fbpx

Bonallack & Hankins Trophies: l’Europa vince nel maschile l’Asia-Pacific nel femminile

  17 Marzo 2016 News
Condividi su:

Una vittoria per la selezione europea (21,5-10,5 maschile), nella foto (Credit EGA) e una per quella dell’Asia-Pacific (17-15 femminile) nel Bonallack & Patsy Hankins Trophies, doppio confronto disputato sul percorso del Vidago Palace Golf Club, a Vidago in Portogallo con la partecipazione di quattro giocatori azzurri: Luca Cianchetti, Stefano Mazzoli, Lucrezia Colombotto Rosso e Bianca Maria Fabrizio.
Nel Bonallack Trophy il team europeo, condotti dal francese Alexis Godillot, ha letteralmente dominato. Dopo aver concluso i doppi (cinque foursome e cinque fourball in ciascuna delle prime due giornate) ha esercitato una netta prevalenza anche nei dodici singoli conclusivi (parziale di 8-4). Hanno vinto Luca Cianchetti (1 up sul taiwanese Han-Ting Chiu) e Stefano Mazzoli (2/1 sul coreano Jae Kyeoung Lee) e hanno ottenuto gli altri sei punti lo spagnolo Mario Galiano (1 up sul taiwanese Chun-An Yu), lo svedese Robin Petersson (1 up sul coreano Sung Ho Yun), l’olandese Jeroen Krietemeijer (2/1 sul neozelandese Luke Toomey), l’inglese Ashton Turner (4/3 sull’indiano Aman Raj), l’irlandese Jack Hume (6/5 sul giapponese Toshiki Ishitoku) e il gallese David Boote (4/3 sull’indiano Samarth Dwivedi). Per gli orientali,  condotti dall’australiano Matt Cutler, a segno il giapponese Takuni Kanaya (5/4 sullo scozzese Grant Forrest), l’australiano Brett Coletta (1 up sull’inglese Bradley Moore), Gregory Foo di Singapore (1 up sullo spagnolo Ivan Cantero) e l’australiano Zach Murray (4/3 sullo scozzese Jack McDonald).
Nei doppi gli azzurri hanno giocato in coppia nei foursome vincendo contro Aman Raj/Luke Toomey (3/2) e perdendo contro Jae Kyeoung Lee/Sung Ho Yun (3/2). Un solo fourball per ciascuno con Cianchetti vincitore insieme a Jack Hume (4/3 su Samarth Dwivvi/Gregory Foo) e con Mazzoli sconfitto in coppia con  David Boote (2/1 da Han-Ting Chiu e Chun-An Yu).
Nel Patsy Hankins Trophy le europee, affidate all’inglese Elaine Ratcliffe, hanno iniziato i singoli in svantaggio di 9.5-10,5, dopo una bel recupero a seguito di un passivo iniziale di 3-7. Il sorpasso, però, non è avvenuto perché le orientali, dirette dalla neozelandese Lybby Steele, hanno esercitato una leggera superiorità (parziale di 6,5-5,5) sufficiente per vincere. Bianca Maria Fabrizio ha pareggiato con l’australiana Hanna Green e Lucrezia Colombotto Rosso è stata superata per 3/2 dalla neozelandese Wenyung Keh. Le vincitrici hanno fatto punti pieni con la giapponese Nasa Hataoka (3/2 sulla spagnola Luna Sobron), con la neozelandese Julianne Alvarez (5/4 sulla svizzera Gioia Carpinelli), con la thailandese Paphangkorn Tavatanakit (1 up sull’austriaca Emma Spitz) e con la nipponica Hina Aragaki (2 up sull’elvetica Albane Valenzuela). Pari tra la danese Puk Lyng Thomsen e Tiffany Chan di Hong Kong e tra la filippina Princess Mary Superal e la spagnola Maria Parra. Per le continentali successi della svedese Frida Kinhult (1 up sulla coreana Hye-Jin Choi), dell’inglese Meghan MacLaren (3/1 sulla coreana Hyunkyung Park), della tedesca Laura Funfstuck (1 up sula cinese Tian Qi) e della gallese Chloe Williams (6/5 sulla taiwanese Han-Hsuan Yu) .
