fbpx

Challenge Tour: Roope Kakko torna a vincere dopo nove anni Ravano e Crespi noni

  27 Ottobre 2013 News
Condividi su:

Marco Crespi (72 67 69 76), nella foto, e Nicolò Ravano (68 72 75 69) hanno colto un buon nono posto con 284 (-4) colpi nel National Bank of Oman Golf Classic, penultimo torneo stagionale del Challenge Tour che ha avuto luogo sul percorso dell’Almouj Golf (par 72), a Muscat in Oman. Al 40° Andrea Pavan con 291 (72 71 73 75, +3). Dopo nove anni è tornato al successo Roope Kakko, 31enne finlandese di Espoo, che aveva ottenuto il suo primo titolo e finora unico nel 2004 (Finnish Open) quando era ancora dilettante suscitando grandi entusiasmi poi sopiti. Con uno score di 274 colpi (70 69 66 69, -14) ha preceduto il danese Lucas Bjerregaard, secondo con 276 (-12), lo statunitense Daniel Im, terzo con 278 (-10), l’inglese Matt Ford e il sudafricano Brandon Stone, quarti con 281 (-7). In sesta posizione con 283 (-5) lo svedese Johan Carlsson, il danese Jeppe Huldahl e il coreano Byeong-hun An. Kakko, leader dopo tre giri, ha tenuto una buona andatura nel quarto con un parziale di 69 (-3, con quattro birdie e un bogey) rischiando poco e guardandosi parecchio alle spalle. Stesso score per Ravano con sette birdie e due doppi bogey e parecchie difficoltà per Marco Crespi, sceso dal terzo posto con un 76 (+4) dovuto a due birdie, due bogey e un a doppio bogey, e per Pavan, che ha girato in 75 (+3) con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Per Kakko un premio di 35.029 euro sui 220.000 euro in palio. Terzo giro – Marco Crespi (nella foto), terzo con 208 colpi (72 67 69, -11), competerà per il titolo nel giro finale del National Bank of Oman Golf Classic, penultimo torneo stagionale del Challenge Tour che si sta disputando sul percorso dell’Almouj Golf (par 72), a Muscat in Oman. Il monzese, che ha perso una posizione, ha tre colpi di ritardo dal nuovo leader, il finlandese Roope Kakko (205 – 70 69 66, -6) e due dallo statunitense Daniel Im, retrocesso dal primo al secondo posto con 206 (69 69 68, -10). Sono a metà classifica Nicolò Ravano, da quinto a 23° con 215 (68 72 75, -1), e Andrea Pavan, da 15° a 28° con 216 (72 71 73, par). In ascesa i danesi Lucas Bjerregaard e Jeppe Huldahl, quarti con 209 (-7) e con qualche speranza di inserirsi nella corsa al successo, mentre non hanno probabilmente chances gli inglesi Paul Dwyer e Jamie Moul, lo scozzese George Murray e l’australiano Terry Pilkadaris, sesti con 212 (-4). Kakko, 31enne di Espoo con un titolo nel circuito ottenuto quando era ancora dilettante (Finnish Open, 2004), secondo dopo due giri alla pari con Crespi, si è portato in vetta grazie a un 66 (-6) dovuto a sette birdie, di cui cinque consecutivi, e a un bogey. Crespi ha ottenuto un parziale di 69 (-3) recuperando la terza piazza con tre birdie nelle ultime tre buche dopo un’andatura in par nelle prime 15 con due birdie e due bogey. Per Ravano un 75 (+3) con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey e per Pavan un 73 (+1) con due birdie e tre bogey. Sono usciti al taglio, caduto a 148 (+4), Andrea Rota, 86° con 154 (78 76, +10) e Andrea Perrino, 94° con 157 (81 76, +13). Si è ritirato Federico Colombo, che dopo il primo giro era 110° con 85 (+13). Il montepremi è di 220.000 euro con prima moneta di 35.028 euro.   