fbpx

Challenge: titolo a Victor Riu quattro azzurri tra i primi tredici

  14 Luglio 2013 News
Condividi su:

Il francese Victor Riu (nella foto), 28enne parigino, ha ottenuto il primo titolo nel Challenge Tour imponendosi con 265 colpi (69 64 62 70, -19) nello Swiss Challenge, torneo del Challenge Tour svoltosi al Golf Sempachersee (par 71) di Lucerna, in Svizzera. Buona prestazione complessiva dei giocatori italiani che hanno occupato il settimo posto con Andrea Perrino (270 – 71 64 65 70, -14), il decimo con Marco Crespi (271 – 68 68 66 69, -13) e il tredicesimo con Andrea Pavan (273 – 65 71 69 68, – 11) e con Nicolò Ravano (69 69 66 69). A premio anche Domenico Geminiani, 31° con 278 (72 64 71 71, -6), Niccolò Quintarelli, 42° con 281 (67 73 70 71, -3) e Andrea Maestroni, 57° con 283 (71 70 69 73, -1). Riu, giocatore che ha fatto una buona gavetta nell’Alps Tour e che la scorsa settimana era stato in corsa per il successo fino alle ultime buche nel Bad Griesbach Challenge vinto da Pavan, ha iniziato il giro finale con un rassicurante vantaggio di quattro colpi. Malgrado una prima parte di tracciato un po’ incerta (due birdie e quattro bogey in dieci buche) non ha mai corso rischi, peraltro ritrovando il ritmo giusto nel momento decisivo con tre birdie nelle ultime quattro buche per il 70 (-1) e per lasciare a tre colpi l’inglese Adam Gee e lo statunitense Brinson Paolini (268, -16). Al quarto posto con 269 (-15) lo spagnolo Pedro Oriol, il coreano Sihwan Kim e lo scozzese Jamie McLeary, mentre lo svedese Johan Carlsson e il finlandese Roope Kakko hanno affiancato Perrino. A Riu sono andati 25.600 euro (su un montepremi di 160.000 euro) che l’hanno portato a terzo posto (E 63.442) nella money list dove Pavan ha mantenuto il secondo arrivando a E 73.690 con i 2.480 guadagnati nell’occasione. Da rilevare che è in vetta lo statunitense Brooks Koepka (E 119.423) il quale in pratica è fuori gioco essendo già passato nell’European Tour per aver conseguito tre vittorie in stagione. Perrino ha concluso la gara con un 70 dovuto a tre birdie e a due bogey; Crespi in 69 (-2) con tre birdie e un bogey; Pavan in 68 (-3) con sei birdie e tre bogey; Ravano in 69 con cinque birdie e tre bogey; Geminiani e Quintarelli entrambi in 71 con quattro birdie e altrettanti bogey; Maestroni in 73 (+2) con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey. Sono usciti al taglio: Filippo Bergamaschi, 79° con 143 (69 74, +1), Andrea Rota (73 71) e Gregory Molteni (67 77), 87.i con 144 (+2), Francesco Laporta, 104° con 146 (71 75, +4); Nino Bertasio (75 73) e Federico Colombo (77 71), 128.i con 148 (+6). Terzo giro – Due giocatori italiani sono tra primi cinque classificati dopo il terzo giro dello Swiss Challenge, torneo del Challenge Tour in svolgimento al Golf Sempachersee (par 71) di Lucerna, in Svizzera. Sono Andrea Perrino, terzo con 200 (71 64 65, -13), e Marco Crespi, quinto con 202 (68 68 66, -11), ma difficilmente potranno competere per il titolo perché il francese Victor Riu ha fatto il vuoto con un parziale di 62 (-9) e lo score di 195 (69 64 62, -18). Il 28enne di Parigi, senza successi nel circuito e per la seconda settimana consecutiva in corsa per il titolo, ha quattro colpi di vantaggio sullo scozzese Jamie McLeary (199, -14), cinque appunto su Perrino, sei sull’inglese Adam Gee (201, -12) e sette sul gruppetto di Crespi che comprende anche gli svedesi Pelle Edberg e Johan Carlsson. Sono in buona posizione anche Nicolò Ravano, 12° con 204 (69 69 66, -9) e Andrea Pavan, 17° con 205 (65 71 69, -8), e si trovano a metà graduatoria Domenico Geminiani, 25° con 207 (72 64 71, -6), Andrea Maestroni (71 70 69) e Niccolò Quintarelli (67 73 70), 38.i con 210 (-3). Riu è volato con un eagle e sette birdie e forte andatura anche di Perrino (65, -6) con sette birdie, di cui cinque nelle ultime sette buche, e un bogey, di Crespi (66, -5) con sette birdie e due bogey e di Ravano (66) con un eagle, quattro birdie e un bogey. Per Pavan 69 (-2) colpi con cinque bridie, un bogey e un doppio bogey; per Geminiani 71 (par) con un eagle, un birdie e un doppio bogey; per Maestroni 69 con quattro birdie e due bogey e per Quintarelli 70 (-1) con sei birdie, tre bogey e un doppio bogey. Sono usciti al taglio: Filippo Bergamaschi, 79° con 143 (69 74, +1), Andrea Rota (73 71) e Gregory Molteni (67 77), 87.i con 144 (+2), Francesco Laporta, 104° con 146 (71 75, +4); Nino Bertasio (75 73) e Federico Colombo (77 71), 128.i con 148 (+6). