fbpx

Challenge Tour: Gagli e Laporta quarti nel Challenge de Madrid vinto da Duncan Stewart

  01 Maggio 2016 News
Condividi su:

Lorenzo Gagli (69 66 71 70), nella foto, e Francesco Laporta (64 69 77 66) hanno ottenuto un bel quarto posto con 276 (-4) colpi nel Challenge de Madrid, torneo del Challenge Tour svoltosi sul percorso del Real Club de Golf La Herrería (par 70), a Madrid in Spagna.
In un concitato finale, con molti giocatori in corsa per il titolo, ha prevalso lo scozzese Duncan Stewart con 272 colpi (69 66 71 66, -8) davanti all’inglese Ben Stow (273, -7) e allo spagnolo Pep Angles (274, -6). In quarta posizione anche il francese Matthieu Pavon, l’inglese Chris Hanson e il nordirlandese Chris Selfridge e in nona con 277 (-3) gli iberici Alfredo Garcia-Heredia e Carlos Balmaseda, i francesi Edouard Dubois e Joel Stalter, l’irlandese Ruaidhri McGee e lo scozzese David Law.
Ha offerto una buona prova, sebbene un po’ altalenante, Andrea Pavan, 19° con 279 (71 69 68 71, -1) ed è andato a premio anche Niccolò Quintarelli, 54° con 288 (68 71 75 74, +8).
Duncan Stewart, 32enne di Grantown on Spey, ha conquistato il suo primo titolo con una bella progressione tradotta in cinque birdie su 14 buche e ha potuto assorbire senza danni un bogey quasi all’arrivo (66, -4). Stesso score per Francesco Laporta, anche per lui con cinque birdie e un bogey, che dopo essere stato in vetta per 36 buche, è stato penalizzato da un 77 (+7) nel terzo turno. Lorenzo Gagli, secondo al via, è rimasto in corsa con due birdie fino alla 15ª buca, quando ha alzato bandiera bianca con un doppio bogey (70, par). Per Andrea Pavan 71 (+1) colpi con un birdie e due bogey e per Niccolò Quintarelli 74 (+4) con tre birdie, cinque bogey e un doppio bogey. Duncan Stewart è stato gratificato con un assegno di 27.200 euro (montepremi di 170.000 euro).
Non hanno superato il taglio, caduto a 141 (+1), Filippo Bergamaschi, 93° con 144 (74 70, +4),  il dilettante Guido Migliozzi, 105° con 145 (72 73, +5), Michele Ortolani, 134° con 149 (69 80, +9), Andrea Maestroni (74 76) e Marco Crespi (70 80), 138.i con 150 (+10), Andrea Rota, 150° con 153 (80 73, +13), e Alessandro Tadini, 151° con 154 (74 80, +14). Si è ritirato Matteo Delpodio.
TERZO GIRO – Lorenzo Gagli, secondo con 206 colpi (69 66 71, -4), e Andrea Pavan, nono con 208 (71 69 68, -2), saranno in lotta per il titolo nel giro finale del Challenge de Madrid, torneo del Challenge Tour in svolgimento sul percorso del Real Club de Golf La Herrería (par 70), a Madrid in Spagna.
Si è portato in vetta con 205 (66 72 67, -5) l’iberico Pep Angles con un colpo di margine sul gruppo di Gagli che comprende anche l’inglese Chris Hanson, il nordirlandese Chris Selfridge, lo svizzero Benjamin Rusch e lo scozzese Duncan Stewart. Sono in corsa anche lo scozzese David Law e l’inglese Ben Stow, settimi con 207 (-3), e i due francesi Edouard Dubois e Matthieu Pavon, che affiancano Pavan.
Ha ceduto Francesco Laporta, leader nei primi due turni e sceso al 16° posto con 210 (64 69 77, par) e naviga in retrovia Niccolò Quintarelli, 42° con 214 (68 71 75, +4).
Pep Angles ha girato in 67 (-3) colpi e ha preso la leadership con due birdie nel finale dopo tre birdie e due bogey precedenti. Lorenzo Gagli ha condotto dodici buche con due birdie e un bogey e si è trovato in vetta, ma ha dovuto fare un passo indietro per due bogey (71, +1). Ha guadagnato trenta posizioni Andrea Pavan con un 68 (-2, tre birdie e un bogey) e non hanno segnato birdie Francesco Laporta (7 bogey per il 77, +7) e Niccolò Quintarelli (cinque bogey per il 75, +5).
Non hanno superato il taglio, caduto a 141 (+1), Filippo Bergamaschi, 93° con 144 (74 70, +4),  il dilettante Guido Migliozzi, 105° con 145 (72 73, +5), Michele Ortolani, 134° con 149 (69 80, +9), Andrea Maestroni (74 76) e Marco Crespi (70 80), 138.i con 150 (+10), Andrea Rota, 150° con 153 (80 73, +13), e Alessandro Tadini, 151° con 154 (74 80, +14). Si è ritirato Matteo Delpodio. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 andranno al vincitore.