Le azzurre hanno giocato insieme solo il primo foursome perdendo per 2/1 contro Julianne Alvarez/Wenyung Keh. Successivamente la Fabizio, una delle più positive in casa Europa, ha infilato tre successi insieme a Puk Lyng Thomsen: 2/1 su Princess Mary Superal/Han-Hsuan Yu nell’altro foursome e nei due fourball 1 up su Princess Mary Superal/Paphangkorn Tavatanakit  e 4/3 su Julianne Alvarez/Wenyung Keh. La Colombotto Rosso, insieme ad Emma Spitz è stata sconfitta per 3/2 da Hannah Green/Han-Hsuan Yu (fourball) e ha pareggiato in coppia con Meghan MacLaren con Hina Aragaki /Nasa Hataoka  (foursome).
SECONDA GIORNATA – Sul percorso portoghese del Vidago Palace Golf Club, a Vidago, anche la seconda giornata del Bonallack & Patsy Hankins Trophies è stata sospesa per oscurità. Il gioco è ripreso il mattino successivo per la conclusione del turno, prima dell’inizio dei dodici singoli conclusivi. Alla sfida tra le selezioni dell’Europa e dell’Asia-Pacific, sia maschili che femminili (squadre di 12 elementi), prendono  parte quattro giocatori azzurri: Luca CianchettiStefano Mazzoli, Lucrezia Colombotto Rosso e Bianca Maria Fabrizio.
Nel Bonallack Trophy il team europeo, affidato al francese Alexis Godillot, ha aumentato il vantaggio (13,5-6,5), mentre nel Patsy Hankins Trophy la squadra dell’Asia-Pacific, guidata dalla neozelandese Lybby Steele, ha visto ridursi il margine a un solo punto (10,5-9,5).
Nella gara maschile i foursome del mattino sono stati ancora favorevoli ai continentali (parziale 3,5-1,5) che si sono imposti con David Boote/Jake Hume (1 up su Han-Ting Chiu e Chun-An Yu), con Ivan Cantero/Mario Galiano (3/2 su Samarth Dwivevi/Aman Raj) e con Ashton Turner/Bradley Moore (1 up su Gregory Foo/Toshiki Ishitoku). Pari tra gli scozzesi Grant Forrest/Jack McDonald e gli australiani Brett Coletta/Zach Murray e punto pieno degli orientati, condotti dall’australiano Matt Cutler, concesso dai due azzurri Luca Cianchetti/Stefano Mazzoli (3/2 da Jae Kyeoung Lee/Sung Ho Yun).
Il vantaggio europeo si è incrementato di un altro punto nei fourball pomeridiani (parziale di 3/2) con i successi di Mario Galiano/Ivan Cantero (4/3 su Luke Toomey/Chun-An Yu), di Robin Petersson/Jeroen Krietemeijer (3/2 su Jae Kyeoung Lee/Sung Ho Yun) e di Luca Cianchetti/Jack Hume (4/3 su Gregory Foo/Samarth Dwivevi). Asiatici a segno con Toshiki Ishitoku/Takuni Kanaya (2/1 su Bradley Moore/Ashton Turner) e con Brett Coletta/Zach Murray (5/4 su Grant Forrest/Jack McDonald).
Nel torneo femminile le europee, guidate dall’inglese Elaine Ratcliffe, hanno iniziato la rimonta dai foursome (parziale di 3-2) con i due punti ottenuti da Luna Sobron/Emma Spitz (3/2 su Julianne Alvarez/Wenyung Keh) e da Bianca Maria Fabrizio/Puk Lyng Thomsen (1 up su Princess Mary Superall/Han-Hsuan Yu). Pari tra Albane Valenzuela/Maria Parra e Hye-Jin Choi/Hyunkyung Park e tra Meghan MacLaren/Lucrezia Colombotto Rosso e Hina Aragaki/Nasa Hataoka e punto asiatico con Hannah Green/Tiffany Chan (1 up su Frida Kinhult/Chloe Williams).
