fbpx

Challenge Tour: Nacho Elvira profeta in patria a Madrid Tadini e Ravano al 13° posto

  24 Aprile 2015 News
Condividi su:

Nacho Elvira (nella foto di Golf File) ha dominato nel giro finale e ha vinto con 267 colpi (66 68 66 67, -21) il Challenge de Madrid (Challenge Tour) sul percorso de El Encín Golf Hotel (par 72), ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid, perfetto profeta in patria essendo nato 28 anni addietro nella capitale spagnola. Ha lasciato a quattro colpi il portoghese Ricardo Gouveia e l’irlandese Ruaidhri McGee (271, -17), con il quale condivideva la leadership dopo tre giri.   Ha ceduto Alessandro Tadini, che era in corsa per il titolo, e con un parziale di 73 (+1) e lo score di 277 (70 68 66 73, -11) è sceso dal quinto al 13° posto condiviso con Nicolò Ravano (277 – 66 75 69 67), risalito dal 39° con un 67 (-5). Al 49° con 283 (70 72 69 72, -5) Matteo Delpodio e al 68° con 290 (71 71 72 76, +2) Lorenzo Gagli. E’ terminato in quarta posizione con 272 (-16) l’inglese Chris Hanson e hanno chiuso in quinta con 273 (-15) il connazionale Sam Walker e il gallese Stuart Manley.   Elvira, al secondo titolo nel circuito dopo quello ottenuto nel 2013 (Foshan Open), è partito a grande andatura e ha chiuso il conto in undici buche con quattro birdie e un rarissimo albatross alla buca 4 (par 5, metri 533) dove ha messo a segno il secondo colpo da 202 metri utilizzando un ferro cinque. Poi ha tirato i remi in barca e sono arrivati due bogey ininfluenti che hanno fissato il 67.   Nel cartellino di Ravano un eagle, sei birdie e tre bogey, in quello di Tadini tre birdie, due bogey e un doppio bogey. Per Delpodio 72 (par) colpi con quattro birdie, due bogey e un doppio bogey e per Gagli 76 (+4) con un eagle, un birdie, cinque bogey e un doppio bogey. Al vincitore è andato un assegno di 25.600 euro su un montepremi di 160.000 euro. Non hanno superato il taglio Andrea Rota, 72° con 143 (75 68, -1), Niccolò Quintarelli (75 71) e Andrea Pavan (74 72), 111.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 126° con 148 (73 75, +4), Leonardo Motta, 130° con 149 (77 72, +5) e Nino Bertasio, 141° con 151 (76 75, +7).   TERZO GIRO – Alessandro Tadini, quinto con 204 colpi (70 68 66, -12), competerà per il titolo nel giro finale del  Challenge de Madrid (Challenge Tour) sul percorso de El Encín Golf Hotel (par 72), ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid in Spagna.   Il piemontese si è portato a quattro colpi dal duo di testa composto dallo spagnolo  Elvira Elvira (200 – 66 68 66, -16) e dall’irlandese Ruaidhri McGee (200 – 65 67 68), risalendo con un ottimo 66 (-6) dal 17° posto. Bassa classifica per gli altri tre italiani ancora in gara: Nicolò Ravano, 39° con 210 (66 75 69, -6), Matteo Delpodio, 47° con 211 (70 72 69, -5) e Lorenzo Gagli, 67° con 214 (71 71 72, -2).   Hanno chance di giungere al successo anche il portoghese Ricardo Gouveia, terzo con 202 (-14), lo svedese Sebastian Soderberg, quarto con 203 (-13), il francese Sebastien Gros, che affianca Tadini, e gli spagnoli Pedro Oriol e Alfredo Garcia-Heredia, settimi con 205 (-11). Difficile, invece, un recupero dell’altro iberico Juan Sarasti, in vetta con McGee dopo due turni e scivolato in nona posizione con 206 (-10), a causa di un 74 (+2).   Elvira si è espresso con un 66 (-6) composto da un eagle, cinque birdie e da un bogey, McGee con un 68 (-4) fatto di quattro birdie senza bogey e nessun bogey anche per Tadini, che di birdie ne ha messi a segno sei. Per Ravano un parziale di 69 (-3) con quattro birdie e un bogey, stesso score per Delpodio con cinque birdie e due bogey e 72 colpi (par) per Gagli con due birdie e due bogey. Non hanno superato il taglio Andrea Rota, 72° con 143 (75 68, -1), Niccolò Quintarelli (75 71) e Andrea Pavan (74 72), 111.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 126° con 148 (73 75, +4), Leonardo Motta, 130° con 149 (77 72, +5) e Nino Bertasio, 141° con 151 (76 75, +7). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore.   SECONDO GIRO – Alessandro Tadini, risalito dal 39° al 17° posto con 138 colpi (70 68, -6), Nicolò Ravano, 40° con 141 (66 75, -3), Lorenzo Gagli (71 71) e Matteo Delpodio (70 72), 52.i con 142 (-2), sono rimasti in gara nel Challenge de Madrid (Challenge Tour), in svolgimento sul percorso de El Encín Golf Hotel (par 72), ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid in Spagna.   Cambio al vertice dove si sono portati con 132 colpi (-12) lo spagnolo Juan Sarasti (66 66) e l’irlandese Ruaidhri McGee (65 67). Seguono lo svedese Sebastian Soderberg, terzo con 133 (-11), l’iberico Ignacio Elvira e il portoghese Ricardo Gouveia, quarti con 134 (-10), il francese Sebastien Gros e il tedesco Dominic Foos, sesti con 135 (-9). Ha ceduto lo spagnolo Alfredo Garcia-Heredia, leader dopo un giro e ora 12° con 137 (-7) dopo un 73 (+1).   Sarasti ha raddoppiato il 66 (-6) iniziale con otto bridie e un doppio bogey, McGee ha tenuto con un 67 (-5) dovuto a sette birdie e a due bogey. Per Tadini 68 (-8) colpi con sette birdie e quattro bogey; per Ravano 75 (+3) con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey; per Gagli 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey; per Delpodio 72 (par) con un eagle, un birdie, un bogey e un doppio bogey.   Non hanno superato il taglio Andrea Rota, 72° con 143 (75 68, -1), Niccolò Quintarelli (75 71) e Andrea Pavan (74 72), 111.i con 146 (+2), Filippo Bergamaschi, 126° con 148 (73 75, +4), Leonardo Motta, 130° con 149 (77 72, +5) e Nino Bertasio, 141° con 151 (76 75, +7). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore.   PRIMO TURNO – Nicolò Ravano  è al quinto posto con 66 (-6) colpi dopo il primo giro del Challenge de Madrid (Challenge Tour), che si sta disputando sul percorso de El Encín Golf Hotel (par 72), ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid in Spagna.   Protagonista del turno è stato l’iberico Alfredo Garcia-Heredia, leader con 64 (-8), ma la prodezza gli ha consentito di prendere un solo colpo di margine sul francese Sebastien Gros, sull’irlandese Ruaidhri McGee e sullo svedese Michael Jonzon (65, -7). Affiancano Ravano, il portoghese Ricardo Gouveia e gli spagnoli Juan Sarasti e Nacho Elvira e hanno un colpo in più sette concorrenti tra i quali gli scozzesi Andrew McArthur e Ross Kellett e lo statunitense Sihwan Kim (67, -5).   Sono a metà classifica Matteo Delpodio e Alessandro Tadini, 39.i con 70 (-2), e naviga al limite del taglio Lorenzo Gagli, 61° con 71 (-1). Sono oltre Filippo Bergamaschi, 93° con 73 (+1), Andrea Pavan, 116° con 74 (+2), Andrea Rota e Niccolò Quintarelli, 129.i con 75 (+3), Nino Bertasio, 137° con 76 (+4), e Leonardo Motta, 145° con 77 (+5).   Garcia-Heredia ha segnato un eagle, otto birdie e due bogey, Ravano sette birdie e un bogey. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore.