SECONDO GIRO – Francesco Laporta è rimasto al comando con 133 colpi (64 69, -7) anche nel secondo giro del Challenge de Madrid, torneo del Challenge Tour in svolgimento sul percorso del Real Club de Golf La Herrería (par 70), a Madrid in Spagna.
Il 26enne pugliese di Castellana Grotte (BA) ha mantenuto un colpo di margine sui primi inseguitori, lo svedese Sebastian Soderberg, lo scozzese David Law e il gallese Rhys Enoch (134, -6). Bella anche la prova di Lorenzo Gagli, quinto con 135 (69 66, -5) alla pari con l’emergente francese Romain Langasque, da poco professionista, e con  lo scozzese Duncan Stewart.
Sono rimasti in gara Niccolò Quintarelli, 29° con  139 (68 71, -1), e Andrea Pavan, 39° con 140 (71 69, par), mentre non hanno superato il taglio, caduto a 141 (+1),  Filippo Bergamaschi, 93° con 144 (74 70, +4),  il dilettante Guido Migliozzi, 105° con 145 (72 73, +5), Michele Ortolani, 134° con 149 (69 80, +9), Andrea Maestroni (74 76) e Marco Crespi (70 80), 138.i con 150 (+10), Andrea Rota, 150° con 153 (80 73, +13), e Alessandro Tadini, 151° con 154 (74 80, +14). Si è ritirato Matteo Delpodio.
Francesco Laporta ha tenuto una condotta molto prudente realizzando un parziale di 69 (-1) con due birdie e un bogey. Lorenzo Gagli, invece, ha attaccato recuperando diciassette posizioni con un 66 (-4) frutto di otto birdie e quattro bogey per una altalena comunque redditizia. Per Niccolò Quintarelli 71 (+1) colpi con quattro birdie e cinque bogey e per Andrea Pavan 696 con tre birdie e due bogey. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 andranno al vincitore.
PRIMO GIRO – Francesco Laporta, con un’ottima prestazione sottolineata da uno score di 64 colpi (-6), è al comando del Challenge de Madrid, torneo in calendario nel Challenge Tour in svolgimento sul percorso del Real Club de Golf La Herrería (par 70), a Madrid in Spagna.
Il 26enne pugliese di Castellana Grotte (BA) ha distaccato di un colpo lo spagnolo Javier Colomo (65, -5) e di due il nordirlandese Chris Selfridge, l’olandese Reinier Saxton e gli iberici Pep Angles e Juan Sarasti (66, -4). Al settimo posto con 67 (-3) l’irlandese Ruaidhri McGee, il francese Jerome Lando Casanova e il gallese Rhys Enoch e al decimo con 68 (-2), anch’egli autore di una bella prova, Niccolò Quintarelli.
In casa azzurra hanno tenuto un buon passo Lorenzo Gagli e Michele Ortolani, 22.i con 69 (-1), ed è rimasto entro la linea del taglio Marco Crespi, 43° con 70 (par). Sono oltre Andrea Pavan, 69° con 71 (+1), il dilettante Guido Migliozzi, 85° con 72 (+2), Matteo Delpodio, Filippo Bergamaschi, Andrea Maestroni e Alessandro Tadini, 119.i con 74 (+4), e Andrea Rota, 153° con 80 (+10).
Laporta ha realizzato sei birdie, senza bogey, Quintarelli quattro birdie con due bogey, Gagli quattro birdie e tre bogey, Ortolani cinque birdie e quattro bogey e Crespi tre birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 destinati al vincitore.
PROLOGO – Ben dodici giocatori azzurri parteciperanno al Challenge de Madrid (28 aprile-1 maggio), torneo in calendario nel Challenge Tour che si svolgerà sul percorso del Real Club de Golf La Herrería, a Madrid in Spagna. Sono: Alessandro Tadini, Marco Crespi, Matteo Delpodio, Andrea Pavan, Lorenzo Gagli, Filippo Bergamaschi, Francesco Laporta, Niccolò Quintarelli, Andrea Maestroni, Andrea Rota, Michele Ortolani e il dilettante Guido Migliozzi.
Nel terzo torneo stagionale del circuito si attendono conferme da Gagli (5°), Delpodio (14°) e Tadini (17°), dopo le belle prestazioni nel precedente Red Sea Egyptian Challenge, ma saranno parecchi gli avversari agguerriti e con le qualità per imporsi. Citiamo gli inglesi Jordan L. Smith, vincitore in Egitto, e Tom Murray, lo svedese Sebastian Soderberg, a segno nel Kenya Open, l’australiano Scott Arnold, il tedesco Florian Fritsch, l’austriaco Manuel Trappel, il sudafricano Jacques Blaauw, il francese Romain Langasque e il norvegese Espen Kofstad.
Naturalmente saranno molto motivati i giocatori di casa, in numero preponderante, tra i quali hanno qualcosa in più José Manuel Lara, Pablo Martin, Pedro Oriol, Alvaro Velasco, Javier Colomo e Carlos Del Moral. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 destinati al vincitore.