Secondo giro – Marco Crespi (nella foto) ha realizzato l’ottimo punteggio di 67 (-5) colpi e con il totale di 139 (72 67, -5) è volato dal 17° al secondo posto nel National Bank of Oman Golf Classic, penultimo torneo stagionale del Challenge Tour che si sta disputando sul percorso dell’Almouj Golf (par 72), a Muscat in Oman. Il monzese, che è alla pari con il finlandese Roope Kakko e con il sudafricano Brandon  Stone, ha un colpo di ritardo dal nuovo leader, lo statunitense Daniel Im (138 – 69 69, -6). Sono in ottima posizione anche Nicolò Ravano e Andrea Pavan. Il primo, che era in vetta dopo il turno iniziale, è al quinto posto con 140 (68 72, -4), insieme allo spagnolo Carlos Del Moral e all’australiano Terry Pilkadaris, mentre Pavan, numero uno della money list, si trova al 15° con 143 (72 71, -1). Im, 28enne di Wayne (New Jersey) senza titoli nel circuito, si è espresso in 69 (-3) colpi con cinque birdie e due bogey; Ravano in 72 (par) con cinque birdie e altrettanti bogey; Pavan in 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey. Crespi, attualmente 14° nell’ordine di merito, ha l’obiettivo nelle ultime due gare di entrare tra i primi dieci per garantirsi una stagione piena nell’European Tour. Nel suo score un eagle, cinque birdie e due bogey. “Ho avuto una buona partenza – ha spiegato – con due birdie. Ho piena fiducia in quello che faccio: attualmente il gioco lungo è incredibile e il putter funziona a dovere. Ho commesso un paio di errori nel finale, ma in complesso sono soddisfatto. Dopo aver giocato ieri con il vento a 40 km orari, oggi è sembrato un paradiso. Il campo è insidioso e occorre evitare i bunker lungo i fairways da cui è difficile uscire. Comunque ho quasi sempre messo la palla con il primo colpo in fairway e ho potuto tirare spesso alle bandiere. Mi auguro di proseguire così anche nei prossimi due giorni”. Sono usciti al taglio, caduto a 148 (+4), Andrea Rota, 86° con 154 (78 76, +10) e Andrea Perrino, 94° con 157 (81 76, +13). Si è ritirato Federico Colombo, che dopo il primo giro era 110° con 85 (+13). Il montepremi è di 220.000 euro con prima moneta di 35.028 euro.   Primo giro – Il ligure Nicolò Ravano (nella foto) e il francese Julien Guerrier sono in vetta con 68 (-4) colpi al National Bank of Oman Golf Classic, penultimo torneo stagionale del Challenge Tour che si sta disputando sul percorso dell’Almouj Golf (par 72), a Muscat in Oman. E in terza posizione con 69 (-3) lo statunitense Daniel Im e sono in quarta con 70 (-2) l’inglese Charlie Ford, il finlandese Roope Kakko e l’argentino Daniel Vancsik. Andrea Pavan, leader della money list, e Marco Crespi hanno terminato al 17° posto con i 72 colpi del par, mentre hanno trovato grosse difficoltà Andrea Rota, 79° con 78 (+6), Andrea Perrino, 89° con 81 (-9), e Federico Colombo, 110° con 85 (+13). Ravano, 80° nell’ordine di merito e che sta lottando per conservare la ‘carta’ per il circuito 2014, ha segnato cinque birdie e un bogey e Guerrier sei birdie e due bogey. Per Crespi tre birdie e tre bogey e per Pavan quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 220.000 euro con prima moneta di 35.028 euro.   Prologo – Il Challenge Tour si avvia alla conclusione con la disputa del penultimo torneo in calendario, il National Bank of Oman Golf Classic (24-27 ottobre) che avrà luogo sul percorso dell’Almouj Golf, a Muscat in Oman, e al quale seguirà il Dubai Festival City Challenge Tour Grand Final (31 ottobre-3 novembre, Dubai) dove saranno ammessi i primi 45 dell’ordine di merito. In Oman saranno in campo Andrea Pavan, Marco Crespi (nella foto), Andrea Rota, Nicolò Ravano, Andrea Perrino e Federico Colombo  Il primo tenderà a rafforzare la sua posizione di leader dell’ordine di merito, mentre Crespi, attualmente 14°, nelle ultime due gare avrà l’obiettivo di inserirsi tra i primi dieci e avere la certezza di giocare nell’European Tour 2014 a tempo pieno. Tra i partenti  l’olandese Daan Huizing, lo svedese Jens Dantorp, gli spagnoli Adrian Otaegui e Agustin Domingo, il portoghese José Filipe Lima, i francesi Victor Riu e François Calmels, lo statunitense Brinson Paolini, l’australiano Daniel Gaunt e il sudafricano Dylan Frittelli. Il montepremi è di 220.000 euro con prima moneta di 35.028 euro.   I risultati