltempo.   Si è imposto il finlandese Roope Kakko con 264 colpi (66 71 64 63, -24), che è dovuto ricorrere agli effetti speciali nel giro finale con un 63 (-9) per avere ragione dello scozzese Scott Henry (267, -21). Al terzo posto con 270 (-18) l’altro scozzese Andrew McArthur, al quarto con 272 (-16)  gli scozzesi Sebastian Soderberg e Pontus Widegren, leader dopo tre giri e arretrato con un 72 (par), al sesto con 273 (-15) l’inglese Tom Murray.   Ha effettuato un buon recupero Andrea Pavan, da 42° a 32° con 281 (70 70 72 69, -7) ed è rimasto in retrovia Niccolò Quintarelli, 63° con 290 (71 70 75 74, +2).   Kakko, 33enne di Espoo, ha ottenuto il terzo titolo, e il più prestigioso che gli consentirà di tornare circuito maggiore, come detto con un 63 (-9) frutto di un eagle e sette birdie. Il suo primo successo lo aveva conseguito sul Challenge Tour da dilettante (Finnish Open), ma quello che sembrava l’inizio di una carriera migliore non ha poi avuto un seguito. Per Tadini 69 (-3) colpi con quattro birdie e un bogey, stesso score per Pavan con un eagle, cinque birdie e quattro bogey e 74 (+2) per Quintarelli con due bogey.   Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (-2): Nicolò Ravano, 66° con 143 (72 71, -1), Renato Paratore, 85° con 144 (71 73, par), Nino Bertasio (74 72) e Lorenzo Gagli (71 75), 103.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 143° con 151 (73 78, +7), e Matteo Delpodio, 154° con 156 (76 80, +12). A Kakko è andato un assegno di 100.000 euro su un montepremi di 600.000 euro.   TERZO GIRO – Alessandro Tadini, 22° con 209 colpi (68 71 70, -7) non ha praticamente modificato la sua posizione nel terzo giro del Madeira Islands Open Portugal BPI, gara in calendario sia nell’European Tour che nel Challenge Tour. Si gioca sul percorso in altura del Clube de Golf do Santo da Serra (par 72), nell’isola portoghese di Madeira, l’evento che a marzo fu cancellato per il maltempo. Hanno perso terreno Andrea Pavan, 42° con 212 (70 70 72, -4), e Niccolò Quintarelli, 63° con 216 (71 70 75, par).   Lo svedese Pontus Widegren ha mantenuto la leadership con 200 colpi (67 66 67, -16) superando con un birdie sull’ultima buca il finlandese Roope Kakko e lo scozzese Scott Henry, già in club house con 201 (-15). Al quarto posto con 202 (-14) il sudafricano Brandon Stone, al quinto con 204 (-12) lo svedese Bjorn Akesson, al sesto con 205 (-11) il gallese Rhys Davies e lo spagnolo Antonio Hortal. E’ sceso all’ottavo con 206 (-10) Sam Walker, in vetta insieme a Widegren dopo due turni.   Il leader ha marciato in 67 (-5) colpi con due eagle, tre birdie e due bogey. In 54 buche ha realizzato quattro eagle. Per Tadini 70 (-2) colpi con quattro birdie e due bogey; per Pavan 72 (par) con cinque birdie e altrettanti bogey; per Quintarelli 75 (+3) con un birdie in uscita e quattro bogey nel rientro.   Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (-2): Nicolò Ravano, 66° con 143 (72 71, -1), Renato Paratore, 85° con 144 (71 73, par), Nino Bertasio (74 72) e Lorenzo Gagli (71 75), 103.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 143° con 151 (73 78, +7), e Matteo Delpodio, 154° con 156 (76 80, +12). Il montepremi è di 600.000 euro.   SECONDO GIRO – Alessandro Tadini,Alessandro Tadini, 23° con 139 colpi (68 71, -5), è rimasto sostanzialmente stabile nel Madeira Islands Open Portugal BPI, gara in calendario sia nell’European Tour che nel Challenge Tour. Si gioca sul percorso in altura del Clube de Golf do Santo da Serra (par 72), nell’isola portoghese di Madeira, l’evento che a marzo fu cancellato per il maltempo. Ha recuperato 24 posizioni  Andrea Pavan, 29° con 140 (70 70, -4) e ben 34 Niccolò Quintarelli, 41° con 141 (71 70, -3).   