fbpx

EurAsia Cup in Malesia: pari tra Europa e Asia

  29 Marzo 2014 News
Condividi su:

La selezione europea, guidata dall’iberico Miguel Angel Jimenez (nella foto), e quella dell’Asia, affidata al thailandese Thongchai Jaidee, hanno pareggiato per 10 a 10 nella prima edizione dell’EurAsia Cup svoltasi sul percorso del Glenmarie G&CC, a Kuala Lumpur in Malesia. Sembrava quasi scontato il successo continentale dopo il 7-3 maturato nei doppi, ma nei singoli gli orientali hanno esercitato una netta superiorità (parziale di 7-3) e il trofeo è stato assegnato ex-aequo. La compagine di Jimenez era andata in vantaggio con un secco 5-0 nei fourballs inaugurali, poi aveva contenuto la reazione degli avversari nei cinque fourball della seconda giornata, i quali con un parziale favorevole di 3-2 avevano ridotto le distanze (3-7) sia pure di poco. Quando si pensava, comunque, a un tranquillo successo europeo è venuta fuori tutta la grinta, e anche la qualità, degli asiatici che hanno pareggiato i conti. Per la verità all’inizio dei dieci singoli conclusivi capitan Jimenez ha fatto suo il punto contro il malese Nicholas Fung (1 up) avallando ancora più la sensazione che il trofeo stesse viaggiando verso il vecchio continente, ma l’altro capitano Jaidee ha dato la convinzione necessaria ai suoi battendo nettamente (3/2) il nordirlandese Graeme McDowell, che era forse uno dei giocatori europei più temuti dagli orientali. Così hanno seguito l’esempio del capitano il thailandese Kiradech Aphibarnrat (2/1 sul danese Thomas Bjorn), il coreano Hyung-sung Kim (4/2 sull’iberico Pablo Larrazabal), gli indiani Anirban Lahiri (2/1 sul francese Victor Dubuisson) e Gaganjeet Bhullar (4/3 sul danese Thorbjorn Olesen) e Siddikur Rahman del Bangladesh (4/3 sullo scozzese Stephen Gallacher). Gli europei hanno raccolto un altro punto con l’olandese Joost Luiten (1 up sul giapponese Koumei Oda) e mezzo ciascuno è toccato al gallese Jamie Donaldson e al thailandese Prayad Marksaeng che hanno pareggiato. Sul punteggio di 9,5-9,5 è divenuto decisivo il match tra lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño e il nipponico Hideto Tanihara. Grande equilibrio in campo con vantaggio iniziale del giapponese e pari dell’iberico, poi Tanihara ha approfittato di un errore del suo antagonista per andare 1 up alla buca 15, ma la rimonta asiatica non si è completata perché  Fernandez Castaño con un eagle alla 16 ha recuperato la parità e metà trofeo. Tutti i partecipanti hanno disputato tre match. Nella compagine europea sono rimasti imbattuti Jimenez  e Donaldson con 2,5 punti (due vittorie e un pari) e Fernandez Castaño (p. 2 con un successo e due pari). Hanno ottenuto due punti Luiten e McDowell, 1,5 Larrazabal e Gallacher, uno Bjorn, Dubuisson e Olesen. Nessun imbattuto nell’Asia con due punti conquistati da Kim, Lahiri e Rahman, 1,5 da Jaidee, Aphibarnrat e da Marksaeng, uno da Bhullar e da Tanihara, mezzo da Oda e nessuno da Fung.   Seconda giornata – La selezione dell’Asia, affidata al thailandese Thongchai Jaidee, ha reagito nella seconda giornata dell’EurAsia Cup, ma con il parziale di 3-2 nei confronti della formazione dell’Europa, diretta dallo spagnolo Miguel Angel Jimenez e in cui non figurano giocatori italiani, ha ridotto solo di un punto il divario (7-3) dopo lo 0-5 subito nel turno iniziale. Sul percorso del Glenmarie G&CC, a Kuala Lumpur in Malesia, Prayad Marksaeng (Tha) e il coreano Hyung-sung Kim hanno liquidato i danesi Thomas Bjorn/Thorbjorn Olesen con un secco 4/3 e l’indiano Anirban Lahiri e Siddikur Rahman del Bangladesh hanno conquistato (1 up) il secondo punto pieno per gli orientali contro Joost Luiten (Ola)/Victor Dubuisson (Fra). Pari fra i thailandesi Jaidee/Kiradech Aphibarnrat e Jimenez/Pablo Larrazabal (Spa) e tra i giapponesi Koumei Oda/Hideto Tanihara e Gonzalo Fernandez-Castaño (Spa)/Stephen Gallacher (Sco). L’unico successo continentale è stato ottenuto da Graeme McDowell (Nir)/Jamie Donaldson (Gal) per 2/1 su Gaganjeet Bhullar (Ind)/Nicholas Fung (Mal). Marksaeng/Kim hanno subito incalzato