fbpx

Challenge: Ryan Fox di forza, Pavan scende

Ryan Fox
  31 Luglio 2016 News
Condividi su:

 Il neozelandese Ryan Fox con un parziale di 62 (-9) colpi e lo score di 265 (66 68 69 62, -19) ha travolto la concorrenza nel giro finale del Tayto Northern Ireland Open (Challenge Tour), al Galgorm Castle GC (par 71) di Ballymena, nell’Irlanda del Nord. Hanno concluso in bassa classifica Andrea Pavan, 52° con 282 (74 66 69 73, -2), Andrea Maestroni (71 70 74 69) e Matteo Delpodio (70  70 73 71), 57.i con 284 (par), e il dilettante Guido Migliozzi, 67° con 297 (67 74 76 80, +13).

Fox ha sorpassato il sudafricano Dylan Frittelli, leader dopo tre giri e terminato al secondo posto con 269 (-15) in compagnia dell’inglese Max Orrin e dei tedeschi Dominic Foos e Bernd Ritthammer. In sesta posizione con 270 (-14) altri due protagonisti dell’evento, il francese Clément Sordet, campione uscente, e l’olandese Wil Besseling.

Ryan Fox (nella foto), 29enne di Auckland, ha ottenuto il secondo titolo nel circuito partendo fortissimo con la sequenza birdie-eagle, poi dopo un bogey ha infilato altri quattro birdie prima del giro di boa. Non ha rallentato neanche nel rientro chiudendo il conto con altri quattro birdie, poi si è rilassato e si è concesso un secondo bogey. Per lui un assegno di 27.200 euro su un montepremi di 170.000 euro.

Per Andrea Pavan, un po’ altalenante e alla ricerca di ritmo dopo un mese di stop, 73 (+2) colpi con tre birdie e cinque bogey; per Andrea Maestroni 69 (-2) con tre birdie e un bogey; per Matteo Depodio 71 (par) con tre birdie e altrettanti bogey  e per Guido Migliozzi 80 (+9) con due birdie, otto bogey e un triplo bogey. L’azzurro, comunque, doveva fare solo esperienza in questa opportunità di confrontarsi con i professionisti e sicuramente ha tratto ottime indicazioni, al di là del merito di aver superato il taglio ed essersi proposto in alta classifica nel primo giro.

Sono usciti dopo 36 buche: Filippo Bergamaschi, 68° con 142 (70 72, par), Lorenzo Gagli, 85° con 143 (75 68, +1), Nicolò Ravano, 109° con 145 (74 71, +3) e Corrado De Stefani, 134° con 150 (77 73, +8).

 

 

I RISULTATI