fbpx

Campionato Nazionale Open Memorial Cav. “Gin” Noberasco in vetta Andrea Maestroni e Matteo Manassero

  08 Aprile 2015 News
Condividi su:

Matteo Manassero e Andrea Maestroni sono al comando con 67 (-5) colpi dopo la prima giornata del Campionato Nazionale Open – Memorial Cavaliere del Lavoro "Gin" Noberasco che si sta svolgendo sull’impegnativo percorso ligure del Golf Club Garlenda (par 72). Li seguono Corrado De Stefani, terzo con 68 (-4), Simone Baroni e Cristiano Terragni, quarti con 69 (-3), Andrea Zanini e Cristian Lanza, sesti con 70 (-2).   L’evento più longevo del calendario nazionale, nato nel 1935, giunto alla 76ª edizione e secondo per importanza solo all’Open d’Italia, ha aperto la stagione dell’Italian Pro Tour, il circuito di otto tornei che si svolgono sul territorio nazionale, sette internazionali e uno italiano, gestito dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG e rientra nel quadro dei festeggiamenti previsti dal Golf Club Garlenda per onorare i cinquant’anni di vita.   Sono tra i top ten Alfredo Pazzeschi, Lorenzo Magini, Cosimo Baroni, Andrea Bolognesi, Marco Archetti, Leonardo Motta e il dilettante Takayuki Matsui, ottavi con 71, ha ben tenuto Mauro Bianco, che frequenta in Senior Tour europeo, 15° con 72 (par) insieme a Mattia Miloro, Marco Bernardini e agli amateur  Stefano Mazzoli, Federico Zuckermann e Gianmaria Rean Trinchero. Accusano un ritardo già pesante Nino Bertasio 22° con 73 (+1), Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini ed Emanuele Canonica, 26.i con 74 (+2).   Gli sponsor – La nota azienda Noberasco è il title sponsor del torneo intitolato al Cavaliere del Lavoro Pier Luigi “Gin” Noberasco, imprenditore di successo, precursore dei tempi e destinatario di riconoscimenti e premi universali. Pier Luigi “Gin” Noberasco è stato non solo un grande imprenditore, ma soprattutto un grande uomo. Danno il loro supporto all’avvenimento anche Continental, azienda leader nello sviluppo di tecnologie intelligenti per il trasporto delle persone e dei loro beni, e il Golf Club Garlenda. Per tutta la stagione l’Italian Pro Tour ha il sostegno di Colmar, Unopiù, Frosecchi, Martin Argenti e Konica Minolta. Media partner: Sky; charity partner: Fondazione Maria Letizia Verga. Sponsor istituzionali Federazione Italiana Golf, Expo 2015. Per il secondo anno consecutivo sarà a disposizione dei giocatori il servizio di fisioterapia di  Physio Team, composto da fisioterapisti esperti nel settore sportivo, in particolare del golf.   Le intervisteMatteo Manassero ha infilato cinque birdie, senza segnare bogey: “Ho giocato bene – ha detto – anche se ho avuto qualche problema all’inizio nei colpi dal tee. Questo è un percorso che mi piace molto e dove occorre mettere innanzi tutto la palla in fairway e poi andare. I green sono di alto livello, come quelli che si incontrano nel tour europeo. E’ il mio primo Campionato Open da professionista, ma vi avevo partecipato da dilettante. E’ bello comunque giocare insieme a tanti amici, perché ci conosciamo tutti. Di solito lo facciamo in allenamento, ma in maniera competitiva è tutt’altra cosa e piuttosto divertente”.   Andrea Maestroni di birdie ne ha realizzati sei, ma con un bogey: “Sono molto contento – il suo commento – perché la gara è importante, quindi essere in vetta è sicuramente gratificante e inoltre il 67 lascia ben sperare per il prosieguo del torneo. E’ una gara che mi manca all’appello e che inseguo da tempo, speriamo sia la volta buona. Rispetto al solito ho imbucato parecchi putt importanti, non so se il merito è anche del nuovo putter che ho adottato. Il gioco lungo continua ad andare bene come mi accade da tempo. Erano alcuni anni che non venivo a Garlenda e ho trovato  il campo in splendide condizioni”.   Corrado De Stefani, ventiduenne di Biella, ha spiegato così il suo 68 (-4, con sette birdie e tre bogey): “Il percorso a prima vista sembra facile, ma non è così. Si è anche alzato un po’ di vento a complicare ulteriormente le cose. I green sono veloci e duri e ci sono alcune buche in cui è giusto attaccare, anche se sono strette, e altre che occorre assolutamente rispettare. Sono felice del mio score: forse non ho giocato particolarmente bene, però ho usato la strategia adatta e quando ho sbagliato fortunatamente l’ho fatto dalla parte giusta e sono riuscito  recuperare”.   Andrea Zanini, 33enne genovese, è andato molto forte con un eagle e quattro birdie contro un solo bogey sulle prime 14 buche, poi sono arrivati quasi al termine tre bogey di fila per il 70 (-2): “Certo, ho il rammarico per quei tre bogey, ma questi imprevisti capitano. In ogni caso un ‘meno 2’ alla prima giornata fa ben sperare. Il campo è in ottime condizioni: lo conosco da tanto tempo, perché sono cresciuto golfisticamente qui, ma non l’ho mai trovato così perfetto. Si, la sua conoscenza mi ha un po’ agevolato soprattutto sui green”.   Domani, al termine del secondo giro si effettuerà il taglio che lascerà in gara i primi 40 classificati (su 114 partenti), i pari merito al 40° posto e il dilettanti che rientreranno nel punteggio di classifica. I professionisti si contenderanno il montepremi di 50.000 euro dei quali 7.250 gratificheranno il vincitore. Nei giorni di manifestazione, pro am compresa, l’ingresso per il pubblico è gratuito.   La Pro Am di chiusura – Domenica 12 aprile la “cinque giorni” di golf garlendina si concluderà con la Pro Am Campionato Nazionale Open – Memorial Cavaliere del Lavoro "Gin" Noberasco. Vi prenderanno parte 32 squadre composte da quattro giocatori, un professionista e tre dilettanti. Si dipanerà sulla distanza di 18 buche con la collaudata e divertente formula “Par is your friend and use your Pro” che caratterizza da tempo le pro am legate all’Italian Pro Tour. Per la classifica saranno conteggiati solamente birdie, eagle ed eventuali albatross, peraltro rarissimi, mentre ogni amateur del team potrà chiedere al suo pro di effettuare un colpo per suo conto. Partenza shotgun alle ore 10,30.   Web e social network – Tutte le informazioni inerenti Il Campionato Nazionale Open – Memorial Cavaliere del Lavoro "Gin" Noberasco possono essere consultate sul sito www.italianprotour.com. Inoltre, attraverso i profili facebook, twitter e instagram dell’Italian Pro Tour è possibile interagire e seguire gli aggiornamenti live del torneo con gli hashtag ufficiali #ItalianProTour #OpenYourFuture.