fbpx

Azzurri al top: Bianca Maria Fabrizio l’abitudine al podio

  07 Giugno 2013 News
Condividi su:

Il secondo posto di Bianca Maria Fabrizio nella 35ª edizione dello Slovenian International Ladies Amateur Championship ha dato ulteriore lustro all’immagine del settore giovanile azzurro. Sul percorso del Golf & Country Club Bled, a Bled in Slovenia, la 19enne portacolori del GC Villa Condulmer ha messo ancora una volta in evidenza le sue qualità golfistiche, andando vicina al bis dopo il successo della scorsa edizione. Successivamente si è imposta nel Trofeo Umberto Agnelli, al Royal Park I Roveri di Torino, dove sono sfilate quasi tutte le migliori dilettanti italiane. Nata a Vittorio Veneto (TV) e residente a Treviso, Bianca Maria ha mosso i primi passi sul green a 9 anni e non ha impiegato molto per dar prova della sua attitudine golfistica. Nel 2008, infatti, porta a casa il suo primo trofeo, vincendo il Campionato Nazionale Pulcine (Pra’ delle Torri). Il suo palmares si arricchisce anche negli anni successivi, confermando la propensione al successo. Nel 2010 si impone nel Campionato Ragazze Match-Play (Gardagolf), nel 2011 nel Campionato Nazionale Femminile Medal (Bogogno) e nel Gran Premio Città di Milano. Anche nelle competizioni a squadre Bianca Maria sale più volte sul più gradino alto del podio. Con la maglia del GC Villa Condulmer nel 2012 vince il Campionato Nazionale Assoluto a Squadre sul percorso del GC Poggio de Medici e dal 2009 al 2012 primeggia nel Campionato Nazionale Ragazze a Squadra Undero 18, Trofeo Emilio Pallavicino, sempre con le compagne del suo circolo. Il suo curriculum sportivo annovera anche una lunga serie di apparizioni in maglia azzurra a partire dall’Evian Master Junior Cup del 2008 che segna il suo debutto nella selezione nazionale femminile. Due partecipazioni all’European Young Masters Under 16 (2009-2010), tre ai Campionati Europei (2010-2011-2012) e una ai Campionati Mondiali del 2012 danno la dimensione della grande esperienza internazionale acquisita nonostante la giovane età. Studentessa del liceo linguistico, e prossima a trasferirsi alla Texas A&M University, ha fra i suoi obiettivi di inserirsi ad alto livello nel ranking dei college americani e poi, terminati gli studi accademici, si propone una carriera nel LPGA Tour. Tiger Woods e Annika Sorenstam sono i suoi modelli di riferimento. Per cercare di emularli si allena quattro volte a settimana sotto lo sguardo del suo maestro Enrico Trentin, non trascurando, però, i suoi hobbies: sci, jogging e musica. Tecnica e forza di volontà non le mancano e, proseguendo ad applicarsi sul campo con la stessa abnegazione, c’è da scommettere che il suo nome continuerà a comparire negli albi d’oro.