Bjorn/Olesen e con il 3 up dopo otto buche hanno sostanzialmente archiviato la pratica. Lahiri/Rahman sono andati sotto dopo nove buche (1 down), ma si sono trovati la strada spalancata da due errori negli avversari nella fase finale. McDowell/Donaldon hanno sofferto fino alla 13ª buca, dove hanno riequilibrato il match dopo il 2 up alla 8ª, poi hanno acquisito il vantaggio decisivo con due par. Jimenez/Larrazabal sono stati all’inseguimento di Jaidee/Aphibarnrat per tutto l’incontro ottenendo il pareggio con un birdie in chiusura. Fernandez-Castaño/Gallacher sembravano al sicuro dopo il 3 up in avvio, ma Oda/Tanihara hanno ribaltato la situazione (1 up) nell’arco di cinque buche, dalla 11ª alla 15ª, e i due europei si sono dovuti accontentare del pari recuperato alla 17ª.          L’evento, alla prima edizione, vede di fronte due squadre di dieci elementi. Dopo i cinque fourball della prima giornata e i cinque foursome della seconda la gara si concluderà con dieci match singoli. Al team di Jimenez occorrono 3,5 punti per avere partita vinta. Il torneo su Sky – La giornata finale dell’EurAsia Cup sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 5 alle ore 8 sui canali Sky Sport 3 e 3 HD. Repliche: dalle ore 11,15 e dalle ore 19,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Roberto Zappa e di Nicola Pomponi.   Prima giornata – La selezione europea, condotta dallo spagnolo Miguel Angel Jimenez e in cui non figurano giocatori italiani, non ha concesso nulla a quella dell’Asia, diretta dal thailandese Thongchai Jaidee, e ha concluso in vantaggio per 5-0 la prima giornata dell’EurAsia Cup nella quale si sono svolti cinque match con formula fourball. Sul percorso del Glenmarie Golf and Country Club, a Kuala Lumpur in Malesia, il confronto tra i capitani si è risolto in favore di Jimenez, che in coppia con l’altro iberico Pablo Larrazabal ha sconfitto per 2/1 Jaidee e il connazionale Kiradech Aphibarnrat. Gli altri punti continentali sono arrivati dai danesi Thomas Bjorn/Thorbjorn Olesen (2 up sui giapponesi Koumei Oda/Hideto Tanihara), da Victor Dubuisson (Fra)/Joost Luiten (Ola) (3/2 su Prayad Marksaeng (Tha)/Siddikur Rahman del Bangladesh), da Gonzalo Fernandez-Castaño (Spa)/Stephen Gallacher (Sco) (4/3 sugli indiani Gaganjeet Bhullar/Anirban Lahiri) e da Graeme McDowell (Nir)/Jamie Donaldson (Gal) (3/1 sul malese Nicholas Fung e sul coreano Hyung-sung Kim). Con due eagle e un birdie Jimenez ha dato una svolta al suo incontro e il 3 up dopo 11 buche è stato impossibile da recuperare per gli avversari. L’iniziale 2 up ha permesso a Bjorn/Olesen di controllare la gara. Oda/Tanihara hanno avuto un sussulto alla buca 16, ma alla 18 un birdie di Bjorn ha chiuso il conto. Partenza veloce di Dubuisson/Luiten con un 2 up in quattro buche. Marksaeng/Rahman hanno accorciato le distanze alla quinta, ma un birdie di Dubuisson e un eagle di Luiten a metà percorso hanno fissato il 3 up e ipotecato il punto europeo. Netta la superiorità di Fernandez-Castaño/Gallacher e giochi chiusi contro Bhullar/Lahiri praticamente in 12 buche. McDowell/Donaldson sono stati sorpresi dalla partenza lampo di Kim/Fung, 3 up dopo sette buche, ma la loro reazione non ha lasciato scampo ai due indiani travolti con tre birdie del nordirlandese e con un eagle e due birdie di Donaldson. L’evento, alla prima edizione, vede di fronte due squadre di dieci elementi. Nella seconda giornata si svolgeranno cinque incontri foursome, poi la conclusione nella terza con dieci match singoli. Al team di Jimenez bastano sei punti sui prossimi quindici in palio per avere partita vinta. Il torneo su Sky – L’EurAsia Cup viene teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con collegamenti venerdì 28 marzo e sabato 29 dalle ore 5 alle ore 8 sui canali Sky Sport 3 e 3 HD 29. Repliche: venerdì 28, dalle ore 10, dalle ore 16,15 (Sky Sport 3 e 3 HD) e dalle ore 22,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 29, dalle ore 11,15 e dalle ore 19,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Roberto Zappa e di Nicola Pomponi.

