fbpx

Campionato Nazionale Open: in vetta Tadini e Signor

  16 Novembre 2012 News
Condividi su:

Cambio della guardia in vetta al Campionato Nazionale Open, ultima prova del Pilsner Urquell Pro Tour in svolgimento sul difficile tracciato del Golf Nazionale, par 72, a Sutri (VT): infatti sono passati a condurre con 137 colpi, sette sotto par, il piemontese Alessandro Tadini (68 69), favorito assoluto della gara e giocatore dell’European Tour, e il veneto Andrea Signor (70 67), autore di un bel 67 (-5) miglior score di giornata. Seguono con 138 (-6) il romano Mattia Miloro, nella foto (67 71) e il trevigiano Joon Kim (66 72), leader dopo il turno iniziale. E’ salito dal nono al quinto posto con 139 (-5) Andrea Maestroni e sono subito dietro Nunzio Lombardi, sesto con 141 (-3), l’ottimo dilettante Renato Paratore (Parco di Roma), settimo con 142 (-2), Marco Fabio Mari e Federico Elli, ottavi con 143 (-1). Ritardo ancora recuperabile, con due giri a disposizione, per Gregory Molteni e Stefano Bonardi, decimi con 144 (par), per Marco Crespi e Andrea Zanini, 12.i con 145 (+1) insieme a Lorenzo Magini e all’altro bravo amateur Philip Geerts (Olgiata), mentre la situazione è più complicata per Nino Bertasio, campione uscente, per Alessio Bruschi e per Matteo Delpodio, 19.i con 148 (+4). Il Campionato Nazionale Open, giunto alla 73ª edizione, è il torneo più longevo del calendario nazionale e secondo, per importanza, solo all’Open d’Italia. E’ inserito, come detto, nel calendario del Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito di dieci gare nazionali gestito dal Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti della FIG. Oltre che dal brand che fa capo al gruppo Birra Peroni, il Pro Tour è sponsorizzato dal Major sponsor CartaSi, dal Fornitore ufficiale Under Armour, dal Partner ufficiale Webgolf. Media partner: Sky Sport HD; Commercial advisor: RCS Sport. Nell’occasione ha fatto il suo debutto nel mondo dei tornei golfistici come Major sponsor, Continental, primo produttore europeo di pneumatici e nuovo Fornitore ufficiale della Federazione Italiana Golf. Sono in palio 50.000 euro dei quali 7.250 gratificheranno il vincitore. L’ingresso per il pubblico è gratuito. Si stanno comportando bene i dilettanti dei quali cinque su sei hanno superato il taglio caduto a 153 (+9) e che ha lasciato in gara 41 concorrenti. Oltre a Paratore e a Geerts, disputeranno le ultime 36 buche anche Enrico Di Nitto (Parco di Roma), 17° con 147 (+3), Michele Ortolani (Des Iles Borromées), 36° con 152 (+8), e Jacopo Vecchi Fossa (Matilde di Canossa), 39° con 153. Alessandro Tadini ha realizzato un parziale di 69 (-3) colpi: “Sono soddisfatto – ha detto – del mio ottimo avvio: dopo le prime undici buche, infatti, il mio score era di tre colpi sotto par grazie ad un gioco brillante con tre birdie all’attivo. Poi nella seconda parte del percorso non sono riuscito a mantenere la stessa incisività, ma ho avuto il merito di limitare i danni, chiudendo anche oggi senza bogey. La parte di tracciato che va dalla buca 1 alla 9 è nettamente più insidiosa, ma domani spero di trovare le contromisure giuste al fine di potermi confermare in testa alla graduatoria”. Fiducioso Andrea Signor: “Sono molto contento del mio rendimento e spero di confermarmi su tali standard di gioco anche nelle prossime giornate di gara. Quest’anno non ho partecipato a molti tornei e mi piacerebbe poter lottare per la vittoria in una competizione così prestigiosa su un percorso ben disegnato e molto impegnativo. Divido la leadership con Tadini e senza dubbio non sarà semplice confrontarmi con un giocatore così esperto, che sta attraversando un ottimo periodo di forma”.  Finale un po’ complicato per Joon Kim, che ha chiuso in 72 (par): “Ho un po’ di rammarico per aver sbagliato qualche putt di troppo nelle ultime buche, compromettendo così lo score di giornata, ma fortunatamente, sono ancora in una buona posizione nel leaderboard. La classifica è molto corta e ci sono diversi giocatori che possono aspirare al primo posto. Aspettiamo l’evoluzione del terzo giro per capire se fra i pretendenti alla vittoria potrò esserci anch’io”. Qualche recriminazione, infine, per Mattia Miloro. che ha girato in 71 (-1): “Anche oggi sono partito molto bene, chiudendo le prime nove buche con due colpi sotto par. Nel prosieguo non sono riuscito a mantenere alto il livello di gioco e dopo il birdie alla buca 13  ho iniziato a puttare male, aggravando il punteggio. Peccato perché anche oggi c’erano degli ottimi green. E’ molto stimolante misurarsi su un percorso così impegnativo e poco clemente in caso di errori. La classifica mi sorride, ma dovrò restare concentrato anche nel weekend per poter puntare al vertice”. Nel terzo giro prima partenza alle 8, ultima alle ore 11,40 con conclusione prevista attorno alle ore 16. II Golf Nazionale (ex GC Le Querce) è stato inaugurato nel 1990. Dispone di 18 buche da campionato con un driving-range e tre buche di pratica. Il percorso si snoda su un terreno ondulato, con due laghi e grandi alberi, soprattutto querce secolari. Il club ha ospitato nel 1991 la 37ª edizione della Coppa del Mondo di Golf, nel 1992 il Campionato Europeo Dilettanti, oltre ad altre manifestazioni nazionali e internazionali ed è sede permanente del Campionato a Squadre Serie A/1 maschile e femminile.

 

Tutte le notizie relative ai tornei del Pilsner Urquell Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com  Il sito stesso è integrato con il Social Network Facebook dove è presente una pagina ufficiale (http://www.facebook.com/golfitalianprotour)

Orario partenze terzo giro

Classifica secondo giro