fbpx

E’ deceduto Billy Casper 51 titoli nel PGA Tour nel 1975 suo l’Open d’Italia

  09 Febbraio 2015 News
Condividi su:

Billy Casper, uno dei più grandi campioni di golf, è deceduto all’età di 83 anni, a seguito di una crisi cardiaca, nella sua casa a Springville, nell’Utah. Recentemente era stato ricoverato per oltre un mese in ospedale a causa di una polmonite, ma era stato dimesso e stava osservando un periodo di riabilitazione. Al momento del decesso gli erano vicini sua moglie Shirley e alcuni famigliari. Nato a San Diego, in California, il 24 giugno 1931, è passato professionista nel 1954. Tra i 1956 e il 1975 ha vinto 51 tornei nel PGA Tour, che lo collocano al settimo posto nella lista dei plurivincitori di tutti i tempi ed è stato leader della money list nel 1966 e nel 1968. Ha disputato per otto volte la Ryder Cup. Ha firmato il primo titolo nel 1956 (Labatt Open), poi nel 1959 ha fatto suo l’US Open, uno dei tre major che figurano nel suo palmares. Nel 1996 si è imposto ancora l’US Open compiendo un’autentica impresa, perché nelle ultime nove buche ha recuperato ben sette colpi ad Arnold Palmer e poi lo ha sconfitto nel play off. E anche in spareggio si è assicurato il Masters nel 1970 mettendo fuori gioco Gene Little. In occasione del suo secondo successo nell’ordine di merito ha superato i 200.000 dollari di guadagno, un record nell’epoca, e nel 1970 ha portato a un milione di dollari i suoi introiti con la vittoria nel Los Angeles Open. Sono cifre che forse oggi fanno sorridere, ma che in quei tempi erano raggiungibili solo da grandissimi golfisti. Nel 1975 ha ottenuto l’ultimo titolo (New Orleans Open) e nello stesso anno è venuto in Italia per disputare l’Open che ha vinto superando Brian Barnes sul percorso del Golf Club Monticello (nella foto, la premiazione). Ha concluso la sua carriera nel Senior Tour (attuale Champions Tour) dove ha collezionato nove successi, comprensivi di due in major della categoria. Nel suo palmares anche altri sette fuori circuito.