Nei fourball le continentali si sono messe in condizioni di potersela giocare nei singoli grazie alle vittorie di Luna Sobron/Emma Spitz (1 up su Hina Aragaki/Nasa Hataoka), di Meghan McLaren/Gioia Carpinelli (2/1 su Hannah Green/Tiffany Chan) e di Bianca Maria Fabrizio/Puk Lyng Thomsen (4/3 su Julianne Alvarez/Wenyung Keh). Per le orientali chiaro successo delle coreane Hye-Jin Choi e Hyunkyung Park (5/4 su Albane Valenzuela/Maria Parra) e pari tra Chloe Williams/Frida Kinhult e Princess Mary Superall/Han Hsuan Yu.
PRIMA GIORNATA – Sul percorso portoghese del Vidago Palace Golf Club, a Vidago la prima giornata di gara del Bonallack & Patsy Hankins Trophies è stata sospesa per oscurità e pertanto c’è stata una coda di buon mattino, per concludere i match interrotti, prima di dare il via alla seconda. Alla sfida tra le selezioni dell’Europa e dell’Asia-Pacific, sia maschili che femminili (squadre di 12 elementi), prendono  parte quattro giocatori azzurri: Luca Cianchetti, Stefano Mazzoli, Lucrezia Colombotto Rosso e Bianca Maria Fabrizio (nella foto).
Nel Bonallack Trophy il team europeo, affidato al francese Alexis Godillot, è in vantaggio per 7-3, mentre nel Patsy Hankins Trophy la squadra dell’Asia-Pacific, guidata dalla neozelandese Lybby Steele, è avanti a sua volta per 7-3.
Nella gara maschile dominio continentale con un secco 4-1 nei foursome del mattino dove Stefano Mazzoli/Luca Chianchetti hanno avuto la meglio per 3/2 su Aman Raj/Luke Toomey. Hanno contributo alla causa europea anche Grant Forrest/Jack McDonald (1 up su Brett Coletta/Zach Murray), Mario Galiano/Ivan Cantero (4/3 su Jae Kyeoung Lee/Sung Ho Yun) e Jack Hume Hume/David Boote (5/4 su Toshiki Ishitoku/Takuni Kanaya). Il punto per la squadra diretta dall’australiano Matt Cutler è stato conseguito dai taiwanesi Han-Ting Chiu e Chun-An Yu (1 up su Bradley Moore/Ashton Turner).
Nei fourball del pomeriggio ancora prevalenza europea con un 3-2. Si sono imposti Robin Petersson/Jeroen Krietemeijer (1 up su Brett Coletta/Zach Murray), Grant Forrest/Jack McDonald (1 up su Sung Ho Yun/Takumi Kanaya) e Ashton Turner/Bradley Moore (3/2 su Aman Raj/ Luke Toomey). Per gli orientati a segno Han-Ting Chiu/Chun-An Yu (2/1 su Stefano Mazzoli/David Boote) e Samarth Dwivedi/Gregory Foo (5/4 su Mario Galiano/Ivan Cantero).
Nel torneo femminile le orientali hanno preso netto margine (4-1) nei foursome dove la coppia azzurra Bianca Maria Fabrizio/Lucrezia Colombotto Rosso è stata superata dalle australiane Julianne Alvarez/Wenyung Keh. Il punto della formazione europea, affidata all’inglese Elaine Ratcliffe, è stato firmato dalla spagnola Maria Parra e dalla svizzera Albane Valezuela (1 up sulle coreane Hye-Jin Choi/ Hyunkyung Park). Altri tre punti asiatici ad opera di  Hina Aragaki/Nasa Hataoka (3/2 su Frida Kinhult/Emma Spitz), di Tiffany Chan/Hannah Green (4/3 su Laura Funfstuck/Luna Sobron) e di Princess Mary Superal/Paphangkorn Tavatanakit (5/4 su Meghan MacLaren/Chloe Williams).