 

PROLOGO – Il Challenge Tour Europeo fa tappa in Spagna per il Challenge de Madrid (22-25 aprile), dopo l’apertura in Kenya, e prima di prendere una marcia regolare a maggio. Sul percorso de El Encín Golf Hotel, ad Alcala de Henares nei pressi di Madrid, saranno impegnati dieci giocatori italiani: Andrea Pavan, Alessandro Tadini, Lorenzo Gagli, Filippo Bergamaschi, Nicolò Ravano, Matteo Delpodio, Niccolò Quintarelli, Leonardo Motta, Andrea Rota e Nino Bertasio.   I primi due provano a giocarsi le loro carte anche nel secondo circuito continentale, contemporaneamente a presenze in quello maggiore, gli altri a mettersi in evidenza, in particolare Gagli, la cui condizione di forma sembra in forte crescita.   Tra i possibili protagonisti gli spagnolira i possibili protagonisti gli spagnoli  Pablo Martin, Santiago Luna e José Manuel Lara, che hanno conosciuto giorni migliori nell’European Tour, il portoghese Ricardo Gouveia, lo scozzese Andrew McArthur, il francese Victor Riu, il belga Pierre Relecom, lo svedese Jens Fahrbring, l’olandese Daan Huizing e il sudafricano Justin Walters. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore.   I risultati