Prologo –  Sul percorso del Glenmarie Golf and Country Club, a Kuala Lumpur in Malesia, si svolge la prima edizione dell’EurAsia Cup (27-29 marzo), una nuova sfida sul modello Ryder Cup che vede di fronte le rappresentative dell’Europa e dell’Asia, Si affrontano due team di dieci giocatori che sono stati affidati allo spagnolo Miguel Angel Jimenez e al thailandese Thongchai Jaidee.

Nella squadra continentale, dove non vi sono italiani, affiancheranno il capitano Jimenez i connazionali Gonzalo Fernandez-Castaño e Pablo Larrazabal, i danesi Thomas Bjorn e Thorbjorn Olesen, il gallese Jamie Donaldson, il francese Victor Dubuisson, lo scozzese Stephen Gallacher, l’olandese Joost Luiten e il nordirlandese Graeme McDowell. Insieme a Jaidee difendono il colori asiatici i thailandesi Kiradech Aphibarnrat e Prayad Marksaeng, gli indiani Gaganjeet Bhullar e Anirban Lahiri, i giapponesi Koumei Oda e Hideto Tanihara, il coreano Kim Hyung-sung, il malese Nicholas Fung e Siddikur Rahman del Bangladesh. Si giocano complessivamente venti incontri: cinque fourballs nella prima giornata, cinque foursomes nella seconda e dieci singoli nella terza. Il torneo su Sky – L’EurAsia Cup verrà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con collegamenti dalle ore 5 alle ore 8 sui canali Sky Sport 3 e 3 HD, nelle tre giornate di gara, da giovedì 27 marzo a sabato 29. Repliche: giovedì 27 dalle ore 10, dalle ore 16,15 e dalle ore 20 (Sky Sport 3 e 3 HD); venerdì 28, dalle ore 10, dalle ore 16,15 (Sky Sport 3 e 3 HD) e dalle ore 22,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 29, dalle ore 11,15 e dalle ore 19,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni, Roberto Zappa e di Nicola Pomponi.   I risultati