Nei fourball successi europei con Meghan MacLaren/Laura Funfstuck (5/4 su Julianne Alvarez/Tian Qi) e con Bianca Maria Fabrizio/Puk Lyng Thomsen (1 up su Princess Mary Superal/Paphangkorn Tavatanakit) e tre punti orientali con Hannah Green/Han-Hsuan Yu (3/2 su Emma Spitz/Lucrezia Colombotto Rosso), con Hyunkyung Park/Hina Aragaki (2/1 su Albane Valenzuela/Gioia Carpinelli) e con Hye-Jin Choi/Nasa Hataoka (1 up su Maria Parra/Luna Sobron).
Nella seconda giornata avranno luogo in entrambi i tornei nuovamente cinque match foursome al mattino e cinque fourball nel pomeriggio, quindi il gran finale con i dodici singoli.
PROLOGO – Sul percorso portoghese del Vidago Palace Golf Club, a Vidago, si disputa  il Bonallack & Patsy Hankins Trophies (16-18 marzo), sfida tra le selezioni dell’Europa e dell’Asia-Pacific, sia maschili che femminili.
A prendere parte all’evento sono stati chiamati quattro giocatori azzurri: Luca Cianchetti, Stefano Mazzoli, Lucrezia Colombotto Rosso e Bianca Maria Fabrizio.
Nel Bonallack Trophy il team europeo, affidato al francese Alexis Godillot, oltre che dai due azzurri, è composto dal gallese David Boote, dagli spagnoli Mario Galiano e Ivan Cantero, dagli scozzesi Grant Forrest e Jack McDonald, dall’irlandese Jack Hume, dall’olandese Jeroen Krietemeijer, dagli inglesi Bradley Moore e Ashton Turner e dallo svedese Robin Petersson.
L’australiano Matt Cutler, capitano non giocatore dell’Asia-Pacific, opporrà i taiwanesi Han-Ting Chiu e Chun-An Yu, gli australiani Brett Coletta e Zach Murray, gli indiani Samarth Dwivevi e Aman Raj, i giapponesi Toshiki Ishitoku e Takuni Kanaya, i coreani Jae Kyeoung Lee e Sung Ho Yun, il neozelandese Luke Toomey e Gregory Foo di Singapore.
Nel Patsy Hankins Trophy la selezione continentale, guidata all’inglese Elaine Ratcliffe, insieme alle due italiane, schiererà le svizzere Gioia Carpinelli e Albane Valenzuela, la tedesca Laura Funfstuck, le spagnole Luna Sobron e Maria Parra, la svedese Frida Kinhult, l’inglese Meghan MacLaren, l’irlandese Olivia Mehaffey, la danese Puk Lyng Thomsen e l’austriaca Emma Spitz.
Sull’altro fronte la neozelandese Lybby Steele, capitana non giocatrice dell’Asia-Pacific, si affiderà alle neozelandesi Julianne Alvarez e Wenyung Keh, alle giapponesi Hina Aragaki e Nasa Hataoka, alle coreane Hye-Jin Choi e Hyunkyung Park, all’australiana Hannah Green, alla cinese Tian Qi, alla filippina Princess Mary Superal, alla thailandese Paphangkorn Tavatanakit, alla taiwanese Han-Hsuan Yu e a Tiffany Chan di Hong Kong.
Stessa formula per entrambi i tornei: nella prima  e nella seconda giornata avranno luogo cinque match foursomes al mattino e cinque fourballs nel pomeriggio, quindi il gran finale con i dodici singoli.