fbpx

BMW International Open: Danny Willett primo titolo

  24 Giugno 2012 News
Condividi su:

L’atteso primo successo di Danny Willett (nella foto) si è materializzato nel BMW International Open (European Tour) sul tracciato del Golf Club Gut Lärchenhof (par 72), a Colonia in Germania, dove Federico Colombo ha chiuso al 64° posto con 292 colpi (73 68 75 76, +4).  Il 25enne inglese di Sheffield ha terminato la gara con 277 colpi (65 70 69 73, -11) alla pari con l’australiano Marcus Fraser (64 74 68 71), che con un bogey sull’ultima buca ha perso l’occasione per aggiudicarsi il successo. Nel playoff entrambi i contendenti non sono stati brillanti: hanno pareggiato le prime tre buche supplementari con un par, un bogey e un par, poi Fraser ha dato via libera all’avversario con un bogey alla quarta.

 

L’andatura lenta dei primi due nel finale (73, +1, per Willett e 71, -1, per Fraser) ha portato a un colpo dall’aggancio l’irlandese Paul McGinley e lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, terzi con 278 (-10) insieme all’inglese Chris Wood, che invece ha perso il treno con un bogey in dirittura d’arrivo. Buona prova del tedesco Marcel Siem, sesto con 279 (-9) alla pari con lo svedese Henrik Stenson, in una delle rare occasioni in cui ha ritrovato un po’ di feeling con il suo gioco, e ottava posizione con 280 (-8) per il danese Thomas Bjorn e per il thailandese Thongchai Jaidee. Il pubblico ha apprezzato alcune ottime giocate del grande campione tedesco Bernhard Langer, 23° con 283 (-5), mentre non sono stati all’altezza delle attese l’iberico Sergio Garcia, 29° con 284 (-4), l’altro spagnolo Miguel Angel Jimenez, 52° con 289 (+1), e lo statunitense John Daly, 60° con 291 (+3).

 

Nel giro finale Willett, al quale è andato un assegno di 333.330 euro su un montepremi di 2.000.000 di euro, ha segnato come detto un 73 con due birdie iniziali e tre bogey nel prosieguo; per Fraser cinque birdie e quattro bogey, l’ultimo devastante. Nel 76 (+4) di Colombo tre birdie, cinque bogey e un doppio bogey. Non hanno superato il taglio Lorenzo Gagli, 108° con 147 (73 74, +3), e Alessandro Tadini, 152° con 156 (77 79, +12). Stessa sorte per il tedesco Martin Kaymer, 72° con 144 (par), per il sudafricano Retief Goosen e per l’inglese Paul Casey, 135.i con 150 (+6). I risultati