Cambio in vetta dove ora ci sono con 133 (-11) colpi l’inglese Sam Walker (67 66) e lo svedese Pontus Widegren (67 66). Li inseguono lo spagnolo Antonio Hortal, terzo con 134 (-10), leader dopo un turno, lo svedese Bjorn Akesson, il belga Pierre Relecom, lo scozzese Scott Henry e il sudafricano Brandon Stone, quarti con 136 (-8).   Stesso 66 (-6) per Walker, con un eagle e quattro birdie, e per Widegren, con un eagle, cinque birdie e un bogey.Tadini è andato in altalena alternando birdie e bogey che alla fine sono stati quattro contro tre (71, -1). Pavan ha siglato il secondo 70 (-2) consecutivo con tre birdie e l’unico bogey in 36 buche. Stesso score per Quintarelli con quattro birdie e due bogey. Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (-2): Nicolò Ravano, 66° con 143 (72 71, -1), Renato Paratore, 85° con 144 (71 73, par), Nino Bertasio (74 72) e Lorenzo Gagli (71 75), 103.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 143° con 151 (73 78, +7), e Matteo Delpodio, 154° con 156 (76 80, +12). Il montepremi è di 600.000 euro.   PRIMO GIRO – Alessandro Tadini, 21° con 68 (-4) colpi, è l’italiano meglio classificato nel Madeira Islands Open Portugal BPI, gara in calendario sia nell’European Tour che nel Challenge Tour. Si gioca sul percorso in altura del Clube de Golf do Santo da Serra (par 72), nell’isola portoghese di Madeira, l’evento che a marzo fu cancellato per il maltempo.   Il comando delle operazioni è in mano agli spagnoli Antonio Hortal, leader con 63 (-9), e a Nacho Elvira, secondo con 64 (-8). Li seguono con 65 (-7) il transalpino Sebastien Gros e il neozelandese Ryan Fox, reduce dal successo nel Le Vaudreuil Golf Challenge in Francia, e sono al quinto posto con 66 (-6) lo scozzese Scott Henry, il gallese Stuart Manley, l’iberico Pedro Oriol, il portoghese Ricardo Santos, l’inglese Chris Paisley, il danese Andreas Harto, il finlandese Roope Kakko e il tedesco Marcel Schneider.   E’ al limite del taglio Andrea Pavan, 53° con 70 (-2), e sono oltre Lorenzo Gagli, Renato Paratore e Niccolò Quintarelli, 75.i con 71 (-1), Nicolò Ravano, 99° con 72 (par), Filippo Bergamaschi, 119° con 73 (+1), Nino Bertasio, 131° con 74 (+2) e Matteo Delpodio, 147° con 76 (+4). Il montepremi è di 600.000 euro.   PROLOGO – L’European Tour e il Challenge Tour tornano a braccetto nell’isola portoghese di Madeira per recuperare la gara che era stata annullata a marzo, causa il maltempo. Si riprova a giocare, dunque, in piena estate il Madeira Islands Open Portugal BPI (30 luglio-2 agosto), sul percorso in altura del Clube de Golf do Santo da Serra. gara in calendario su entrambi i circuiti. E’ la prima volta, nella storia dei due tour continentali, che si replica un evento in precedenza cancellato.   Saranno in gara Renato Paratore, Alessandro Tadini, Andrea Pavan, Lorenzo Gagli, Matteo Delpodio, Niccolò Quintarelli, Filippo Bergamaschi, Nicolò Ravano e Nino Bertasio. Tra i possibili protagonisti, oltre a Paratore, Tadini e Pavan, i portoghesi Ricardo Gouveia e Ricardo Santos, l’argentino Estanislao Goya, il francese Benjamin Hebert, gli spagnoli José Manuel Lara, Pedro Oriol, Borja Virto e Adrian Otaegui,  gli svedesi Pontus Widegren e Jens Fahrbring, il sudafricano Justin Walters e lo statunitense Connor Arendell. Il montepremi è di 600.000 euro   I risultati