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 euro andranno al primo classificato.   Secondo giro – Giornata di prodezze per Andrea Perrino e per Domenico Geminiani, che con un parziale di 64 (-7) colpi, miglior score di giornata ottenuto in comproprietà con altri concorrenti, sono saliti in alta classifica nello Swiss Challenge, torneo del Challenge Tour in svolgimento al Golf Sempachersee (par 71) di Lucerna, in Svizzera. Perrino è balzato dal 61° al settimo posto con 135 (71 64, -7) e Geminiani dal 79° al 14° con 136 (72 64, -6) dove ha la compagnia di Andrea Pavan (65 71), sceso dalla quarta piazza, e di Marco Crespi (68 68). Sono rimasti in gara anche Nicolò Ravano, 25° con 138 (69 69, -4), Niccolò Quintarelli, 48° con 140 (67 73, -2), e Andrea Maestroni, 57° con 141 (71 70, -1). E’ passato a condurre con 131 (65 66, -11)  il 32enne inglese Jamie Elson, un titolo nel circuito, che ha due colpi di margine sul connazionale Steven Tiley, sul coreano Sihwan Kim e sui francesi Victor Riu e Julien Guerrier (133, -9) e tre sullo scozzese Jamie McLeary (134, -8). Elson ha girato in 66 (-5) con un eagle, sei birdie e tre bogey; Perrino ha segnato otto birdie e un bogey e Gemniniani nove birdie e un doppio bogey. Per Pavan (71, par) quattro birdie e altrettanti bogey; per Ravano (69, -2) quattro birdie e due bogey; per Quintarelli (73, +2) un birdie, un bogey e un doppio bogey; per Maestroni (70, -1) tre birdie e due bogey. Sono usciti al taglio: Filippo Bergamaschi, 79° con 143 (69 74, +1), Andrea Rota (73 71) e Gregory Molteni (67 77), 87.i con 144 (+2), Francesco Laporta, 104° con 146 (71 75, +4); Nino Bertasio (75 73) e Federico Colombo (77 71), 128.i con 148 (+6). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 euro andranno al primo classificato. Primo giro – Andrea Pavan, reduce dal successo nel Bad Griesbach Challenge, ha offerto un’altra convincente prova, a testimonianza del suo ottimo momento, concludendo al quarto posto con 65 (-6) colpi il primo giro dello Swiss Challenge, torneo del Challenge Tour in svolgimento al Golf Sempachersee (par 71) di Lucerna, in Svizzera, dove al comando vi è un trio con 64 (-7) composto dal gallese Stuart Manley, dall’inglese Ben Parker e dal francese Julien Guerrier. Il romano è alla pari con l’inglese Jamie Elson e sono in sesta posizione con 66 (-6) gli inglesi David Griffiths e Adam Gee, lo svizzero Martin Rominger, il transalpino Adrien Bernadet e l’austriaco Manuel Trappel. Hanno offerto una bella prova anche Niccolò Quintarelli e Gregory Molteni, 11.i con 67 (-4), Marco Crespi (nella foto), 17° con 68 (-3), Nicolò Ravano e Filippo Bergamaschi, 27.i con 69 (-2). Sono a metà classifica Andrea Perrino, Andrea Maestroni e Francesco Laporta, 61.i con 71 (par) e sono oltre Domenico Geminiani, 79° con 72 (par), Andrea Rota, 99° con 73 (+1), Nino Bertasio, 127° con 75 (+3), e Federico Colombo 140° con 77 (+6). Pavan ha compiuto percorso netto con sei birdie; Quintarelli ha segnato cinque birdie e un bogey; Molteni un eagle, tre bridie e un bogey; Crespi sei birdie e tre bogey; Ravano un eagle, quattro birdie e altrettanti bogey; Bergamaschi un eagle, tre birdie e tre bogey. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 euro andranno al primo classificato. Prologo – Andrea Pavan, dopo il successo nel Bad Griesbach, prova nuovamente a recitare un ruolo da grande protagonista nello Swiss Challenge (11-14 luglio), torneo del Challenge Tour in programma al Golf Sempachersee di Lucerna, in Svizzera. Con il romano vi saranno anche Marco Crespi (nella foto), che gli ha conteso il titolo in Germania fino all’ultima buca ottenendo comunque un brillante secondo posto, Andrea Perrino, Federico Colombo, Niccolò Quintarelli, Domenico Geminiani, Filippo Bergamaschi, Andrea Rota, Francesco Laporta, Nicolò Ravano, Nino Bertasio, Gregory Molteni e Andrea Maestroni. Pavan, oltre a Crespi, avrà altri avversari di valore quali il sudafricano Dylan Frittelli, l’australiano Daniel Gaunt e lo spagnolo Garcia Pinto, come lui vincitori stagionali, l’inglese Sam Walker, il danese Jeppe Huldahl, il coreano Sihwan Kim e il francese Victor Riu. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 euro andranno al primo classificato.   I risultati